Skin ADV
Venerdì 21 Settembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




19.09.2018 Val del Chiese

19.09.2018 Salò

19.09.2018 Lavenone

20.09.2018 Barghe

19.09.2018 Casto

19.09.2018 Gavardo Valsabbia

21.09.2018 Gavardo Valsabbia

20.09.2018 Gavardo

20.09.2018 Idro Vestone Agnosine Vallio Terme Prevalle Salò Valsabbia Garda

20.09.2018 Gavardo



27 Gennaio 2013, 07.59
Bagolino Anfo Valsabbia Provincia
Frana alla Rocca

Sesto giorno di blocco

di Ubaldo Vallini
Scemata ormai la speranza che la strada potesse riaprire nel fine settimana, si infiamma la polemica. Dal Trentino: ¬ęAmministrazioni da Terzo Mondo, noi avremmo gi√† riaperto¬Ľ
 
Sesto giorno di blocco. Il confronto a tratti acceso avvenuto in Prefettura nella mattinata di venerdì, non è servito a stemperare la tensione che aleggia fra gli amministratori bresciani e trentini da una parte e i funzionari statali dall'altra.
 
Con dei distinguo.
Intanto non è stato il Demanio a rallentare l'esecuzione dell'intervento dei rocciatori sullo sperone pericolante alla Batteria Tirolo, 300 metri sopra il lago e sopra la 237 del Caffaro.
Al Demanio toccava mettere a disposizione i fondi necessari e l'ha fatto.
L'intervento è affare del suo "braccio operativo" che si chiama Provveditorato alle Opere pubbliche.
 
Le differenze poi vengono marcate anche fra amministratori trentini e quelli bresciani, con i primi che puntano il dito contro il sindaco di Anfo:
¬ęNon sapevo di avere vicini che intendono l'attivit√† amministrativa come potrebbe essere nel Terzo Mondo - ha dichiarato con una punta di stizza il sindaco di Storo Vigilio Giovannelli -. Toccava al sindaco di Anfo, che √® il primo responsabile dell'incolumit√† di chi vive o attraversa il territorio di sua competenza, pretendere l'immediato intervento dei proprietari della Rocca (il demanio ndr) per sanare la situazione, minacciando denunce e richieste di risarcimento danni, prima ancora che quei massi precipitassero sulla strada. Il fatto poi che dallo scorso anno esista un'ordinanza comunale che vieta l'ingresso alla Rocca peggiora semmai la situazione: significa che il sindaco era al corrente del pericolo e non ha fatto nulla¬Ľ.
 
Dal Trentino arriva anche la convinzione che la strada avrebbe potuto benissimo essere riaperta venerdì:
¬ęPer come la vedo io, quando gli operai avevano concluso di disgaggio per cui da quello sperone altri massi non potevano precipitare a valle - continua Giovannelli -, la Provincia avrebbe potuto tranquillamente revocare l'ordinanza di chiusura della 237 del Caffaro. Noi l'avremmo fatto¬Ľ.
 
Inutile dire che in Broletto sono del parere diverso, soprattutto i tecnici che di questo atto avrebbero dovuto assumersi la responsabilità.
Resta il fatto, come abbiamo avuto modo di dire nei giorni scorsi, che la chiusura della Provinciale del Caffaro, ormai certa per pi√Ļ di una settimana, ha provocato disastri per l'economia dell'intera zona.
 
Di alcune aziende abbiamo già detto.
Peggio ancora è andata alla "nuova" Sat di Carlo Gervasoni che sulle piste del Gaver mai così in ordine, rispetto al sabato precedente, ha registrato un calo di presenze dell'80 per cento.
 
Disagi a non finire, perdite finanziarie e arrabbiature, dunque, ma anche il rovescio della medaglia, rappresentato da chi si è dato da fare per aiutare chi in questi giorni si è trovato in difficoltà.
Fra questi gli uomini della protezione civile, soprattutto di Lavenone e di Ponte Caffaro, che hanno gestito la logistica in prossimità degli attracchi del battello improvvisando ripari, illuminazione e sistemi antiscivolo sui pontili spesso ghiacciati.
Ma anche quelli dei gruppi di Casto, Odolo, Anfo, Barghe, Bione, Odolo… insomma di tutta la media e altra valle Sabbia, che se non sono stati impegnati, magari nel fare da supporto nella gestione della viabilit√† da parte delle Forze dell'ordine, hanno dato la loro spontanea disponibilit√† a farlo.
 
A proposito di battello: oggi è domenica e non verranno effettuate le prime due corse al mattino e l'ultima delle 22 e 30.
Tutte le altre si.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID27419 - 27/01/2013 09:10:58 (fox66)
cerdo che il giorno stabilito all'origine sia quello che manterranno ... il 2 febbraio.... solo idee quelle di aprire prima.


ID27423 - 27/01/2013 09:57:00 (poppea) PER TUTTI ......
io credo che sia stata solo una cosa politica ...... parlo senza tanti termini ..... tecnici o politici ...sono arrivati i trentini e volevano aprire ... in 3 ore hanno risolto (o avrebbero) i lombardi ... dopo 3 giorni guardavano senza fare fatti.....così si è scatenato il putiferio .... e secondo me non potevano lasciarsi mettere i piedi in testa ....MA COME AL SOLITO CHI CI VA DI MEZZO ... SIAMO NOI CITTADINI COMUNI .....boh altro dire !!!!!!!


ID27426 - 27/01/2013 10:12:53 (Lib) Ottimo dire
Quindi se non ho letto male e faccio un punto della situazione del comune di Anfo in circa due anni di amministrazione il Sindaco e riuscito a: buttare al cesso €4.0000.000,00 - chiudere la Rocca - fermare il PGT con abbligo ripartire da capo(altro costi e ad oggi non si pu√≤ far nulla)- far dimettere un assessore esterno. Farne entrare un altro ... Litigare non sono con i sindaci di Lavenone e Bagolino ma anche con i si faci trentini. E per finire cadono i sassi e lui che fa ...... NULLA ..... Ne prendo atto peccato che non lo candidano in regione altrimenti lo avrei votato ... Si si .... Complimenti .... Ma esiste una minoranza ad Anfo??? Bha nessuno di questo non dice nulla ...


ID27428 - 27/01/2013 10:26:30 (roberto74) Ma va?
Non mi pare che ci si debba nascondere dietro un dito...il problema non nasce una settimana fa. Il problema nasce due anni fa! Chiusa la Rocca per caduta massi, il giorno dopo bisognava capire cosa fare e valutare eventuali rischi, invece si è pensato di chiudere e aspettare....aspettare....aspettare...quindi non dobbiamo continuare a lasciar scorrere....i colpevoli ci sono e vanno messi "in croce"...Molgora dice "noi è da un anno che insistiamo sul fronte sicurezza della Rocca"...Bhe, alla vigilia delle elezioni mi puzza di propaganda elettorale, ma se lui ci fa vedere tutti i documenti mandati al Demanio, ovviamente protocollati, allora gli credo (stessa cosa il sindaco di Anfo!), altrimenti chiederei a questi signori di sparire dalla circolazione. Grazie.


ID27431 - 27/01/2013 10:54:08 (Ernesto)
il solito scaricabarile.......per non prendersi le responsabilita,..(pero gli stipendi belli gonfi si!!!)


ID27434 - 27/01/2013 11:41:19 (gianni64) amministrazione Anfo
Sono pienamente d'accordo con te e con il sindaco di Storo. L'attuale amministrazione di Anfo fino ad ora si è distinta per pressapochismo e incompetenza amministrativa. Soldi regionali buttati al vento e gestione della rocca d'Anfo su tutto...


ID27439 - 27/01/2013 12:22:08 (Benny)
Questo l'ultimo intervento che faccio sulla strada chiusa per la frana.Secondo m esistono due categorie di politici.. amministratori...sindaci..La prima fa parte di imprenditori che entrano nel sistema per tirar l'acqua al suo mulino e in certe circostanze aiutano il cittadino pur traendo vantaggi Loro.La seconda quella composta da fannulloni e incompetenti che cercano una poltrona (stipendio)La frana della Rocca d'Anfo gestita dalla seconda.


ID27442 - 27/01/2013 12:59:59 (pierrr) apertura strada
Domani mattina 06.00 - 06.30 la strada viene riaperta.ImportanteTutte le macchine che sono parcheggiate lungo la strada devono essere tolte altrimenti non si riesce a passareSarà presente servizio protezione civile x alternare / monitorare passaggio auto e situazione lavori.


ID27444 - 27/01/2013 13:09:42 (poppea) .........
e questo potrebbe confermare quello che ho scritto prima ... aprono lunedì mattina (GIUSTAMENTE) per i lavoratori .. ma non sabato e domenica come volevano i trentini solo per attività turistiche ....del trentino ....boh... importante sia aperta ......ciaooooo


ID27446 - 27/01/2013 13:25:30 (GiO) E' stato... NESSUNO
Che qualcuno abbia almeno il buongusto di dimettersi... per rispetto verso i cittadini!


ID27457 - 27/01/2013 14:28:55 (zanzaradellago) quanto vale una vita umana?
Premesso che in questi giorni c’√® stato un continuo toto-scommesse su quando si sarebbe aperta la strada per mere (e sole!) ragioni turistiche, politiche ed economiche, vorrei porgere una sola domanda a tutti coloro che qui commentano ed ai politici, nostrani e non, che in questi giorni hanno sfilato e si sono messi in bella vista: per voi quanto vale una vita umana?una sciata per i turisti, un viaggio in battello in meno ect…?


ID27458 - 27/01/2013 14:44:12 (ric) per roberto 74
Beh informati.io l'ho fatto e in qualche commento degli articoli scorsi ci sono le date della comunicazioni.....io lo so che e' piu' facile sparare nel mucchio.ma non tutti gli amministratori sono come il sindaco di anfo e la provincia fa quel che puo'.....poi i trentini fanno presto.....si tengono il 93% delle tasse derivanti dal gettito trentino.sono tutti contro la lega perche' vuole il 75% in lombardia e poi insegnano agli altri......


ID27460 - 27/01/2013 16:50:12 (frejus) frejus
ma, già che ci sono non potrebbero cambiare qualche lampadina alla galleria di anfo, visto che funzionano 10 lampade su 200 ??


ID27464 - 27/01/2013 18:37:20 (roberto74) Per ric...
Leggiti questo articolo..http://www.vallesabbianews.it/notizie-it/I-soldi-ci-sono-19806.html. succede meno di un anno fa...poi ne riparliamo....così vedrai che non sparo a vanvera....forse qualcun altro si...


ID27473 - 27/01/2013 21:38:35 (pierdo53) Sindaco d Anfo
Anche se anch'io ho criticato in passato la lunga chiusura della Rocca D'Anfo da parte del Sindaco Mabellini, non sono per√≤ d'accordo con la critiche giunte dal Trentino, vedi Sindaco di Storo, anche perch√® mi risulta che in Trentino, nonostante disponibilit√† ben superiori a quelle bresciane, non abbiano mai troppo brillato per quanto riguarda la prevenzione, basta ricordare la TRAGEDIA DELLA VAL DI STAVA, in anni recenti per avere conferma. Si pensa davvero che il sindaco di un paese di poco pi√Ļ di 400 abitanti possa avere la forza per smuovere Enti come il Demanio, che abbiamo visto resistere con noncuranza anche a pressioni ben maggiori ed in una situazione di emergenza come quella che si √® verificata in questi giorni.


ID27475 - 27/01/2013 21:42:19 (roberto74) pierdo53
Allora non ci capiamo....il sindaco, come Molgora in provincia, non hanno la bacchetta magica e questo lo sappiamo, ma ripeto per l'ennesima volta: Voglio vedere i documenti protocollati delle loro richieste di intervento a chi di dovere....se vedo che da due anni loro hanno chiesto e nessuno si √® mosso, per conto mio Mabellini √® a posto e il colpevole lo cerchiamo pi√Ļ in alto, altrimenti anche lui, come Molgora, sono corresponsabili. Punto. E' chiaro ora??


ID27476 - 27/01/2013 21:45:34 (pierdo53) continua
Ora, pi√Ļ che criticare, si deve solo sperare che questa situazione abbia insegnato qualcosa, e che questa montagna che contiene un tesoro archittetonico, culturale e turistico, la Rocca per l'appunto, abbia da parte delle autorit√† competenti il rispetto che merita e che venga completata la messa in sicurezza cos√¨ da poter permettere lo sfruttamento culturale e turistico che un tale monumento merita.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/02/2013 07:39:00
Trentino, se ci sei batti un colpo Riunione fiume ieri mattina in Broletto, con i Consiglieri riuniti in commissione per fare il punto sui due "snodi" viari della Valle Sabbia: la frana in Rocca e la Barghe-Idro

15/04/2015 09:12:00
Caccia grossa... col pullman Incidente... venatorio lungo la 237 del Caffaro. In territorio di Anfo, poco prima di incontrare le recinzioni della Rocca, un autobus di linea che saliva verso Ponte Caffaro ha centrato in pieno un capriolo


23/01/2013 07:02:00
Una valle tagliata a metà Oggi il sopralluogo da parte dei tecnici, domani l'inizio dei lavori che non permetteranno la riapertura della 237 del Caffaro fino al 2 febbraio.

27/02/2018 10:09:00
Ancora rapine Per la seconda volta prese di mira le Poste di Anfo. Venerdì scorso è toccato alla farmacia di Ponte Caffaro

05/07/2018 07:00:00
La Rocca d'Anfo raddoppia le aperture Nell'incontro con l'assessore al Turismo di Regione Lombardia Lara Magoni presso la Comunità montana di Valle Sabbia, il presidente Giovanmaria Flocchini ha annunciato che in alta stagione la fortezza sarà accessibile 5 giorni su 7. Occhi puntati sul Garda e il Trentino



Altre da Provincia
20/09/2018

Coltelli artigianali in mostra al Maglio

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio questa domenica, 23 settembre, il Maglio di Nuvolento ospiter√† l’esposizione dei coltellinai del nord Italia e la forgiatura delle lame battute a mano¬†

15/09/2018

Tre Valli in coro a Barghe

La rassegna corale che riunisce idealmente Valtrompia, Valsabbia e Valcamonica conclude il suo primo ciclo questa sera Рsabato 15 settembre Рpresso la Parrocchiale di Barghe 

15/09/2018

A Preseglie la prima campanella

Il centro valsabbino ha ospitato l'inaugurazione dell'anno scolastico provinciale


12/09/2018

Competenze e profili 4.0 nella nuova indagine retributiva

La ricerca, curata dall’Ufficio Studi e Ricerche di Aib, sar√† presentata domani – gioved√¨ 13 settembre – nella sala Beretta di Aib a Brescia

11/09/2018

Export bresciano, 4,5 miliardi tra aprile e giugno

√ą quanto emerge dai dati Istat al secondo trimestre 2018 elaborati dall’Ufficio Studi e Ricerche AIB e dal Servizio Studi della Camera di Commercio¬†

10/09/2018

Speciale corsi 2018

Vallesabbianews propone alle associazioni sportive e culturali del territorio uno spazio dedicato alla pubblicizzazione dei nuovi corsi. Ecco come


10/09/2018

Un canto d'amore alla Terra

Arianna Scommegna torna ad Acque e Terre Festival con il reading “Un albero di trenta piani”. L’appuntamento √® per domani, 11 settembre, a Nuvolento

06/09/2018

Valsabbia, semestrale ok

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Valsabbina ha approvato la situazione patrimoniale ed economica semestrale al 30 giugno 2018, che mostra tutti i principali risultati economici in miglioramento

05/09/2018

Edizione numero otto

Assistenza sociale e socio-sanitaria, tutela e valorizzazione del patrimonio artistico storico e ambientale, azioni culturali ed istruzione. Il 13 settembre in Comunit√† montana per saperne di pi√Ļ

04/09/2018

Al Ducos una passeggiata ¬ęvittoriana¬Ľ

Questo venerd√¨, 7 settembre, in citt√† una passeggiata notturna a lume di candela dedicata a spiritismo, medium e morte nell’et√† vittoriana


Eventi

<<Settembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Ro√® Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Sal√≤
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia