Skin ADV
Lunedì 30 Marzo 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








28.03.2020 Valsabbia

29.03.2020 Agnosine

29.03.2020 Gavardo

28.03.2020 Gavardo Valsabbia Garda

28.03.2020 Bione

28.03.2020 Valsabbia Garda

28.03.2020 Preseglie

28.03.2020 Villanuova s/C

29.03.2020 Gavardo

29.03.2020 Gavardo Valsabbia Garda






25 Febbraio 2020, 07.35
Bagolino Valsabbia
Coronavirus

«Ci hanno trattati come delinquenti»

di val.
In barba ai divieti, soprattutto domenica, ma anche il lunedì, Bagolino ha fatto il pieno di gente e di "assembramenti". Bloccate sul nascere le danze di una trentina di balarì "dissidenti"

«Hanno voluto mantenere lo “sporchess” e hanno impedito la parte più bella del Carnevale. Così davvero non va bene. Così non si fa».
E’ lo sfogo amaro di un balarì, uno dei dissidenti fra quelli che ieri mattina hanno provato a ballare fra le piazzette e gli slarghi di Cavrìl.

Una trentina in tutto, sui cento e passa che fanno parte della Compagnia, i rappresentanti della parte “nobile” del Carnevale bagosso che non hanno voluto fare ascolto ai “capi”, i quali invece, “obtorto collo”, avevano accettato l’ordinanza comunale che vietava le manifestazione folkloristiche su tutto il territorio comunale.

«Abbiamo fatto un paio di ballate e subito sono arrivati degli agenti a farci smettere, costringendoci a toglierci la maschera per poter essere identificati – ci ha raccontato il dissidente -. Un altro paio di ballate le abbiamo potute fare in un cortile privato, perché a quanto pare lì era consentito.
Poi siamo saliti poco più su per la contrada e quando abbiamo ricominciato a danzare sono arrivate due auto dei carabinieri, coi militari a disperderci e a dirci che rischiavamo la denuncia penale. Ci hanno trattati come delinquenti».

Gli amministratori e le forze dell’ordine
non avevano scelta e non avrebbero potuto comportarsi diversamente. Sappiamo infatti che con le ordinanze ministeriali, regionali, poi anche della Prefettura, c’è davvero poco margine di discussione.

Ciò che si è visto domenica e poi lunedì a Bagolino, ad ogni modo, è stata una rappresentazione dell’assurdo.
Se le ordinanze che si sono susseguite fin dalla tarda mattinata di domenica avevano lo scopo di evitare assembramenti anti coronavirus, infatti, da queste parti non sono servite ad un bel niente.

Per tutta la giornata di domenica
nelle piazze, ma anche nei vicoli bagossi, si è registrato il tutto esaurito: di ragazzi soprattutto, mescolati a qualche màscher, alcuni dei quali tristemente dediti allo sballo alcolico.

A nulla è valsa l’ordinanza emanata verso mezzogiorno della domenica di divieto per gli estranei di fare ingresso a Bagolino, quando ormai il paese era già pieno di gente.

A nulla è valsa quella successiva che ha previsto la chiusura dei bar alle 18, visto che poi si sono aperte le taverne private e le case.
A poco o niente i posti di blocco istituiti dai Vigili agli ingressi del paese per evitare che a Bagolino arrivassero altre persone.

Orde di ragazzi e di ragazzini, infatti, hanno continuato ad imperversare fino a notte fonda e a nessuno di loro, a quanto pare, è mancato l’alcol necessario ad esagerare con la baldoria.
Così anche nella giornata di ieri, con le vie affollate come se le ordinanze non fossero mai state emanate.

Insomma: l’unico assembramento che le forze dell’ordine sarebbero riuscite ad evitare con successo, sono state le esibizioni dei sonadùr e le danze dei balarì.

Nemmeno la guerra
era riuscita ad interrompere il Carnevale bagosso, che ha più di 500 anni. C’è riuscita la paura del coronavirus.

-----------------------------------------------
Rettifica:
Abbiamo scritto che a bloccare le danze dei balarì "dissidenti" ad un certo punto era stata la polizia Provinciale.
Si tratta di un'informazione errata: ci assicurano dal comando della Provinciale, infatti, che al lunedì fra la mattina e il mezzogiorno nessuno di loro era in sevizio a Bagolino.
Ce ne scusiamo con i diretti interessati e coi lettori.
Ubaldo Vallini


Invia a un amico Visualizza per la stampa








Vedi anche
23/02/2020 12:43:00
Sospeso il carnevale a Bagolino e in altri Comuni A causa dell'infezione da Coronavirus, a tutela della salute pubblica, sono stati annullati anche il Carnevale di Bagolino, così come quello Sabbio Chiese e Odolo. A Storo solo delle limitazioni
Aggiornamento ore 14.30



24/02/2020 16:40:00
Sospeso anche il Gran Carnevale Dopo la decisione della Provincia Autonoma di Trento di sospendere le manifestazioni legati al Carnevale, non si svolgerà neanche quello di Storo

29/02/2020 08:55:00
Quel che resta del Carnevale Sappiamo come è andata a finire, il carnevale a Bagolino e Ponte Caffaro c'è stato e non c'è stato, perché l'ordinanza regionale è stata solo parzialmente rispettata...

19/02/2015 07:00:00
«Alcuni giudizi che non vorrei dare» Eccoci qui, al mercoledì dopo le “Santissime Feste” del Carnevale di Bagolino, del carnevale dei Bagossi, del nostro carnevale

16/02/2020 07:33:00
Il Carnevale dei bambini, imparare per crescere C'è un aspetto del Carnevale di Bagolino che lo caratterizza e lo distingue da altre manifestazioni consimili...



Altre da Bagolino
23/03/2020

Limitazioni al transito sul Caffaro

Un'ordinanza provinciale prevede il divieto di transito ai veicoli che pesano più di 40 tonnellate. E per tutti la distanza di 30 metri un veicolo dall'altro. «Decisione unilaterale» lamenta il sindaco di Storo. E ci sarebbero dubbi sulla effettiva possibilità di controllare i carichi


19/03/2020

Orario ridotto alla Rurale

Mantenere la continuità del servizio ottemperando alle disposizioni sull’emergenza, nel rispetto di operatori e clienti. Così si è regolata la Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella. Ecco gli orari delle filiali valsabbine e della Valle del Chiese in vigore da questo giovedì


16/03/2020

Un contagiato anche a Bagolino

Dieci nuovi casi ieri, che portano il numero delle persone infette a settanta. La Valle Sabbia, insomma, almeno facendo riferimento a quel che accade nel resto della Provincia, sembra reggere meglio di altre zone all’onda d’urto del virus

13/03/2020

Andrà tutto bene, ce la faremo

Anche a Bagolino l'iniziativa è piaciuta e il Gruppo Oratorio ha rivolto un invito ai ragazzi per la realizzazione degli arcobaleni con un messaggio di ottimismo e augurio per tutto il Paese

12/03/2020

Morire col virus, a 53 anni

Si è spento Adriano Foglio, origini bagosse e residenza vestonese. Lo scorso 3 marzo era stato ricoverato all’ospedale di Desenzano con una polmonite


09/03/2020

Dogana rediviva... per un'ora

Fra le 14 e le 15 di domenica 8 marzo l'impressione era che a Ponte Caffaro fosse stata ripristinata la dogana fra Italia ed Austria. Esperienza che potrebbe ripetersi


07/03/2020

Istituto comprensivo di Bagolino, pronti per la didattica online

Anche gli istituti scolastici della Valle Sabbia stanno adottando in questi giorni le modalità di insegnamento telematico, per il quale avevano già gli strumenti, come nel caso delle scuole dell’alta valle

03/03/2020

Tanta neve, in forse lo Sleddog

Nevicata copiosa in montagna e anche al Gaver, dove la garanzia di proseguire con le sciate e le ciaspolate fino a Pasqua si scontra con le recenti norme sanitarie. In forse il Campionato di Sleddog atteso per domenica prossima


29/02/2020

Quel che resta del Carnevale

Sappiamo come è andata a finire, il carnevale a Bagolino e Ponte Caffaro c'è stato e non c'è stato, perché l'ordinanza regionale è stata solo parzialmente rispettata...

26/02/2020

Nonno Ilario, morto sotto l'albero

L'hanno trovato alcune ore dopo, morto schiacciatosotto il tronco di un piccolo abete che lui stesso aveva tagliato. A Ponte Caffaro, in via Quadri III


Eventi

<<Marzo 2020>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia