Skin ADV
Mercoledì 19 Dicembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Giulietta e Romeo

Giulietta e Romeo

di Graziella Martinelli





29 Aprile 2018, 08.00

Blog - Genitori e figli

Abbuffarsi di alcol

di Giuseppe Maiolo
Il binge drinking, l’abbuffata alcolica, è uno dei nuovi eccessi, o per meglio dire una di quelle esagerazioni che le adolescenze di oggi sembrano coltivare per scarsa conoscenza del rischio

Perché se è vero che, nonostante tutte le campagne di prevenzione, il consumo di sostanze alcoliche tra i giovani è in aumento, è altrettanto vero e preoccupante che i minori si avvicinano sempre prima all’alcol e i servizi che si occupano di dipendenze indicano ormai come esordio i 10-11 anni.

Si inizia per gioco e divertimento, per integrarsi con i pari e per star bene. Si comincia imitando quello che fanno gli altri, i compagni più grandi, quelli più spavaldi e temerari e si esagera senza porsi domande e dubbi. Lo si fa sospinti anche dai diffusi modelli degli adulti che usano l’alcol in ogni circostanza e finiscono per trasmettere un’idea di normalizzazione.

Le abbuffate di alcol sembrano essere ora un modo particolare per sottolineare l’assenza di un confine tra il possibile e il pericoloso. Sottolineano la velocità con cui si fanno le esperienze oggi senza che nessuno controlli il percorso. Abbuffarsi di bevande alcoliche è un modo particolare per vedere come si può passare rapidamente da uno stato psicologico ad un altro, perché la caratteristica è proprio quella di assumerne quantità notevoli in poco tempo ed avere immediati effetti.

Bere aiuta a socializzare. Lo sapevamo. In questo caso però serve a provare un rapido senso di ebrezza e sperimentare la perdita del controllo o l’alterazione della coscienza. In molti casi anche il coma etilico che è l’esperienza più devastante. Molti teenager lo sanno, ma non se ne preoccupano.

Prevale, molto spesso, il bisogno di vincere un acuto senso di solitudine o un dolore interno accusato sempre più di frequente, oppure serve a contenere quell’oscillazione dell’umore che in adolescenza fa passare rapidamente dall’ottimismo più esasperato ad un pessimismo profondo e disperato. A qualcuno l’abbuffata di alcol può servire per perdere l’inibizione e l’insicurezza prima di un rapporto sessuale. Un’esperienza, insomma, che può partire dal tentativo di star meglio o di “curare” qualche aspetto problematico dell’esistenza. Ma, come sempre, l’alcol è illusorio e questo comportamento altamente pericoloso e dannoso.  

Secondo alcuni studi sul fenomeno, molti sono i rischi che si corrono sia a breve che a lungo termine ma spesso i giovani non li conoscono. O, peggio ancora, ne hanno una percezione parziale e alterata che li porta a sottovalutare la pericolosità.

Perché se il bisogno di eccedere può coincidere con la necessità tutta evolutiva di trasgredire tipica dell’adolescenza che impone nuove esperienze da fare e nuovi orizzonti da attraversare, il “binge drinking” sembra evidenziare qualcosa di molto specifico per i giovani di oggi.  Rappresenta anche la possibilità di esaltare le prestazioni personali e far vedere agli altri le sfide che si sanno fare. Ciò serve ad essere immediatamente visibili con performance “al limite” ma che procurano “like” e conferme. Al contempo si tratta dell’ennesima variante del motto “Life is now” che sottolinea l’acuta necessità degli adolescenti di provare tutto e subito, ma soprattutto segnala il piacere del consumo bulimico di adrenalina quale argine alle frustrazioni sempre più difficili da tollerare insieme al senso di vuoto e alla noia.


Giuseppe Maiolo
Doc. Psicologia dello sviluppo – Università di Trento
www.officina-benessere.it
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
13/11/2009 12:01:00
Ecco il comitato «No alcol» I ragazzi della frazione vobarnese di Collio si mobilitano per sensibilizzare i coetanei contro l’abuso di bevande alcoliche

21/05/2008 00:00:00
Basta alcol per strada ai minorenni Niente più bevande alcoliche ai minori di 16 anni, non solo sotto la voce “somministrazione” come già prevede la legge italiana, ma anche come “vendita”. Lo ordina il sindaco a Barghe, preoccupato di un fenomeno in costante aumento.

12/08/2014 18:17:00
Alcol, ordinanza «creativa» a Salò A Salò, un'ordinanza comunale vieterà presto ai minori di consumare o anche solo di detenere, a qualsiasi titolo, bevande alcoliche in luoghi pubblici o esposti al pubblico. Previste multe salatissime


23/06/2018 14:42:00
Prevenire le molestie e l'abuso Non è per nulla facile scovare gli “orchi” che molestano i minori. Non lo è mai stato.  È storia consueta che la violenza sessuale e psicologica rimanga nascosta per un certo tempo 

07/11/2006 00:00:00
Meno alcol è meglio Fin dall'età giovanile tutte le persone hanno il diritto ad un'informazione corretta ed imparziale sulle conseguenze del consumo di bevande alcoliche sulla salure, sulla famiglia e la società'.



Altre da Genitori e Figli
16/12/2018

Nell'educazione parlare non basta

“Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Questa frase, ripetuta spesso per definire chi è volutamente distratto e sentita e in particolare dalle madri che lamentano di non essere ascoltate dai figli, non è solo un’impressione, è una verità 

07/12/2018

Pornografia virtuale e dipendenza

Le nuove tecnologie mettono a disposizione l’universo mondo con un solo click.

24/11/2018

Educare i figli per prevenire la violenza sulle donne

Se sai che una ragazza di 23 anni è andata a fare volontariato in Africa per occuparsi di bambini in un progetto di cooperazione internazionale, dovresti rivedere immediatamente tutte le idee negative che puoi avere sui giovani e sulla loro indifferenza  (1)

18/11/2018

Madri che uccidono

Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

11/11/2018

Le parole dell'odio

Le parole dell’odio circolano realmente attorno a noi, oggi  più che mai in rete, e attraversano le relazioni, le contaminano e le feriscono

04/11/2018

Minori che picchiano i prof

Se vieni a sapere che un gruppo di adolescenti in un Istituto superiore della Brianza scaglia contro la propria insegnante oggetti vari e finanche sedie, ti domandi cosa sta accadendo a scuola.

28/10/2018

Morire ancora di eroina

La storia agghiacciante di Desirée Mariottini è la narrazione drammatica della disperazione giovanile e del degrado urbano, ma soprattutto umano
(1)

21/10/2018

La pedofilia on line

Tutto cambia, nel bene e nel male. Ora la pedofilia si è trasferita in Internet e i pedofili on line sono la nuova frontiera della depravazione sessuale

14/10/2018

Castrazione chimica per la pedofilia? Inutile

Ogni qualvolta accadono violenze sessuali sui bambini o di stupri sui minori come il recente caso della studentessa asiatica violentata a Firenze qualche settimana fa, torna fuori da parte di personaggi pubblici o politici l’idea della castrazione chimica come soluzione

07/10/2018

Genitori separati e affido dei figli. Ma quale riforma?

Ci siamo abituati, negli anni scorsi, ai bambini con la valigia sempre pronta, usata non per fare vacanza quanto, piuttosto, per andare da casa della mamma a quella del papà e viceversa


Eventi

<<Dicembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia