Skin ADV
Lunedì 16 Settembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE






20 Gennaio 2016, 17.53

Quaderni di Cinema

Rai2 ricorda Scola con Una giornata particolare

di Nicola Nimi Cargnoni
Stasera, mercoledì, Rai 2. Ore 21.15.

Lei, casalinga, perfetta donna fascista che colleziona foto del duce e che vive la propria vita al servizio del marito e dei figli.
Lui, conduttore radiofonico omosessuale prossimo a dover lasciare la propria casa per scontare l'esilio al confino.

Roma, nei giorni della visita di Hitler e del suo incontro con Mussolini.
Il sottofondo, il perenne vocio della radio che trasmette la diretta del "plebiscito" romano per l'incontro tra Hitler e Mussolini.
I palazzi, completamente deserti, che diventano il micro mondo dentro al quale i due protagonisti vivono, isolati da tutto il resto eppure mai abbandonati da quella radio perenne e tartassante.

Lei scopre di essere una sognatrice, viene a contatto col mondo proprio quando il mondo sembra essere scomparso.
Lui è il suo tramite, è l'affascinante giornalista che però non può renderla felice a causa della sua condizione.

Una grandissima prova per Mastroianni e Loren che in questo film invertono eccezionalmente il loro status quo: la diva diviene dimessa, trasandata, pallida.
Il sex symbol è invece omosessuale, svestendosi della sua fama di donnaiolo incallito.

La fotografia mantiene sempre quei toni pastellati, d'altra epoca, così fedeli a quei colori che effettivamente popolano i nostri pensieri quando immaginiamo gli anni Trenta.
Un film del 1977, coraggioso, epico, moralmente violento.
Una grandissima storia di un probabile amore, una storia di redenzione, di riscatto, di un sogno ad occhi aperti come viatico per fuggire la quotidianità.

Ora: questo film è uno dei più belli in assoluto.
Ricordare Scola con questo film è un bel regalo che la RAI fa alla gente. Nel momento in cui Scola moriva, un allenatore offendeva un altro dandogli del frocio.
Non c'entra nulla, ma è curioso vedere come i grandi uomini siano sempre stati grandi, anche quarant'anni fa, anche quando mettere in scena la normalità dei gay richiedeva un certo coraggio e una bella dose di rischio.
Lacrime. Ma su Scola avremo modo di ritornarci.

Nicola Nimi Cargnoni


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/09/2014 06:33:00
«Belluscone» e «La zuppa del demonio», l’Italia del piccolo-grande cinema Nelle sale due film d’autore, testimonianze della vitalità che ancora anima la linfa del cinema di casa nostra

06/09/2014 07:45:00
«L'arte della felicità» è l'esordio di Alessandro Rak Dopo la lunga pausa estiva torna l'apprezzatissima rubrica 'Quaderni di Cinema', di Nicola (nimi) Cargnoni, con la recensione di un bellissimo film d'animazione del 2013 che sta uscendo in DVD


27/02/2014 07:32:00
Molière in bicicletta: il teatro al cinema Una deliziosa commedia francese che si risolve in un congegnato meccanismo ben riuscito

25/06/2014 07:00:00
«La città incantata» al cinema per tre giorni Da mercoledì 25 a venerdì 27 arriva nei cinema il capolavoro di animazione del regista giapponese Hayao Miyazaki

17/04/2015 08:49:00
Nanni Moretti è sempre meglio di come te lo aspetti In un racconto circolare e chiuso Moretti racconta del rapporto tra il cinema e la realtà, sullo sfondo di una storia personale che non si limita all’autobiografia



Altre da Quaderni di Cinema
11/04/2016

L'immagine della città nel cinema, n. II

Continua l’inserto che sarà dedicato all’uso dell’immagine cinematografica all’interno dei vari contesti urbani.

29/03/2016

Satira e realismo nel cerchio magico di «Il dottor Stranamore»

Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via alla collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film commission

25/03/2016

La ritualità come ritorno all'eterno: Silent souls

Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via a una (speriamo) lunga collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film commission

15/03/2016

Il corpo concreto e il peso dell'anima: «21 grammi»

E' iniziato mercoledì 9 marzo 2016 un ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via ad una (speriamo) lunga collaborazione tra le università pugliesi ed il Centro studi dell’Apulia film commission.

10/03/2016

Fuocoammare, dove l'immobilità del tempo stravolge lo sguardo

Dove Malavoglia e Gattopardo si incontrano, dove il tempo sembra essersi fermato, dove la quotidianità convive con uno dei più grandi sconvolgimenti sociali e antropologici in atto

18/02/2016

L'immagine della città nel cinema, n. I

Con questa piccola introduzione, inizia l’inserto che sarà dedicato all’uso dell’immagine cinematografica all’interno dei vari contesti urbani


26/01/2016

Steve Jobs, fantasma al cinema

Buon film biografico che ritrae alcuni momenti della vita di Jobs fino al 1998

23/01/2016

Revenant. Quando a essere redivivo è il piano sequenza

Grande esercizio di stile per Alejandro González Iñárritu che mette a segno un altro “prodotto” filmico con pochi ma rilevanti difetti

20/01/2016

La grande scommessa... cinematografica

Nelle sale un film sul default economico del 2008, dove satira e soluzioni di regia originali si combinano al tentativo di complicatissime spiegazioni economiche (1)

Eventi

<<Settembre 2019>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia