Skin ADV
Lunedì 20 Agosto 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827


19.08.2018

19.08.2018 Prevalle

18.08.2018 Val del Chiese

19.08.2018 Valtenesi

18.08.2018 Villanuova s/C

19.08.2018 Anfo

18.08.2018 Mura Valsabbia

19.08.2018 Garda

18.08.2018 Pertica Alta

19.08.2018



23 Giugno 2018, 14.42

Blog - Genitori e figli

Prevenire le molestie e l'abuso

di Giuseppe Maiolo
Non è per nulla facile scovare gli “orchi” che molestano i minori. Non lo è mai stato.  È storia consueta che la violenza sessuale e psicologica rimanga nascosta per un certo tempo 

Alle volte emerge quasi per caso, come pare sia avvenuto con il maestro che molestava sessualmente i bambini di una scuola in provincia di Bolzano. Ciò è dato dal fatto che è un’abilità specifica dell’abusante nascondere agli occhi degli altri le sue azioni perverse e tessere nascostamente e con pazienza una ragnatela di azioni invischianti. Così ci vogliono strumenti sofisticati di alta tecnologia per rendere evidente quello che non si vede o che abilmente viene occultato.
 
La trappola che tende il pedofilo imprigiona quasi sempre perché i suoi atteggiamenti e le parole perverse che utilizza, non necessariamente minacciose, costringono al silenzio le vittime designate. I bambini in particolare accettano le molestie e le attività seduttive in quanto si vergognano di parlarne con gli adulti di riferimento, oppure perché temono di perdere quelle attenzioni affettuose e delicate che il pedofilo dedica loro.
 
Questo rende necessario far sapere sempre ai bambini quali pericoli si nascondono dietro atteggiamenti troppo seduttivi o comportamenti che coinvolgono il corpo come contatti troppo ravvicinati e carezze insistenti. È necessario parlar chiaro ed è fondamentale che siano i genitori e gli insegnanti ad affrontare apertamente l’argomento pedofilia, pur con la giusta delicatezza e parole adeguate. 
 
Ai bambini, senza particolari preoccupazioni, va detto chi è il pedofilo e cosa fa, come si comporta. Va esplicitato che non è l’uomo che ruba o rapisce i minori e li ammazza. Si sentono troppo spesso circolare idee come queste, che sono sbagliate e impediscono ai piccoli di riconoscere i soggetti “malintenzionati”, che di solito sono privi di evidenti caratteristiche minacciose.
 
Poi, un modo per aiutarli è quello di far capire che il loro corpo è privato e prezioso. C’è un fondamentale e precoce concetto di privacy relativa al corpo e alle parti intime che è bene definire precocemente. È un buon modo per aiutare a costruire dentro un sentimento di autoprotezione basato sul senso di imbarazzo e sulla percezione che qualcosa di strano si agita per un contatto fisico insistente con un adulto.
È una buona pratica, utile a riconoscere chi non rispetta il corpo e la psiche di un bambino, e spinge a far intervenire chi di dovere prima che sia troppo tardi.
 
Infine, per fermare l’orco e rendere evidenti le sue azioni subdole, abbiamo bisogno dell’aiuto degli altri piccoli che vedono, sentono e percepiscono quel qualcosa di strano e offensivo che accade a un compagno o a una compagna. Li dobbiamo attrezzare a coltivare l’empatia ed educarli a non stare in silenzio per paura di essere considerati delle spie.

Li dovremmo far crescere capaci di distinguere i segreti buoni da quelli cattivi ed educarli ad avvisare gli adulti quando provano imbarazzo o altre emozioni forti se vedono comportamenti particolari dei grandi, come contatti fisici e coccole troppo frequenti e più del dovuto a un compagno. 
 
Giuseppe Maiolo
Doc. Psicologia delle età della vita – Università di Trento
www.officina-benessere.it 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/07/2018 08:00:00
Mancanza di educazione? Si dice che i bambini e gli adolescenti di oggi usino ormai comunemente un linguaggio da postribolo 

19/10/2015 07:31:00
Molestie e pedofilia: attrezzare i bambini Invitabile è lo sdegno di fronte ad un adulto che molesta i bambini. Eppure preziosa ed efficace la reazione di quella bambina undicenne che permette alle forze dell’ordine di acciuffare l’abusante

16/04/2018 10:30:00
A quale età il cellulare? La domanda più insistente che oggi si fanno i genitori è relativa all’età in cui è più giusto dare lo smartphone ai figli. Una questione assai dibattuta anche da pediatri e psicologi e non ancora risolta perché non vi sono linee guida precise e definite.

26/08/2015 08:00:00
Bambini e stress da rientro Tutti sanno che ci vogliono alcuni giorni per riprendere, per tornare a fare le cose di prima con la stessa partecipazione o, meglio ancora, con soddisfazione. Se questo capita agli adulti, figuriamoci ai bambini

22/07/2018 09:30:00
Sempre connessi ma fuggiaschi Li puoi chiamare fuggiaschi ma sono teenager isolati dal mondo che non vedi perché si nascondono, si ritirano in casa e rifiutano i contatti reali



Altre da Genitori e Figli
19/08/2018

Le bulle

Quando pensiamo al bullismo pensiamo ai maschi e alle prevaricazioni che esercitano tra pari, bambini o adolescenti. Non c’è dubbio che stando alle statistiche il fenomeno riguardi in gran parte il genere maschile, ma...

12/08/2018

I giovani e l'incertezza

Nel libro “La società dell’incertezza” Zigmunt Bauman sosteneva che la società contemporanea, conquistata la liberta individuale, ora è destinata all’incertezza...

05/08/2018

Costruire empatia

L’empatia sembra oggi una parola di moda visto l’uso frequente che se ne fa. Ma, a mio parere, è piuttosto una necessità a cui dovremmo dedicare particolare attenzione e risorse 

29/07/2018

Adolescenti e social

I social sono buoni o cattivi? Servono agli adolescenti o sono dannosi?  Domande insistenti che oggi riecheggiano ovunque e che, soprattutto i genitori, si pongono preoccupati dei pericoli che i figli possano correre frequentandoli assiduamente

22/07/2018

Sempre connessi ma fuggiaschi

Li puoi chiamare fuggiaschi ma sono teenager isolati dal mondo che non vedi perché si nascondono, si ritirano in casa e rifiutano i contatti reali

15/07/2018

Mancanza di educazione?

Si dice che i bambini e gli adolescenti di oggi usino ormai comunemente un linguaggio da postribolo  (1)

09/07/2018

Ludopatia

Il termine ludopatia è ormai diventato familiare. Se ne parla sempre di più e si insiste, meno male, sugli aspetti gravi, anzi gravissimi. La parola indica gioco che produce patologia!

01/07/2018

Il bullismo a scuola

La scuola è finita anche quest’anno ma a bilancio c’è sempre l’inquietante incremento del bullismo (1)

17/06/2018

Esami in vista, ansia in arrivo!

È ormai tempo di esami. Ma anche di ansia e stress. Perché si sa, le prove scolastiche ma in particolare quelle della maturità, in fondo rappresentano la “verifica” di un percorso e insieme l’autorizzazione della società ad andare oltre l’adolescenza.

11/06/2018

Il piacere di una magrezza estrema

Tutto, ormai, comincia dalla rete. Anche quella voglia matta delle adolescenti, soprattutto ragazze, di essere in forma, ora che l’estate è in arrivo. Spesso però è solo un pretesto, perché il problema vero è il rapporto negativo con il proprio corpo 

Eventi

<<Agosto 2018>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia