Skin ADV
Lunedì 25 Settembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE






13 Giugno 2017, 10.00

Blog - Ecomuseo di Valle Sabbia

Santa Maria Assunta di Vobarno

di Emanuele Busi
Dopo aver visitato la nota Rocca di Sabbio Chiese, proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta della chiesa parrocchiale di Vobarno, dedicata a Santa Maria Assunta, ricca di arte e di storia.

Questa chiesa fu iniziata nel 1755, in un periodo di elevata attività edilizia, soprattutto religiosa, forse per esorcizzare definitivamente il secolo precedente, tempestato invece da carestie e pestilenze. In questi anni vennero chiamati a Brescia e provincia numerosi architetti, provenienti soprattutto dal comasco, dal bergamasco e dalla Val d’Intelvi: erano gli anni in cui a Brescia esercitava la funzione di cardinale il colto ed amante delle arti Angelo Maria Querini (1680-1755), promotore del completamento del duomo nuovo e la costruzione della prestigiosa Biblioteca Queriniana.

La chiesa, voluta dall’arciprete Ottavio de Zoboli, era già terminata nel 1764. Architetto che iniziò i lavori fu Gaspare Turbino (1728-1802), cognome poi mutato in Turbini, figlio d’arte, essendo anche il padre Marcantonio un valente progettista. L’edificio andava a sostituire la vetusta pieve, risalente al V-VI secolo, una delle più antiche in Valle Sabbia; la riedificazione fu dettata probabilmente dai problemi di capienza e di stabilità dell’antica costruzione.

Per andare incontro alle esigenze urbane, Turbini decise di modificare l’orientamento della chiesa; la facciata principale sorgeva infatti all’imbocco della strada principale, ma si aveva una visuale limitata della piazza. L’architetto optò dunque per dotare la chiesa di due facciate. Quella principale è abbastanza semplice, nel registro inferiore si dà grande importanza al portale con cornice marmorea ed eleganti colonne ioniche. La seconda facciata, definita anche "facciata-fiancata”, dà invece sulla piazza; all’ingresso si accede tramite una doppia scalinata che va ad occupare quasi per intero il lato della chiesa rendendola molto simile ad una quinta teatrale.

L’odierno campanile non è altro che il riutilizzo dell’antica torre civica della rocca, un tempo vicino alla facciata principale, col nuovo assetto a fianco. Questa torre fu costruita con materiali di recupero, tra cui cippi e lapidi d’età romana.

L’interno conserva opere di pregevole fattura. Il veronese Giorgio Anselmi (1720-1797) affrescò un importante ciclo che nel corso del tempo subì varie calamità, compromettendone la tutela, come quando nel 1797 le truppe francesi, adibita la chiesa a loro temporaneo rifugio, accesero all’interno dei fuochi, facendo staccare così parti dell’intonaco ed incupendo le tonalità.

L’affresco della vela centrale raffigura l’Assunzione (la parrocchiale è dedicata proprio alla Vergine Assunta), nei pennacchi esterni all’ovale trovano posto i quattro evangelisti. Opera di un collaboratore dell’Anselmi sono le finte architetture affrescate per dilatare la percezione dello spazio fisico. Nell’altro ovale vi è un personaggio con mani giunte, mentre nella vela sopra il presbiterio è raffigurata una scena tratta dal libro di Samuele, in cui Abigail porge doni al Re Davide. Concludono il ciclo, nei pennacchi laterali, le figure di Aronne, Re David, Mosè, Salomone.

Pregevoli sono inoltre le sculture in stucco di Antonio Calegari (1699-1775) che rappresentano i Padri della Chiesa occidentale (i santi Girolamo, Ambrogio, Gregorio, Agostino), databili tra il 1760 e il 1770.

Sono presenti numerose pale, opere della famiglia dei Paglia, la più importante è quella dell’altar principale che rappresenta l’Assunzione al cielo, dipinta e firmata da Angelo Paglia e databile 1720-1730.

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
20/09/2017 16:30:00
La «cattedrale» di Mura L’itinerario lungo le bellezze artistiche di un ipotetico Ecomuseo della Valle Sabbia prosegue fino a Mura Savallo per ammirare la maestosa pieve

04/11/2015 10:56:00
«Le ali della preghiera» Giovedì sera nella chiesa parrocchiale di Gavardo un nuovo appuntamento della rassegna organizzata per il centenario della riconsacrazione del tempio con letture di testi di Paolo VI e l'accompagnamento musicale del coro “La Faita”

28/08/2010 07:00:00
Riapre Santa Maria Assunta La riapertura della chiesa parrocchiale di Vobarno dà avvio alle feste quinquennali della Madonna della Rocca.

11/01/2012 18:29:00
Santa Maria Assunta C'è stato un tempo in cui l'imponente parrocchiale che Mura dedica all'Assunta estendeva la sua giurisdizione da Casto fino a Presegno.

14/09/2017 10:45:00
Ecografia 3D/4D in gravidanza Da questo mese di settembre è possibile effettuare questo tipo di ecografia anche presso il Poliambulatorio Santa Maria di Vobarno



Altre da Blog-Ecomuseo
20/09/2017

La «cattedrale» di Mura

L’itinerario lungo le bellezze artistiche di un ipotetico Ecomuseo della Valle Sabbia prosegue fino a Mura Savallo per ammirare la maestosa pieve

23/08/2017

Palma il Giovane a Nozza

Dopo aver trattato, nel precedente articolo, la rocca di Nozza, parliamo ora di un pregevole dipinto, forse poco conosciuto da parte dei valsabbini, che si trova ai piedi di tale costruzione

02/08/2017

La Rocca di Nozza, un monito ai posteri

Dopo aver descritto le bellezze storico-artistiche offerte dalla chiesa Parrocchiale di Preseglie, proseguiamo il nostro viaggio virtuale in direzione del Trentino, trovando sul nostro cammino Nozza (1)

03/07/2017

Preseglie o «il fiore della Valle Sabbia»

Posto di rilievo all’interno dell’ecomuseo valsabbino dovrà avere sicuramente Preseglie, per via delle bellezze paesaggistiche e per la presenza di case alquanto aggraziate che dimostrano un’antica signorilità del borgo

17/05/2017

La Rocca di Sabbio

Dopo essere stati a Odolo e parlato dell’archeologia industriale che qui si trova, proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta delle bellezze valsabbine trattando della nota Rocca di Sabbio Chiese

02/05/2017

Il Museo del Ferro di Odolo

Il viaggio di Emanuele Busi nella stroia della Valle Sabbia alla ricerca delle peculiarità che rendono interessante l'idea di costituire un ecomuseo, passa oggi da Odolo

20/04/2017

Il Museo Archeologico di Gavardo

Prosegue il viaggio virtuale alla scoperta delle bellezze valsabbine con un tuffo nella storia grazie alle collezioni del Museo Archeologico della Valle Sabbia

03/04/2017

L'apparizione della Vergine

Comincia oggi il nostro viaggio virtuale alla scoperta delle bellezze, materiali ed immateriali, della Valle Sabbia

21/03/2017

Le carte in regola

Inizia oggi una collaborazione con Emanuele Busi, giovane studioso di Odolo che ha individuato, fra le peculiarità valsabbine, quelle che potrebbero entrare a far parte di un "ecomuseo di valle" (1)

Eventi

<<Settembre 2017>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia