Skin ADV
Mercoledì 17 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE


Arcobaleno

Arcobaleno

by Francesca



16.01.2018 Gavardo

15.01.2018 Vestone

15.01.2018 Giudicarie Storo

15.01.2018 Vobarno Gavardo Villanuova s/C Roè Volciano

15.01.2018 Agnosine Anfo Mura Valsabbia

17.01.2018 Barghe

16.01.2018 Provaglio VS Serle Paitone Valsabbia

15.01.2018 Vestone

17.01.2018 Barghe

16.01.2018 Pertica Bassa Vestone Vobarno Bagolino Vallio Terme Valsabbia






24 Luglio 2017, 06.56

Racconti del lunedì

Un merlo impertinente

di Ezio Gamberini
Da anni e annorum tutte le mattine mi sveglio almeno mezz’ora prima del necessario. “Bello scemo”, diranno i miei due lettori di ValleSabbiaNews. Ehhh, laciatemi spiegare…

Quando ero studente, tutte le mattine la mamma doveva chiamarmi almeno dodici o tredici volte per svegliarmi, e lo faceva ogni volta sempre dolcemente, invece di prendermi a calci in culo o gettarmi addosso un secchio di acqua gelata, come mi sarei meritato.
Poi finalmente mi alzavo, in centottanta secondi mi lavavo e mi vestivo, bevevo il caffè e volavo verso il pullman che agguantavo all’ultimo secondo.

Col tempo, “maturando”, per utilizzare un bonario eufemismo, ho decisamente cambiato abitudini e prerogative. 

Adesso mi piace fare le cose con molta calma, il mattino, e la prima, anche in ordine cronologico, consiste nell’impiego del rasoio elettrico.
Terminata l’operazione, apro la finestra e appoggio i gomiti sul davanzale, sistemo il mento sulle mani aperte e per qualche minuto osservo lo spicchio di giardino che mi si presenta davanti, mentre affido al Padreterno i miei cari e la giornata che sta per iniziare. 

In estate tutto è verde e fiorito, i melograni si stanno ingrossando a vista d’occhio, la salvia, il prezzemolo e il basilico sono sfacciatamente rigogliosi, così come le piantine dei peperoncini piccanti; la rucola è come sempre abbondantissima, il gelsomino si arrampica che è un piacere e le ortensie sono una meraviglia. 
E poco dopo, come ogni giorno, arriva lui, il padrone assoluto del giardino: è un grosso merlo dal becco giallo, tirato a lucido, che mi guarda con aria strafottente e sembra dirmi:

“Beh, che vuoi? Fila, questo è il mio regno”, e zampetta impettito spostandosi dalle ortensie alla pianta di alloro fino al boschetto di rosmarino, privilegiando il terreno smosso: è di una sfrontatezza unica e non ha paura di nulla, neanche di me, e neppure di Grazia!

Frega tanto al merlo dello spread, del buco nell’ozono, del Grande Fratello o di Master Chef, del Premio Strega, delle prossime elezioni o delle beghe tra Renzi, Berlusconi e Grillo… frega tanto a lui. Lui continua a smuovere la terra, alla ricerca di succulente prelibatezze.

Ma una mattina, aperte le imposte, osservo con stupore che in mezzo al prato il merlo è riverso su un fianco e il becco è spalancato in quella che appare una tetra postura conseguente all’agonia. E’ fermo, immobile già da qualche secondo e lo guardo attentamente ancora per mezzo minuto, senza che riveli segni di vita.

“Oddio, è morto stecchito! Hai visto cosa succede a far troppo il bullo?”, penso tra me, e corro nell’altra stanza per uscire in giardino.
Faccio un passo nella sua direzione, ma all’improvviso si rialza, si da una scrollatina, insomma, una “spulinada”, si volta e mi guarda per qualche istante, poi ricomincia a saltellare e si avvia nuovamente alla ricerca di cibo.

E’ sempre lui, irriverente come non mai.
Glielo si legge sul muso: frega tanto al merlo della Belen, dell’iceberg grande come la Liguria che si è staccato dalla piattaforma antartica e ora vaga senza meta, di Trump e di Putin, della legge elettorale che finalmente garantisca la governabilità o l’ennesima riforma delle pensioni oppure dell’Austria che vuol chiudere le frontiere…

Lui si accontenta di qualche lombrico estratto dal terreno, che tamburella incessantemente col suo poderoso becco giallo, e il giorno dopo è ancora lì, spudorato come non mai, che mi guarda dritto negli occhi con aria di sfida, e ricomincia a tastare le zolle, come se fosse la replica della stessa rappresentazione, riproposta all’infinito.

Mah!

Che abbia ragione il merlo? 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/08/2016 08:24:00
In compagnia di... Pinocchio “C’era una volta…-Un re!– diranno i lettori di Vallesabbianews. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un gruppo di 15 ciclisti dell’Avis Gavardo che viaggiava in pellegrinaggio verso Roma”

22/02/2016 06:22:00
Trecento Cari amici lettori di ValleSabbiaNews, questo è il centocinquantesimo racconto pubblicato sul sito (il “battesimo” avvenne il 23 maggio 2011), e allora vi chiederete perché l’ho intitolato “Trecento”...

29/05/2017 06:40:00
Mamma e papàSono il Genio della Lampada!”, esclamo con voce baritonale, sotto il cielo stellato. “Allora fai venire qua la mia mamma e il mio papà!”, ribatte con enfasi il piccolo folletto di cinque anni, che ho rinominato “Duracell”, come le pile che non si scaricano mai… 

09/10/2017 05:39:00
In medio stat virtus E’ quasi mezzanotte, squilla il telefono: “Ciao Rigoberto, sono Giacomino, non hai per caso un’elettrovalvola servoazionata a due vie da prestarmi? …Ah, ce l’hai? Allora passo subito a prenderla? Va bene, grazie, arrivo”…

20/11/2017 11:49:00
Buon compleanno Vallesabbianews Questo mercoledì sera a Barghe, in occasione di una serata sul tema “Quale futuro per l’informazione”, Vallesabbianews festeggerà con i collaboratori e i lettori i suoi primi dieci anni



Altre da Racconti del Lunedì
08/01/2018

Anno nuovo, vizi antichi

Ultim’ora: “Non siamo contrari al fatto che il cittadino possa portare i sacchetti da casa, a patto che siano monouso e idonei per gli alimenti”

18/12/2017

Buon Natale papà

La bottiglia di whisky è lì sul tavolo. Sembra sfidarmi. Che ci vuole ad aprirla? Un colpo secco, il tappo di alluminio si stacca dalla fascetta che lo imbriglia, con un “clic” melodioso, e poi la stupefacente cascata di oro colato sprofonda nella mia gola, giù, fino a torcermi le budella… (1)

20/11/2017

Dieci anni fa

Dieci anni fa Juventus e Napoli risalivano in serie A, dopo un anno di purgatorio in B, mentre il Milan vinceva la sua ultima Champions League. Nel 2007 ci lasciavano Luciano Pavarotti ed Enzo Biagi, Gianfranco Ferrè e Franco Cosimo Panini, quello delle figurine. Steve Jobs, creatore della Apple, lanciava l’iPhon e Ubaldo Vallini fondava ValleSabbiaNews! (3)

30/10/2017

Il calcio nel pallone

Juventus – Spal, giocata la settimana scorsa, termina con il risultato di 4 a 1 per i campioni d’Italia. Intervistato a fine partita, l’allenatore della squadra ferrarese, Semplici, dichiara: “Però li abbiamo spaventati!”…

09/10/2017

In medio stat virtus

E’ quasi mezzanotte, squilla il telefono: “Ciao Rigoberto, sono Giacomino, non hai per caso un’elettrovalvola servoazionata a due vie da prestarmi? …Ah, ce l’hai? Allora passo subito a prenderla? Va bene, grazie, arrivo”…

18/09/2017

Padre Enzo

L’ultimo incontro con Padre Enzo avvenne una quindicina di anni fa. Rivederlo oggi ci ha procurato un’emozione immensa!

04/09/2017

Il Traviato

Dopo una settimana di ferie, e terminata la prima giornata di lavoro, al rientro, cosa c’è di meglio di una passeggiata lungo le sponde del fiume Chiese, in mezzo ai boschi?

14/08/2017

Uno splendido sabato alle Piscine Due Pini

L’ultimo sabato di luglio, bello e caldissimo, lo trascorriamo ai Due Pini di Salò, immersi tra le decine di olivi e oleandri che circondano le splendide piscine. Che spettacolo!

03/07/2017

Sono venuto a prenderti

Trenta gradi alle dieci di sera, in camera, non li avevo mai percepiti, e l’estate, almeno quella astronomica, è soltanto all’inizio! Prendo il cuscino, scendo in taverna, apro il divano letto e mi stendo, rinfrancato…  

19/06/2017

La scomparsa dei càlem

Non era una gran fatica portare un sacchetto di càlem dal peso di tre chili, per trecento metri, anche perché durante il tragitto c’era un calo “tecnico” di almeno un chilo, che finiva nel mio stomaco... (1)

Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia