Skin ADV
Sabato 23 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Arcobaleno che unisce il cielo...

Arcobaleno che unisce il cielo...

di Gianfranco Fenoli

[Estate]


22.06.2018 Bagolino

22.06.2018 Vestone Anfo Lavenone

22.06.2018 Valsabbia

22.06.2018 Vestone

21.06.2018 Mura

22.06.2018 Casto

21.06.2018 Valsabbia

22.06.2018 Vestone

21.06.2018

22.06.2018 Roè Volciano Salò Garda





08 Gennaio 2018, 06.36

RAcconti del Lunedì

Anno nuovo, vizi antichi

di Ezio Gamberini
Ultim’ora: “Non siamo contrari al fatto che il cittadino possa portare i sacchetti da casa, a patto che siano monouso e idonei per gli alimenti”

E nell’illustrare la posizione ufficiale del Ministero della Salute, il segretario generale del dicastero chiarisce che “Il titolare dell’esercizio commerciale avrebbe la facoltà di controllare l’idoneità della busta”.
Insomma, con italica originalità, si demanda sempre a qualcun altro l’onere di assicurare l’efficacia delle norme, che prevedono l’obbligo di utilizzare, per l’acquisto di frutta e verdure sfuse, buste biodegradabili al costo variabile da uno a cinque centesimi.

Si è proceduto ad adeguarsi a una normativa europea, la quale specifica che “le nuove buste (biodegradabili) non potranno essere distribuite gratuitamente”, anche se in realtà l’Italia, sinora, è stato l’unico paese a metterla in pratica.

Grande civiltà, senso civico e segnale di modernità, o solita fregatura, sottoforma di nuova tassa?
Le reazioni sono state varie e diverse.

All’inizio, ho pensato a un enorme autogol della grande distribuzione:
“Ah si? Allora tutti torneranno dal fruttivendolo in fondo all’angolo…”, salvo poi considerare che di fruttivendoli in fondo all’angolo ce ne siano sempre di meno.
Ma alla fine prevale l’idea che un piccolo sacrificio, per vivere tutti quanti meglio, e in un mondo più pulito, possa essere sostenuto senza troppe lamentele.

In ogni caso, Grazia ed io ci siamo ripromessi, quando andremo in pensione, di recarci a far la spesa sempre al mercato.

Davvero curiosa è la notizia appresa alla fine dell’anno: “A partire dal gennaio 2019 il Giappone applicherà una tassa pari a 7,5 € a chiunque esca dal paese”.
Non è una battuta, ma una disposizione del governo giapponese, che intende attuare prima delle Olimpiadi del 2020, e la tassa sarà pagata da tutti, turisti e giapponesi che usciranno dai confini nipponici.

Insomma, la famosa battuta “Entrata gratis, uscita a pagamento”, diviene realtà nel Sol Levante!

Scoperto un altro pianeta dal clima temperato,
di dimensioni terrestri, a soli undici anni luce dal sistema solare: si chiama Ross 128b.
Se camminiamo per dieci chilometri il giorno, fra duecentottantacinque miliardi di anni ci arriviamo, salvo dover tornare a metà strada perché ci siamo dimenticati di portare un vassoio di pasticcini per ingraziarci la nuova razza.

Cosa non fa il calcio:
“Tradito da biglietto partita: arrestato”.
“Ha prenotato un biglietto per la partita di calcio Napoli – Inter, che si sarebbe giocata dieci giorni dopo nel capoluogo partenopeo, e così ha fornito una traccia ai Carabinieri che l’hanno individuato e arrestato.
Elemento di spicco e referente di una fiorente piazza di spaccio nel quartiere di Secondigliano, era latitante da alcuni mesi, con una pena di sei anni e sette mesi da scontare; è stato catturato in un autolavaggio”.


In marzo andremo a votare. Con ogni probabilità quattro o cinque partiti otterranno complessivamente non più del 75-80% dei voti validi.
Che guazzabuglio! Staremmo freschi, se volessimo dare retta a tutti quelli che in questo momento vogliono negare a priori qualsiasi tipo di accordo per governare. Credo che ci siano in giro tanti Pinocchio!

C’è da augurarsi che prevalga il buon senso e, una volta tanto, tralasciando veti, ripicche, polemiche e rancori, la nuova classe politica operi unicamente per il bene comune, abbia coraggio e sappia rischiare, favorendo innanzitutto i giovani, e dimostrando la propria grandezza nel prendersi cura soprattutto dei più deboli.

Chissà come funziona la politica sul pianeta Ross 128b, senza Berlusconi e Renzi, Di Maio e Brunetta, Grillo e Boschi, Salvini e D’Alema, Boldrini e Bersani, Alfano e Grasso, Gentiloni e Meloni…

Assistiamo in questi giorni alla stucchevole diatriba di stampo adolescenziale su chi ce l’ha più grosso (il pulsante nucleare…) tra il presidente americano e quello nord-coreano.
Chissà che risate si faranno, fra cinquant’anni, nel leggere queste cronache (se fra cinquant’anni ci saremo ancora, perché, con le premesse di cui sopra, c’è da dubitarne seriamente).

Per concludere, all’inizio di questo nuovo anno mi piace pensare che, alla fine, nonostante tutto e in ogni caso, conta di più un bacio scambiato con Grazia, un pranzo in famiglia con i propri cari, una serata trascorsa con gli amici, rispetto ai vizi antichi e a tutte le “app” di questo mondo.

Felice anno!

Ezio Gamberini


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/10/2017 05:39:00
In medio stat virtus E’ quasi mezzanotte, squilla il telefono: “Ciao Rigoberto, sono Giacomino, non hai per caso un’elettrovalvola servoazionata a due vie da prestarmi? …Ah, ce l’hai? Allora passo subito a prenderla? Va bene, grazie, arrivo”…

25/08/2014 06:57:00
Cronache marine (parte seconda)Va bene la sveglia alle sette?”, avevo chiesto a Grazia prima di prendere sonno.
Oh, sei matto? Siamo in ferie, eh!”.

13/03/2017 07:35:00
L’anno che verrà Dopo aver introdotto i cento lire nel jukebox digitavo J3, il braccio meccanico si attivava per andare a pescare il 45 giri prescelto e in pochi secondi potevo ascoltare “L’anno che verrà” di Lucio Dalla…

29/05/2017 06:40:00
Mamma e papàSono il Genio della Lampada!”, esclamo con voce baritonale, sotto il cielo stellato. “Allora fai venire qua la mia mamma e il mio papà!”, ribatte con enfasi il piccolo folletto di cinque anni, che ho rinominato “Duracell”, come le pile che non si scaricano mai… 

26/03/2018 09:15:00
Una previsione sbagliata Avevo otto anni quando il mio maestro mi disse, esasperato: “Tu da grande sarai un delinquente!”. Ed io gli risposi, altrettanto furibondo: “E lei sarà il primo che ammazzerò!”



Altre da Racconti del Lunedì
18/06/2018

La tintoria

La signora Maria considerò come un miracolo, il nuovo colore dei pantaloni di Adelmo, l’amato marito, anche se burbero e scontroso. Osvaldo, il padrone della tintoria, era proprio un mago nella sua arte…

04/06/2018

L'influencer

Io pensavo che l’influencer fosse una brutta malattia, e invece si tratta di una persona in grado di condizionare, influenzare, soprattutto attraverso i social e i media in generale…

21/05/2018

Racconto per telepatici

Questo è un racconto per telepatici… (1)

07/05/2018

Quest'anno niente Nobel

Nooooooo! Per il Maestro John e il sottoscritto nessuna possibilità di vincere il premio Nobel per la Letteratura, quest’anno, infatti, nel 2018 non sarà assegnato!

23/04/2018

La sindrome di Capitan Uncino

Grazia una mattina mi fa vedere il braccio sinistro. Lo alza, solleva la manica e, sorridendo sorniona, si batte sul polso, dove dovrebbe esserci l’orologio, ma non c’è!…

09/04/2018

Potenza di un vanghetto

Tu dalle in mano un vanghetto, due fiorellini, un metro quadrato di terra e non sai più neanche di averla. Trascorrono ore, ma lei sembra non accorgersene!...

26/03/2018

Una previsione sbagliata

Avevo otto anni quando il mio maestro mi disse, esasperato: “Tu da grande sarai un delinquente!”. Ed io gli risposi, altrettanto furibondo: “E lei sarà il primo che ammazzerò!”(3)

12/03/2018

Buone notizie

Soltanto da pochi giorni è terminata la “sbornia elettorale”, ma le buone notizie apprese in questa settimana m’invogliano a parlare solo di queste ultime…

19/02/2018

Mozart fa russare?

Possibile che il grande, l’immenso Wolfang Amadeus Mozart, considerato trai i più grandi geni della storia della musica, faccia russare? Lo scopriremo alla fine del racconto…

05/02/2018

Due minuti di ritardo

“Due minuti di ritardo, si dimette il ministro Bates. Facce incredule: è shock alla Camera dei Lord. Bates, dopo le scuse, ha preso le sue carte e lasciato l’aula”...

Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia