04 Novembre 2009, 07.41
Bagolino
Viabilità

Ponte Caffaro: occhio allo «speed-check»

di Ubaldo Vallini

Troppo pericoloso il tratto di Provinciale che attraversa l'abitato di Ponte Caffaro. In arrivo tutta una serie di dotazioni che lo renderanno più sicuro.

 
Trentacinque “corpi illuminanti” a risparmio energetico, dodici attraversamenti con segnalazione luminosa, due segnalatori di velocità, quattro dissuasori “speed-check” piazzati a duecento metri uno dall’altro e un semaforo a chiamata.
Un programma che prevede l’investimento totale di 150 mila euro, due terzi dei quali finanziati dalla Provincia all’interno del “pacchetto” che prevede anche la realizzazione, prossima, di una nuova rotatoria in località Sant’Antonio.
 
Ecco i “numeri” salienti del progetto che a Ponte Caffaro intende risolvere una volta per tutte i problemi di traffico che assillano l’ultimo chilometro della provinciale nota come “237 del Caffaro”, prima che questa diventi competenza trentina.
Mille metri sui quali insistono le abitazioni della frazione bagossa, afflitta soprattutto nei giorni festivi, ma anche il martedì che è giorno di mercato, dalle automobili che su quel tratto non mancano di azzardare persino pericolosissimi sorpassi.
 
Una minaccia per niente presunta: sempre più spesso, infatti, quel tratto di strada pressochè rettilineo finisce col diventare suo malgrado teatro di incidenti a volte anche gravi che coinvolgono veicoli e pedoni. C’è chi giura che si chiama Via Caduti proprio per quello e non per il monumento.
 
“Sia chiaro che il nostro intento non è tanto quello di punire i comportamenti inidonei all’attraversamento dei centri abitati, quanto piuttosto quello di prevenirli – ci ha detto il prosindaco caffarese Enzo Melzani -. Per questo motivo abbiamo adottato il sistema Speed-Check di ultima generazione, con le quattro postazioni dislocate lungo tutto il percorso che virtualmente possono contenere ciascuna l’apposito rilevatore di velocità”.
“Di macchinette in realtà ce ne sarà una sola e non sarà nemmeno sempre in funzione – rivela fin da ora -. Almeno fino a quando l’azione deterrente dei due segnalatori di velocità piazzati all’inizio e alla fine risulterà efficace”.
 
L’idea in un primo momento non sarebbe dunque quella di fare cassa. La fase “repressiva”, con le classiche fotografie che finiscono allegate alle salate multe previste dal codice, scatterebbe solo se camionisti, automobilisti e motociclisti, nonostante gli inviti a percorrere quel tratto di strada a velocità ridotta ai 50 all’ora, ricominciassero ad essere pericolosi.
Da e Verso il Trentino ne transitano parecchi, di veicoli, e fin da oggi chi è alla guida è avvisato.
 
Con questa fava di intervento, alla fine, si dovrebbero prendere più piccioni: illuminazione efficiente, velocità a norma, interramento di numerosi cavi elettrici volanti, marciapiede libero grazie ad una lunga serie di paletti dissuasori di parcheggio.
Per la fine di novembre verrà assegnato l’appalto, poi i lavori che prevedono anche alcuni “tagli” della carreggiata e conseguenti ed inevitabili disagi.
Entro la prossima primavera tutto dovrebbe essere a posto.


Commenti:
ID1059 - 04/11/2009 08:59:00 - (Beltr1972) - Max

Prima di tutto la sicurezza, e sono pienamente favorevole con il posizionamento di dissuasori, fatti a regola d'arte però!!! Per lo Speed check: Avanti con questi furti legalizzati!!!!! In un periodo dove arrivare a fine mese è un problema per sempre più persone queste scelte mi fanno inc..... Considero il sig. Melzani una persona ragionevole, mi stupisce questa scelta... spero sia lui il primo a prendere una bella multina salata.....

ID1061 - 04/11/2009 10:31:00 - (Brancafete) - AIUTO!!!!

In quel tratto è davvero difficile rispettare i 50Km/h... spero che siano un pò tolleranti.... La mattina quando le piste da sci ti stanno aspettando in grazia, ci si dimentica di tenere controllato il contachilometri!!! Anche se effettivamente in quel tratto di strada si corre sempre troppo!!!!

ID1062 - 04/11/2009 17:58:00 - (Gino49) - sicurezza stradale

I segnalatori di velocità sono simpatici e possono anche essere utili, da apprezzare è senz'altro la decisione di proteggere i pedoni sul marciapiede, questi si i dissuasori sono veramente indispensabili

ID1063 - 04/11/2009 23:23:00 - (ric) - sopratutto la sicurezza

L'importante è la sicurezza.... poi confidiamo sul fatto che non siamo a Napoli ed i furti legalizzati non ci saranno! E poi ....siamo seri la gente del posto sa dove sono i rilevatori e quindi le multe non le prende. Un po' di attenzione e rispetto delle regole ci vuole, secondo me ci vorrebbe un po di attenzione anche ai divieti di sosta soprattutto a Bagolino

ID1065 - 06/11/2009 16:31:00 - (Giachetti) - Giachetti

Mi piacerebbe sapere cosa c'entra Napoli coi "furti legalizzati" ?E poi fare 1 Km ai 50 all'ora non si può fare per la sicurezza vostra ma soprattutto degli altri?! ci si impiega 1 minuto e 12 secondi...

ID27420 - 27/01/2013 09:19:38 - (fox66) -

Come tutte le cose all'italiana,, prima i semafori intelligenti, spese , multe ricorsi e disistallazione per la non regolare certificazione di essi, oragli speed , da me sempre classificati fuori legge , in merito al codice della strada registri delle regole sulla loro applicazione , io giro molto e vedo molte cose, spedì in funzione assistiti da nessuno , loro fanno si il lavoro per il quale sono stati realizzati , ma che deve presidiarli ,, dov'è ? alcuni a fare altro lavoro, alcuni non si sa.. come ogni cosa grava sulla schiena del cittadino, sia in installazione che in funzione! La colpa è anche nostra però che i limiti li rispettiamo solo se vediamo delle divise ai bordi delle carrggiate , ricordiamoci che anche la polizia fa il proprio lavoro e a volte ,,, non sono loro che decidono come comportarsi... facciamo un esame interno... e capiremmo che forse non sono proprio come le vediamo le situazioni che ci circondano... a presto...

Aggiungi commento:
Vedi anche
25/05/2014 07:48

L'ecomuseo della Valle del Caffaro Il territorio ecomuseale corrisponde all’intera estensione territoriale del Comune di Bagolino e comprende anche la frazione di Ponte Caffaro. E' attraversato dal torrente Caffaro che scende fino all'Eridio

07/10/2014 08:15

Un raccordo anulare per Ponte Caffaro Non sarà più una “rotonda” a risolvere in via definitiva gli annosi problemi di viabilità lungo la 237 del Caffaro, fra le province di Brescia e di Trento

12/04/2019 12:00

«Patto per Bagolino Ponte Caffaro» si presenta La lista “Patto per Bagolino Ponte Caffaro” candida come sindaco Paolo Zangarini e organizza due serate di presentazione dei candidati alle associazioni lunedì 15 aprile a Ponte Caffaro e mercoledì 17 a Bagolino

23/01/2013 07:02

Una valle tagliata a metà Oggi il sopralluogo da parte dei tecnici, domani l'inizio dei lavori che non permetteranno la riapertura della 237 del Caffaro fino al 2 febbraio.

15/09/2016 17:40

Soccorrere, in alta Valle Sabbia E' fissato per martedì 11 ottobre l'inizio del corso gratuito per soccorritori proposto dall'associazione volontari ambulanza della Valle Sabbia fra Ponte Caffaro e Bagolino



Altre da Bagolino
18/09/2020

Uffici postali, da lunedì nuovi orari di apertura

Altri quattro uffici postali della provincia di Brescia, in particolare in ValsSabbia e in Val Trompia, torneranno ad essere disponibili con orari ampliati rispetto a quelli adottati a seguito dell'emergenza sanitaria

17/09/2020

Festa «in differita» per i 101 anni di nonna Pasquina

Presso la casa di riposo di Bagolino una festa con amici e parenti, con tanto di torna e uno speciale augurio da parte del Coro Beorum di cui è una grande supporter
• VIDEO

16/09/2020

Problemi col trasporto studenti da Bagolino

Si è verificato un disguido con il servizio trasporto studenti di Bagolino diretti all’Istituto Polivalente di Idro

15/09/2020

Auguri nonno Lucio

Tanti auguri a nonno Lucio, di Bagolino, che oggi, 15 settembre, compie 74 anni

07/09/2020

I venti di Jacopo

Tanti auguri a Jacopo Melzani, di Ponte Caffaro, che proprio oggi, lunedì 7 settembre, compie i suoi primi 20 anni

07/09/2020

La Polisportiva Caffarese riprende le attività

L'associazione sportiva di Ponte Caffaro e Bagolino, nel rispetto delle norme anti contagio, riparte con le sue attività sportive e sociali, in particolare quelle della sezione Calcio

02/09/2020

«Il grande flagello Covid-19 a Bergamo e Brescia» nel libro di Massimo Tedeschi

Il libro del noto giornalista e scrittore bresciano sarà presentato a Bagolino questo sabato, 5 settembre, alle 20.45 presso la Chiesa Parrocchiale di San Giorgio

02/09/2020

Alla (ri)scoperta di Brescia, la Provincia dei tesori

Al via la campagna per la valorizzazione del patrimonio culturale bresciano promossa da Visit Brescia. Tra i percorsi previsti dal progetto ce n'è uno interamente dedicato alla Valle Sabbia

28/08/2020

«A macchia di barolo»

Nuova distribuzione dei fondi per i Comuni di confine, quella mediata a Brescia, che premia anche i Comuni “di seconda fascia”

26/08/2020

Sostegno trentino all'economia lacustre

La giunta della Pat, su proposta del consigliere pentastellato Alex Marini, si è impegnata a trovare il modo di concertare con la Regione Lombardia la valorizzazione dell'Eridio