Skin ADV
Venerdì 22 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE





01 Marzo 2018, 07.15

Blog - Figurine di provincia

Capitano tuttofare

di Luca Rota
Ogni storia calcistica ha un percorso a sé, e ogni carriera vive i suoi alti e bassi. Quelle di Marco Rossi e del Genoa hanno in comune molte similarità, essendo due storie di risalita, di duttilità… e di corsa

Classe ’78, lascia Lucca per Salerno dove ventenne fa il suo esordio in A agli ordini di Delio Rossi. È di scena all’Arechi anche l’anno successivo, prima di unirsi alla Fiorentina a millennio iniziato. Coi viola conosce l’Europa, e prende confidenza col calcio d’alta classifica, prima di partecipare “attivamente” al declino del clan Cecchi Gori, chiedendo la rescissione del contratto per mancati pagamenti.  
 
Dopo il fallimento della Viola, si trasferisce al Como, di passaggio nel massimo campionato, per poi approdare in quella che sarà la squadra della sua vita: il Genoa di Enrico Preziosi. Retrocede però tra i cadetti, e nella sua prima stagione non sfigura affatto, mettendo persino a referto otto reti in 38 incontri disputati. L’anno successivo il Grifone risulterà primo a fine stagione, ma verrà retrocesso in C1 per illeciti sportivi.
 
Inevitabile è l’esodo che coinvolge i volti più noti dei quella forte compagine; inevitabile per molti, ma non per lui, che decide di ripartire coi colori rossoblù cuciti addosso, diventandone capitano ed uomo simbolo. 
 
Da lì ben 8 stagioni di corsa e sostanza, che lo vedranno artefice di due promozioni (in due stagioni) e di quasi 300 presenze condite da trenta gol. Fa il terzino, il terzo di difesa, l’interno di centrocampo e l’ala. Gioca persino da attaccante esterno, e si rivela uomo congeniale ai moduli di mister Gasperini. 
 
Al Marassi ritrova persino l’Europa, nel frattempo diventata “League” e non più Coppa Uefa, continuando a correre, macinando chilometri e sacrificandosi, come sa far bene. Nella stagione 2012-2013, decide che arrivato il momento di appendere le scarpette al chiodo, e di lasciare il posto sulla fascia a chi ne ha di più. Lascia così anche “la fascia”, quella da capitano, ma non la sua numero 7, ritirata dalla società proprio in suo onore. 
 
Ad oggi lavora nel settore giovanile del Grifone, perché immaginarlo in un posto diverso non sarebbe possibile, né avrebbe avuto senso. Tornante, ala, esterno d’attacco, terzino, persino centrale o interno; Marco Rossi, calciatore tutto corsa e sudore, elemento duttile fino all’inverosimile, generoso e costante. Un esempio vero. 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
22/05/2018 08:55:00
Un grande capitano Breve storia sportiva, quella di una provincia calcistica un tempo gloriosa e vincente, poi d’un tratto sprofondata tra gli abissi 

17/12/2017 16:15:00
Il ritardatario Da piccolo sfogliando l’album delle figurine, arrivato nella sezione dedicata alla Serie B, subito risaltavano ai miei occhi due nomi...

01/04/2018 09:00:00
Vite spericolate Tre uomini e la droga. Le figurine di oggi hanno in comune proprio ciò che li ha rovinati. Tre ruoli diversi, tre ottimi calciatori, tre persone in difficoltà, nonostante le vite apparentemente scevre di problemi, che si pensa possano appartenere a dei calciatori professionisti

17/03/2018 08:24:00
Made in Italy C’era una volta, ma nemmeno tanto tempo fa, una squadra orbitante tra la A e la B che vantava una curiosa particolarità, veramente in controtendenza coi dettami del calcio moderno

31/12/2017 08:00:00
Non un «uno» qualunque Palermo-Milano solo andata. Non è il titolo del celebre film di Claudio Fragrasso, ma la sintesi dell’adolescenza calcistica di Massimo Taibi



Altre da Blog - Figurine di provincia
17/06/2018

Il Catania "argentino"

C’è un filo conduttore che lega il Catania alla serie in A, sin dal suo ritorno nel 2006 fino alla retrocessione del 2014


04/06/2018

Il dandy

Classe, talento, grinta, dribbling e corsa. Aggiungici la voglia di emergere e una sicurezza nei propri mezzi da fare invidia ai più grandi, ed ecco servito il giusto mix: Gianluigi Lentini 

22/05/2018

Un grande capitano

Breve storia sportiva, quella di una provincia calcistica un tempo gloriosa e vincente, poi d’un tratto sprofondata tra gli abissi 

03/05/2018

Lo specialista

Ogni categoria nasconde delle insidie, e l’attuale Lega Pro, un tempo divisa tra serie C1 e C2, ne nascondeva parecchie. Campi pesanti, gioco duro e marcature asfissianti, dove spesso gente provvista di buona tecnica trovava difficoltà enormi nell’emergere e squadre molto tecniche non andavano oltre gli applausi, con i risultati a premiare altre più fisiche 

19/04/2018

Le petit Zidane

Classe, eleganza, movimenti e giocate da predestinato. Un trequartista. Mourad Meghni la Francia la lascia giovanissimo, direzione Emilia, dove conosce la serie A vestendo il rossoblu bolognese

08/04/2018

Il toro di Sora

Napoli e il sole della stupenda Campania; Afragola per togliersi i denti da latte e “sconfinare”, in quel di Sora. Un amore, un rapporto indissolubile tra una città ed un uomo. Lui è Pasquale Luiso, professione centravanti

01/04/2018

Vite spericolate

Tre uomini e la droga. Le figurine di oggi hanno in comune proprio ciò che li ha rovinati. Tre ruoli diversi, tre ottimi calciatori, tre persone in difficoltà, nonostante le vite apparentemente scevre di problemi, che si pensa possano appartenere a dei calciatori professionisti

17/03/2018

Made in Italy

C’era una volta, ma nemmeno tanto tempo fa, una squadra orbitante tra la A e la B che vantava una curiosa particolarità, veramente in controtendenza coi dettami del calcio moderno

08/03/2018

Mario Frick

Ve lo immaginate Totti che, per continuare a dare una mano alla causa azzurra, decide di arretrare a giocare in difesa? O ve lo immaginate Del Piero che, in un’ipotetica Italia in difficoltà, si posizioni al centro del reparto difensivo per rassicurare le sorti, in quanto uomo più carismatico? 

21/02/2018

Tenetevi il miliardo

Chi direbbe di no ad un miliardo di lire? Anzi, per essere più precisi, a più di mezzo miliardo di lire. La figurina di oggi una volta l’ha fatto sul serio, e insieme al suo procuratore ci ha anche scritto un libro dal titolo omonimo  (1)

Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia