Skin ADV
Sabato 15 Dicembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE




13.12.2018 Vobarno

13.12.2018 Sabbio Chiese

13.12.2018 Salò

13.12.2018 Agnosine

14.12.2018 Vestone Salò

14.12.2018 Barghe Odolo Treviso Bs Mura Capovalle Paitone Valsabbia

13.12.2018

13.12.2018 Valsabbia Garda Provincia

14.12.2018

13.12.2018 Val del Chiese






04 Settembre 2017, 05.41

RAcconti del Lunedì

Il Traviato

di Ezio Gamberini
Dopo una settimana di ferie, e terminata la prima giornata di lavoro, al rientro, cosa c’è di meglio di una passeggiata lungo le sponde del fiume Chiese, in mezzo ai boschi?

Ne abbiamo proprio bisogno. Ogni rientro è sempre indigesto, ma questa volta in particolar modo; bah, forse la causa principale è da ricercare nel tempo che passa.

Il clima è incantevole e la camminata davvero rilassante.
Siamo sulla via del ritorno, Grazia si avvicina e mi mette un braccio sulla spalla opposta, stringendomi con forza, come facevamo noi bambini maschi alle elementari quando ci abbracciavamo, urlando a squarciagola: “Chi züga a guére?”, poi comincia a sussurrarmi all’orecchio:

“Non vorrei traviarti, ma…”.

Ossignur – penso incuriosito, e non senza una punta di inquietudine - cos’ha in mente questa donna? Propormi di andare ancora in ferie, cambiare la cucina, andare ad abitare in Islanda?”.

…ma – prosegue con aria intrigante – stasera non avresti voglia di fare un bel risotto con il gorgonzola avanzato in frigo da parecchi giorni?”.

“Fiuuu…”
, tiro un sospiro di sollievo.

In effetti, in frigorifero da alcuni giorni c’è una “sleppa” di gorgonzola, puzzolente al punto giusto, che aspetta soltanto di essere “assimilato”, in qualsiasi modo.
E’ uno spettacolo vedere l’amico Luigi che il venerdì, al mercato, taglia a metà l’enorme forma, alta almeno due spanne, e poi ne fa degli spicchi che al loro interno esibiscono una cremosità che induce a dimenticare ogni proposito di dieta, e ti spinge a spalmare quel ben di Dio su una fetta di pane caldo, e gustarlo estasiati.

Il risotto, vuole il risotto!

Vabbè che “no ghè vantadur che se vanta de per lur”, e conosco pure i miei limiti, ma col risotto non si scherza; lei lo sa che non ne sbaglio uno neanche se mi bendassero e mi legassero una mano dietro la schiena.
Insomma, è molto più facile che a Mastro Lindo spuntino delle treccine lunghe fino al culo, piuttosto che io sbagli a fare un risotto!

Tolgo la crosta e lascio la fetta di gorgonzola sull’asse, poi preparo un po’ di brodo (eh, stavolta col dado…), e in una casseruola metto una noce generosissima di burro, qualche cucchiaio di olio, un pezzettino di scalogno e uno spicchio di aglio (tritati a mezzaluna, niente roba elettrica, per carità), e quando si è sciolto tutto, inserisco qualche pezzetto di gorgonzola, che comincia a scomporsi.

Ora aggiungo il riso, che comincio a mantecare piuttosto velocemente per fargli assorbire quel poco condimento che c’è nella casseruola (deve soffrire, all’inizio, ma alla fine il risultato sarà grandioso), poi, pian piano aggiungo il brodo, ma poco, poco alla volta, e via via altri pezzi di gorgonzola, fino a quando la “sleppa” è solo un ricordo, a mezza cottura una manciata di Parmigiano grattugiato e una puntina di sale, seguitando a mantecare energicamente, con rigorosa direzione oraria.

Questo Carnaroli cuoce tra i sedici e i diciotto minuti; al diciassettesimo spengo il fuoco e lo lascio riposare un minuto.

Prima di impiattare, lo guardo; anche stavolta la magia è riuscita: il risotto è morbido e cremoso, a muoverlo sembra di vedere le onde del mare, e il profumo è celestiale.

Buon appetito, moglie mia.

Ce lo gustiamo lentamente, come fosse un anticipo di Paradiso!

E anche questa è andata, alla faccia della dieta, del “Traviato”, che per fortuna stavolta alla fine non muore, e di Giuseppe Verdi.


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/03/2011 09:50:00
Giornata ecologica lungo il Chiese Sabato mattina a Barghe l’annuale iniziativa per la pulizia delle sponde del fiume, con la partecipazione delle associazioni e degli alunni della primaria.

30/03/2015 06:57:00
Sei eliminata! Venerdì sera di metà marzo, terminata la giornata e settimana lavorativa, rientriamo a casa e affrontiamo l’ultima curva che conduce al nostro villaggio

30/08/2015 09:18:00
Dopo le ferie… 3… 2 … 1… arriva il rientro Dopo le vacanze, i momenti di relax, passeggiate, mare e montagna è arrivato il momento di tornare alla “solita vita”. Settembre è alle porte!

24/11/2018 11:10:00
Sentieri da dissentire Questa domenica – 25 novembre – una passeggiata per ribadire l’assoluta contrarietà di Muscoline e dei Comuni del Chiese all’ipotesi di collocare il nuovo depuratore del Garda in una zona agricola in territorio muscolinese a ridosso del fiume 

22/07/2008 00:00:00
Salvo dopo un volo di 40 metri con il pick-up Un errore di valutazione nel fare manovra col fuoristrada poteva costare caro ad un 46enne di Roè Volciano che ieri mattina è precipitato con il suo mezzo lungo un dirupo a picco sul fiume Chiese. L'incidente in località Mandale, rapidi i soccorsi.



Altre da Racconti del Lunedì
03/12/2018

Il pimpinello

Avrei voluto intitolare questo racconto “Il pistolino”, e ora vi spiego il perché, ma il direttore non me l’avrebbe permesso… (1)

05/11/2018

Il mio amico Fabio

“Dai, svelto, dobbiamo fumarle tutte e venti, e abbiamo soltanto mezz’ora!”, dissi al mio amico Fabio, vent’anni in due perfettamente ripartiti, essendo coetanei, mentre c’eravamo nascosti al lavatoio sul fiume, una domenica pomeriggio di quasi mezzo secolo fa…

08/10/2018

La saggezza di Anouk

Anouk è la cagnolina di nostra figlia Anna. La sua razza, Basenji, di origine africana, è nobile e antica: si può notare dal portamento regale, immortalata accanto ai Faraoni. E’ incredibile come ci si possa affezionare a un “affarino” del genere...
(5)

17/09/2018

Le monete d'oro

Alla mitica “pesca” della Madonna della Rocca compro un biglietto, tolgo il minuscolo elastico che lo avvolge e lo apro. Non credo ai miei occhi: “Hai vinto 500.000 euro!”, e la Fabiana me li dà subito: tre sacchi di monete d’oro da cinque o sei chili l’uno!…  (1)

27/08/2018

La moretta fanese

Per festeggiare nel modo più appropriato il duecentesimo “Racconto del Lunedì” pubblicato su Vallesabbianews, voglio narrare delle due settimane trascorse in agosto a Fano, nelle Marche, con Grazia…

23/07/2018

Rape rosse per te

Rape rosse per teeee, ho comprato staseeeraaaa… No, contrordine amici, si trattava di rose!...

02/07/2018

Per un'amica

“Allora, come va?”. “Non male, dai, ma non ci vedo più niente… sono qui con i miei settantotto anni…” e comincia a sospirare. “Eh, furbo, sono alcuni di più!”, replico sostenuto. “Ah, sì, hai ragione, te li ho detti al contrario, sono ottantasette!”… (1)

18/06/2018

La tintoria

La signora Maria considerò come un miracolo, il nuovo colore dei pantaloni di Adelmo, l’amato marito, anche se burbero e scontroso. Osvaldo, il padrone della tintoria, era proprio un mago nella sua arte…

04/06/2018

L'influencer

Io pensavo che l’influencer fosse una brutta malattia, e invece si tratta di una persona in grado di condizionare, influenzare, soprattutto attraverso i social e i media in generale…

21/05/2018

Racconto per telepatici

Questo è un racconto per telepatici… (1)

Eventi

<<Dicembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia