Skin ADV
Martedì 23 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Riflesso

Riflesso

di Paolo Salvadori



22.04.2019 Bione

22.04.2019 Vestone Sabbio Chiese Odolo

21.04.2019 Bagolino

22.04.2019 Garda

22.04.2019 Villanuova s/C

22.04.2019 Roè Volciano Valsabbia

21.04.2019 Vobarno

21.04.2019

21.04.2019 Villanuova s/C Valsabbia

22.04.2019 Gavardo






07 Marzo 2019, 10.10
Bagolino
Il racconto

Uno sguardo al Carnevale di Bagolino

di Rosalba Francinelli
Anche quest’anno è giunto al termine lo storico carnevale bagosso, che con le sue tradizionali melodie ha raggiunto anche i paesi della Valle 

Bagolino, tra musiche e folklore, ancora una volta fa tesoro dei suoi “Balarì”, un corpo di danzatori leggeri e animati da colori sublimi, che si stringe e si avvolge come in un bocciolo di rosa. 
Lassù, nel frattempo, domina la Madre chiesa, che con immenso e profondo orgoglio aspetta tutti per la Messa solenne.
 
In questi giorni ho potuto leggere, e ora descrivere, il cuore di questa brava gente che aggiunge saggezza, familiarità e arricchimento ai suoi valori quotidiani. Venne qualche mese fa un vento terrorizzante a scuotere la comunità, spazzando via pinete intere. Un forte boato e tanta paura e conseguentemente la conta dei danni. Ma queste persone, diciamolo pure, sono state miracolate e le loro abitazioni hanno resistito alla forza devastante di un vento implacabile. Con coraggio hanno superato anche questa. 
 
Ma veniamo all’evento che in questi giorni ha animato Bagolino, a partire dai bravissimi ed eleganti “Balarì” dalle origini ormai cinquecentesche, e qui si apre un sipario e questo bocciolo incantato prende vita e si forma in un raggiante evento, in un’edizione dal fascino incontenibile. 
 
L’emozione comincia, non si tralascia nulla, anche quest’anno i Bagossi hanno voluto trasmettere il meglio. Quel meglio che io chiamo “valori”, fatti di vita vissuta e ricchi di emozione. Non sono mai scomparsi, quei valori; anzi, hanno aiutato le antiche tradizioni a perpetuarsi nel tempo.
All’alba ecco le prime osterie, i negozi e le botteghe alzare con occhi ancora sonnecchianti le serrande, e di lì a poco un sole sgargiante, pronto a regalare una splendida luce di colori mozzafiato.
 
Tutto questo gli abitanti di Bagolino ce l’hanno nel proprio sangue, nell’arco di ricrearsi e nel ritrovarsi, e in molti vorrebbero che questo carnevale non venisse mai a terminare. Sono persone forti i Bagossi, forti del vivere sano attraverso quel lontano e quel presente quieto vivere che hanno portato sempre con sè e tramandato di generazione in generazione. 
 
Mi sono recata il mattino presto alla Santa Messa il 4 marzo, salendo dalla Parrocchia e i miei occhi non si limitavano a guardare, ma si soffermavano su persone composte e rispettose, raccolte e pronte ad incamminarsi verso la parrocchiale di San Giorgio. 
 
Sembravano già arrivati al sagrato, e nella risalita si notava che in molti pregavano già in vista dell’ingresso alla funzione religiosa, e successivamente durante la benedizione dei “Balarì”. Osservavo infinitamente il ballo esaltante dei danzatori, che con gesti spiccati e nobili sanno muoversi con un’eleganza che tocca veramente l’anima. 
 
Sembravano e apparivano come veli insostituibili, intrecciati e abbracciati con una maestria fuori dal comune, trasmettendo a pelle a chi li osservava senza ostacolarli un armonioso e cadenzato ballo uniforme. 
 
Qui il merito è giusto riconoscerlo anche alle donne, che tutte insieme hanno confezionato questi incredibili abiti, con ricami di ogni foggia e qualità, dal fiore ricamato fino al merletto lavorato all’uncinetto. Lodate queste donne, le donne di Bagolino, diamanti rari e preziosi, uniche e sopra ogni previsione come sempre. Le loro mani laboriose hanno scritto pagine inesauribili di soddisfazioni. 
 
Questo carnevale si rincorre tra le vie, entra nei cortili, nei vestiti e nell’animo dove la terra ancora una volta si fa sentire, è carica come un tempo e sussurra ancora le stesse melodie. Questa rosa sbocciata con colori scintillanti ora si chiude in sé stessa, e attende di rivedere ancora una volta la valle l’anno prossimo essere presente, per sbocciare di nuovo. 
 
Il carnevale di Bagolino ogni volta avvolge l’ospite con infinita riconoscenza, e quel pensiero positivo regna e riempie di entusiasmo tutto l’anno.

A Bagolino dedico questo mio scritto. Grazie a tutti quelli che hanno impiegato tempo per realizzare e formarsi e nel contempo riunire la realtà.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID79875 - 07/03/2019 15:25:45 (Giacomino) Più che un articolo
un poema, scritto con dolcissimo sentimento.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
24/02/2015 10:05:00
Dal letame ai nastri colorati, origini e curiosità del Carnevale Bagosso


16/02/2015 10:59:00
I lavori del Carnevale Il carnevale di Bagolino non è solo un’importante manifestazione del folclore ma in questi ultimi anni è stata la molla che ha spinto al recupero di antichi mestieri.

24/02/2019 08:15:00
L'arte della festa Questa settimana due iniziative, in anticipazione del carnevale classico, hanno dimostrato ancora una volta come ci si sa divertire a Bagolino in sereno spirito di partecipazione della comunità in tutte le sue componenti...

21/02/2007 00:00:00
«Leggende di Bagolino» Il Carnevale a Bagolino è più che altrove folklore e tradizione; un’insolita attrattiva turistica che si mantiene espressione autentica di un profondo sentire della gente.

19/02/2015 07:00:00
«Alcuni giudizi che non vorrei dare» Eccoci qui, al mercoledì dopo le “Santissime Feste” del Carnevale di Bagolino, del carnevale dei Bagossi, del nostro carnevale



Altre da Bagolino
21/04/2019

Indagine esplorativa in municipio

Ha fatto un certo scalpore a Bagolino, nei giorni scorsi, la presenza della Guardia di Finanza negli uffici comunali

19/04/2019

Bagolino onora Peter Brack

L'amministrazione comunale di Bagolino conferirà la cittadinanza onoraria al prof. Peter Brack, scopritore del Sito Geologico del Chiodo d'Oro di Romanterra. Venerdì 26 aprile la cerimonia in municipio (3)

12/04/2019

«Patto per Bagolino Ponte Caffaro» si presenta

La lista “Patto per Bagolino Ponte Caffaro” candida come sindaco Paolo Zangarini e organizza due serate di presentazione dei candidati alle associazioni lunedì 15 aprile a Ponte Caffaro e mercoledì 17 a Bagolino

11/04/2019

104 candeline per nonna Rita

Tanti auguri a Rita Fusi, decana di Ponte Caffaro, che oggi, 11 aprile, raggiunge la 104 primavere


08/04/2019

Pulizie di primavera

Una quindicina di Penne nere al lavoro sabato mattina a Ponte Caffaro per ripulire il parco antistante la loro sede

06/04/2019

Fra neve e fango

Neve oltre i milledue e tanta acqua al di sotto. E Bagolino che accusa guai. Con piante e fango sulla “vecchia” Sp 669 fra Ponte Prada ed il paese, dove nonostante la strada fosse chiusa c’è rimasta sotto anche un’auto in transito (7)

05/04/2019

Con le dita nel tritacarne

L’infortunio ad una 18 enne stagista di Storo, impegnata in una macelleria a Ponte Caffaro (1)


05/04/2019

Slavina al Gaver

E’ quella conosciuta come “canal rot”, a metà strada fra Valle Dorizzo e la Piana del Gaver. L’allarme è stato dato con buon anticipo da Federico Rota, il nivologo incaricato dalla Provincia (6)

03/04/2019

I sapori vincenti della Valle

Intervista a Sara Scalvini, vincitrice di “Cuochi d’Italia” e direttrice del ristorante e trattoria “del Viandante"

01/04/2019

Finito un ciclo se ne apre un altro

Desolanti le immagini che ci arrivano da Bagolino. Speriamo che si tratti di un momento di transizione
(13)

Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia