Skin ADV
Domenica 24 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Medusa in riva al mare a Jesolo

Medusa in riva al mare a Jesolo

di Claudia Giacomini



22.06.2018 Bagolino

23.06.2018 Pertica Bassa

22.06.2018 Vestone Anfo Lavenone

23.06.2018 Gavardo

22.06.2018 Vestone

22.06.2018 Valsabbia

23.06.2018 Barghe

22.06.2018 Casto

22.06.2018 Gavardo

22.06.2018 Vestone





21 Marzo 2016, 08.50

Genitori & Figli

Prostituzione minorile

di Giuseppe Maiolo
Sono emerse nei giorni scorsi azioni di adescamento on line di minori. Solo in questi casi si parla dei rischi che corrono i minori sulla rete. Cosa fanno e cosa devono fare gli adulti di riferimento?

Emerse nei giorni scorsi azioni di adescamento on line di minori finiti poi nel giro della prostituzione minorile, i giornali hanno giustamente riferito con dovizia di particolari di insospettati professionisti, per la gran parte bresciani, ma uno anche della provincia di Bolzano, i quali per lungo tempo hanno pagato prestazioni sessuali a ragazzi minorenni.        

Sui rischi che i minori corrono in rete non si parla mai abbastanza o se ne parla quando accadono fatti del genere. Personalmente ritengo sia la sfida educativa dei prossimi anni a cui dobbiamo prepararci.
Ne parlo in continuazione ai diretti interessati, ai minori andando nelle scuole, ma anche ai genitori e agli insegnanti. Sostengo dovunque che, per vincere la nuova sfida educativa che vede il rischio continuo di dipendenza dai Social o quello dell’adescamento da parte di pedofili oppure del Cyberbullismo (altra piaga in espansione), vi è l’urgenza che gli adulti di riferimento, quelli che hanno in carico il progetto educativo, devono conoscere e valorizzare le enormi potenzialità delle nuove tecnologie, ma anche sapere quali pericoli si corrono ed educare prestissimo i minori al loro corretto utilizzo.

Pochi, pochissimi, sono gli adulti che accompagnano i figli a conoscere i vari dispositivi con cui già da bambini interagiscono facilmente.
Nessuno mostra loro con coerenza come ci si deve comportare in rete e perché bisogna fare attenzione a postare foto personali. 
Così i minori imparano ad arrangiarsi, si abituano a non dire quello che fanno quando navigano e a nascondere le loro esperienze negative. Molti dei genitori che incontro non conoscono nemmeno il  significato di parole come ad esempio sexting o grooming. 
Molti illusoriamente credono di tenere sotto controllo i figli guardando la cronologia dei siti o si illudono di sapere i loro contatti per il semplice fatto di far parte della loro lista di amici su un Social.

In realtà tutto è molto più complesso.
Ad esempio un’assidua frequenza sul web porta un bambino a confondere il mondo virtuale con quello reale e a non vedere alcuna differenza nel passare dall’uno all’altro. Tutto poi, ma proprio tutto, è a portata di un click. 

Il sesso è a disposizione di ognuno nella sua infinita gamma di rappresentazioni.
Entri in chat erotiche e menti sulla tua data di nascita, conosci le fantasie, i desideri o le perversioni degli altri che facilmente possono far presa sulla pulsante sessualità degli adolescenti quando ancora però non sei attrezzato psicologicamente.

La pornografia dilaga in rete tra i giovani e di solito gli adulti di riferimento non ne sanno nulla.
I genitori conoscono poco o nulla della sessualità dei figli, non sanno i loro pensieri, le loro fantasie e soprattutto non hanno idea di cosa fanno quando navigano in rete, nell’isolamento della loro camera.
Ho chiesto recentemente a due genitori di una dodicenne vittima per un paio di anni di un pedofilo che l’aveva adescata in rete e aveva chiesto e ottenuto pose sessuali e filmati hard, che cosa pensassero di lei. Mi hanno risposto che non avrebbero mai immaginato che sapesse già tutte quelle cose.

Non serve però incolpare esclusivamente la tecnologia digitale o demonizzarla.
Viviamo un tempo in cui la sessualizzazione diffusa della società ha portato alla scomparsa del concetto di infanzia e sul piano della sessualità tutto avviene in maniera anticipata. Urge invece dire “Basta!” allo stupore dei genitori che non vedono come sono realmente i loro figli.

Basta non saper cosa fare e cosa dire.
C’è il bisogno urgente di predisporre progetti di intervento per la  scuola e la famiglia che diano strumenti di autodifesa ai minori ma anche  nuove attrezzature educative agli educatori.

Giuseppe Maiolo
www.officina-benessere.it


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
22/03/2014 08:00:00
Internet, opportunità e rischi Tre incontri rivolti ai genitori nell’ambito del progetto "Biblioteca a regola d'arte" di Prevalle, per conoscere meglio la rete e i rischi a cui possono andare incontro i loro figli

22/07/2016 07:13:00
Grooming: la pedofilia in Internet Tra rischi che corrono i minori in Internet vi è da sempre quello di essere adescati, cioè catturati dai maleintenzionati che vogliono procurarsi contatti reali di natura sessuale o materiale pedopornografico

30/11/2016 09:40:00
I pericoli di Internet Pedofilia, prostituzione minorile, sexting sono i rischi che si possono incontrare nell’utilizzo della rete. Venerdì a Gavardo se ne parla con il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani

14/06/2018 08:00:00
«Qui non si tocca» I pericoli di internet nella società di oggi, soprattutto riferiti ai minori, sono l'argomento all'ordine del giorno di un incontro che avrà luogo questo venerdì 15 giugno a Vallio Terme. Ne parlerà il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani

23/10/2017 07:49:00
Imparare Internet per educare i figli Internet è una realtà preziosa, ormai insostituibile. Da quando, agli inizi degli anni novanta del secolo scorso, Internet è diventata una “rete” di connessioni diffusa e utilizzata a livello globale la nostra realtà è cambiata radicalmente



Altre da Genitori e Figli
23/06/2018

Prevenire le molestie e l'abuso

Non è per nulla facile scovare gli “orchi” che molestano i minori. Non lo è mai stato.  È storia consueta che la violenza sessuale e psicologica rimanga nascosta per un certo tempo 

17/06/2018

Esami in vista, ansia in arrivo!

È ormai tempo di esami. Ma anche di ansia e stress. Perché si sa, le prove scolastiche ma in particolare quelle della maturità, in fondo rappresentano la “verifica” di un percorso e insieme l’autorizzazione della società ad andare oltre l’adolescenza.

11/06/2018

Il piacere di una magrezza estrema

Tutto, ormai, comincia dalla rete. Anche quella voglia matta delle adolescenti, soprattutto ragazze, di essere in forma, ora che l’estate è in arrivo. Spesso però è solo un pretesto, perché il problema vero è il rapporto negativo con il proprio corpo 

03/06/2018

Perdere la vita per un selfie

Sfidare il rischio per un selfie, correre un pericolo per aumentare i like sul proprio profilo o tentare una performance acrobatica per documentare le personali capacità sembra appartenere ogni giorno di più ai Millennials


20/05/2018

Regolare e proteggere i minori

I pollicini, cioè i nuovi adolescenti che scrivono sullo smartphone con due pollici, per motivi biologici culturali ed evolutivi sono dentro un flusso continuo di cambiamenti e mutazioni fisiche, mentali, relazionali, affettive. (1)

13/05/2018

Omofobia e cyberbullismo

La giornata mondiale contro l’omofobia, che si celebra il 17 maggio di ogni anno, dovrebbe servire a ricordare che la paura di chi ha un diverso orientamento sessuale è ancora ampiamente diffusa nella nostra società
 

29/04/2018

Abbuffarsi di alcol

Il binge drinking, l’abbuffata alcolica, è uno dei nuovi eccessi, o per meglio dire una di quelle esagerazioni che le adolescenze di oggi sembrano coltivare per scarsa conoscenza del rischio

20/04/2018

Minori violenti con gli adulti

Non è bullismo quello che si vede nel video diffuso sul web dove un ragazzo minaccia, umilia e deride un prof (6)

16/04/2018

A quale età il cellulare?

La domanda più insistente che oggi si fanno i genitori è relativa all’età in cui è più giusto dare lo smartphone ai figli. Una questione assai dibattuta anche da pediatri e psicologi e non ancora risolta perché non vi sono linee guida precise e definite.

03/04/2018

La violenza «assistita»

Oggi parliamo della violenza di chi vive violenza. E del disagio di una generazione di bambini che crescono lasciati a loro stessi


Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia