Skin ADV
Martedì 26 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Celeste primavera

Celeste primavera

di Gianfranco Fenoli



25.03.2019 Bagolino

25.03.2019 Prevalle Provincia

26.03.2019 Bagolino

25.03.2019 Capovalle Valsabbia

26.03.2019 Bione

24.03.2019

25.03.2019 Gavardo

25.03.2019 Salò

25.03.2019 Sabbio Chiese

24.03.2019 Bione






11 Giugno 2018, 09.46

Blog - Genitori e figli

Il piacere di una magrezza estrema

di Giuseppe Maiolo
Tutto, ormai, comincia dalla rete. Anche quella voglia matta delle adolescenti, soprattutto ragazze, di essere in forma, ora che l’estate è in arrivo. Spesso però è solo un pretesto, perché il problema vero è il rapporto negativo con il proprio corpo 

Ora, da qualche tempo, si diffondono i siti in cui si danno consigli, indicazioni o si suggeriscono veri e propri metodi per perdere peso e raggiungere la magrezza desiderata. Una magrezza estrema! Spesso sono blog per nulla improvvisati, che vengono gestiti con grande abilità da ragazze esperte di questo tema, le quali mettono a disposizione un luogo virtuale dove puoi trovare suggerimenti precisi per perdere peso e modificare il corpo.
 
A prima vista sembra che soddisfino il bisogno di aiuto volto a stare meglio con se stessi. Perché oggi, se hai necessità di un sostegno quando il corpo non ti piace e non sai come fare o non puoi parlarne con nessuno, segui un blog, entri in una comunità virtuale, stai su un social dove i selfie si sprecano. Magari ti inserisci in un gruppo Whatsapp e non ti senti più sola perché ti pare di avere in ogni momento del giorno qualcuno con cui poter condividere ogni tua ansia o, più ancora, quelle angosce infinite che aggiungono sofferenza alla sofferenza.

Così ti sembra di poter governare meglio quelle “ossessioni” se le ritrovi tra le coetanee in ogni parte del mondo.Ti pare di sopportarle meglio. Anzi, trovi giusto e soprattutto normale cercare un sistema che ti aiuti a cambiare quel corpo “nemico”, modificarlo e renderlo più vicino ai canoni che fanno diventare famose le modelle. Reso così “normale” il tuo bisogno di essere filiforme, non ti appaiono più pericolose le pratiche, anche le più severe che puoi fare da sola senza l’aiuto di nessuno.
 
È il grande potere del web che normalizza ogni cosa. Diventa normale l’idea della magrezza estrema, normale che si possa fare di tutto senza rischi né pericoli, normale che le pratiche per ridurre il peso siano eccessive e le attività sportive assurde, estreme. Grazie ai siti cosiddetti pro-anoressia che le teenager sanno abilmente trovare in rete, si affrontano così i problemi alimentari e si diffondono “diete fai da te”, decaloghi mortiferi per smettere di mangiare. Tutto questo confina con l’autolesionismo e l’autodistruzione, perché basato su regole assurde che nessuno controlla. Il pericolo è per tutti ma in particolare per le personalità più deboli e influenzabili che stanno affrontando in adolescenza i problemi legati all’immagine di sé.
 
È vitale allora intervenire. Subito. Ma come sempre, e in particolare per i disturbi alimentari, l’aiuto deve arrivare prima, deve anticipare il disagio profondo che scava dentro il solco terribile di una malattia grave. Per chi è negli immediati dintorni dell’adolescenza è necessario osservare se per un’adolescente cambia rapidamente il modo di mangiare o di stare a tavola. Se cambia improvvisamente l’umore e si ritira, se evita di mangiare con la scusa di fare altro o rispondere ai messaggi. Il controllo dell’adulto serve a prevenire una malattia subdola, ma funziona se fatto di attenzione quotidiana al minore, di presenza non invadente ma precisa e in particolare dai un ascolto attento e da un dialogo affettivo non giudicante a cui spesso, però, è necessario aggiungere un intervento specialistico. 
 
Giuseppe Maiolo
Doc. Psicologia delle età della vita – Università di Trento
www.officina-benessere.it
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/07/2018 08:27:00
Adolescenti e social I social sono buoni o cattivi? Servono agli adolescenti o sono dannosi?  Domande insistenti che oggi riecheggiano ovunque e che, soprattutto i genitori, si pongono preoccupati dei pericoli che i figli possano correre frequentandoli assiduamente

04/11/2018 08:00:00
Minori che picchiano i prof Se vieni a sapere che un gruppo di adolescenti in un Istituto superiore della Brianza scaglia contro la propria insegnante oggetti vari e finanche sedie, ti domandi cosa sta accadendo a scuola.

04/03/2019 09:06:00
Fare i genitori al tempo dei social I bambini e gli adolescenti di oggi sono immersi nel mondo tecnologico e vivono come una “doppia vita” che influenza il processo di sviluppo e di individuazione: una reale dove fanno le esperienze comuni e si confrontano con il principio di realtà, e una virtuale che consente altre esperienze e rapporti con se stessi e con gli altri

15/07/2018 08:00:00
Mancanza di educazione? Si dice che i bambini e gli adolescenti di oggi usino ormai comunemente un linguaggio da postribolo 

22/07/2018 09:30:00
Sempre connessi ma fuggiaschi Li puoi chiamare fuggiaschi ma sono teenager isolati dal mondo che non vedi perché si nascondono, si ritirano in casa e rifiutano i contatti reali



Altre da Genitori e Figli
26/03/2019

Giochi perversi online

Le prepotenze e le offese sul web aumentano. Aumentano i provocatori e chi si vanta delle proprie azioni perché la rete può ripagare in popolarità con i “like”, che possono anche rendere dal punto di vista economico  

17/03/2019

Le emozioni in rete

E’ tempo ormai di domandarsi dove stiano le nostre emozioni quando siamo in rete e come vengono espresse.

10/03/2019

Il cyberbullismo non è un gioco

Le prepotenze e le aggressioni, le derisioni e le minacce che si sviluppano grazie alle nuove tecnologie di comunicazione sono comportamenti ancora poco conosciuti
(1)

04/03/2019

Fare i genitori al tempo dei social

I bambini e gli adolescenti di oggi sono immersi nel mondo tecnologico e vivono come una “doppia vita” che influenza il processo di sviluppo e di individuazione: una reale dove fanno le esperienze comuni e si confrontano con il principio di realtà, e una virtuale che consente altre esperienze e rapporti con se stessi e con gli altri (1)

27/02/2019

Costruire l'umano per combattere il bullismo

Sarebbe bello se le azioni bulle avessero anche una minima motivazione e il bullo o la bulla fossero soggetti riconoscibili a distanza. Dietro molte aggressioni, invece, e dietro la violenza ci sono dinamiche complesse ma spesso prive di una qualche specifica ragione

11/02/2019

Quando il bullismo diventa normale

Ci sono storie che si raccontano e altre, spesso quelle che parlano di prevaricazioni e violenze, che vengono tenute nascoste sotto il velo perverso dell’omertà. VIDEO


28/01/2019

Raccontare la memoria contro la banalità del male

La memoria è un magazzino, una sorta di “luogo” fisico di strutture nervose dove si accumulano esperienze e ricordi, storie e fatti del passato che appartengono a noi stessi o ad altri...

20/01/2019

Se le maestre picchiano i bambini

Le immagini delle maestre che maltrattano i bambini mettono in evidenza, una volta di più, come la violenza sui minori sia ancora una vergognosa piaga sociale (2)

14/01/2019

A che servono i castighi e le punizioni?

Le frustrazioni, i rimproveri, le limitazioni e anche le punizioni servono, hanno la loro funzione: quella di far sapere al bambino ciò che è bene e ciò che è male, quello che si può  e quello che non si può fare

23/12/2018

Se Babbo Natale non fa più sorprese

Viviamo, di questi tempi, più il Natale dello stress, delle cose da fare e dei regali da comprare, che quello dei riti.

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia