Skin ADV
Sabato 16 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










14 Febbraio 2018, 08.56
Bagolino
Carnevale di Bagolino

La rivincita della tradizione

di val.
La tradizione più vera del Carnevale di Bagolino, nei due giorni di baldoria accompagnata dall'esibizione dei balarì, ha fatto il paio con un'aumentata percezione di sicurezza

Il lunedì pomeriggio, mentre i balarì ancora erano impegnati a percorrere i vicoli di Cavrìl per danzare negli slarghi in onore della propria famiglia, della moglie o della fidanzata, oppure semplicemente per ringraziare chi aveva prestato gli ori per decorare uno dei preziosissimi cappelli, una copiosa e fradicia nevicata ha interrotto tutto quanto.
Troppo delicati i costumi perché potessero essere esposti alle intemperie.

Poco male: succede e nessuno se n’è mai lamentato.
Del resto è capitato ancora, nella lunga tradizione che affonda le radici nella storia più remota, che Bagolino concludesse il suo Carnevale senza le popolari danze.

Il martedì invece, il tempo si è fatto più adatto e fra le strade e i cortili di “Osnà” il percorso ha potuto essere compiuto per intero dai balarì, obbedienti agli ordini dei “capi” Antonio e Giovita che ne hanno scandito le movenze al ritmo delle ballate eseguite dalla compagnia dei “sonadur”.

Fino alla finale “Ariosa”
la sera in Piazza Marconi: suggestiva perché si è ritrovata la Compagnia al completo, ma anche e soprattutto per quel “movimento” finale dei “balarì” che è il levarsi cappello e maschera per prodigarsi in un abbraccio liberatorio coi compagni.

Da quel momento il Carnevale di Bagolino è finito.
Sono rimaste ancora alcune ore ai “màscher” per andare in giro a strofinare i passanti con l’aringa affumicata, a rappresentare l’imminente quaresima ed i tempi di ristrettezze economiche che fanno seguito alla baldoria.

Sempre uguale a se stesso, ad uso e “consumo” degli abitanti prima che dei “forester”, il Carnevale di Bagolino, che viene celebrato identico anche nella frazione lacustre di Ponte Caffaro con un’altra Compagnia di “balarì” e altri “sonadur”, anche quest’anno è giunto a termine.

Una tradizione, quella del Carnevale bagosso, che negli anni scorsi stava conoscendo un periodo di decadenza.
Non tanto per volontà degli abitanti di Bagolino, che questa festa ce l’hanno nel sangue e la considerano occasione inderogabile per fare comunità, quanto per l’abitudine consolidata di gruppo di persone, perlopiù giovani e giovanissimi “forester”, che avevano individuato nella Bagolino carnevalesca una zona franca dove dedicarsi allo sballo più insolente.

La tradizione, senza anticorpi
, è stata così affiancata dall’azione dell’amministrazione comunale e di gruppi di volontari che, utilizzando sia le leve culturali sia quelle repressive, in tre anni pare siano riusciti ad imprimere un sostanziale cambiamento.
Incontri preventivi nelle scuole, un decalogo di comportamento da tenere, ma anche la presenza di una squadra di otto agenti di polizia locale agli ordini del commissario capo Marco Matteo Mensi, da Ospitaletto, in appoggio ai carabinieri, hanno fatto la differenza.

.l'ultima foto ritrae la Compagnia dei balarì di Ponte Caffaro alle 20 di sera.
. Altre foto inviate dai lettori
su fb


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75195 - 14/02/2018 09:21:54 (Giacomino) Un bellissimo Carnevale
nel rispetto della migliore tradizione.........e delle regole.


ID75209 - 14/02/2018 18:49:53 (Bagosso)
Non e' retorica dire che nei giorni di Carnevale escono gli aspetti piu' belli e sani della nostra Comunita'.In questo senso il Carnevale dovrebbe spingerci tutti a migliorare il nostro paese, ricordandoci di quello che Bagolino ha rappresentato per un lungo corso della storia per la nostra Valle e non solo.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/05/2015 08:36:00
Balarì e Mascher, dopo l'amarezza l'impegno Carnevale di Bagolino. Siamo solo a Maggio e già se ne parla? A dire il vero, quest’anno non si è ancora smesso di discuterne...

24/02/2015 10:05:00
Dal letame ai nastri colorati, origini e curiosità del Carnevale Bagosso


08/02/2013 07:00:00
Scatti di Carnevale Foto di gruppo, da soli o male accompagnati, alla festa, per la strada oppure sulla neve, purchè siano immagini che ritraggono il Carnevale. Inviatele a vallesabbianews che ve le pubblichiamo. Aggiornamento domenica 10 h 23:30

13/01/2018 06:38:00
Il Carnevale di Livemmo Si parla già di Carnevale. Il professor Biati ci manda questa riflessione sulla tradizione a lui più cara, quella di Livemmo, che però abbraccia anche tutte le altre


01/02/2017 14:40:00
Il Carnevale di Livemmo Avrà luogo nel pomeriggio di domenica 19 febbraio, quest'anno, il Carnevale di Livemmo. Sul quale pubblichiamo volentieri un contributo del professor Biati, profondo conoscitore dei luoghi e della loro storia



Altre da Bagolino
14/02/2019

Apprezzata anteprima di «Exitus - Il Passaggio»

Tanta gente mercoledì sera al cinema Aurora di Ponte Caffaro all'anteprima del film “made in Trentino” ambientato tra Pinzolo e Pergine

12/02/2019

Due presentazioni per «Storie da suonatori»

Il libro che racconta la tradizione musicale del carnevale di Bagolino e Ponte Caffaro sarà presentato questo mercoledì a Brescia, nell’ambito di una rassegna di Aab, e venerdì in Comunità montana

08/02/2019

Con Ambra Marca un altro successo culinario bagosso

Dal talent di Tv8, che ha confermato l’autenticità della cucina valsabbina, alle competizioni della Federazione Italiana Cuochi all’Expo di Riva del Garda

05/02/2019

Porta a porta anche a Bagolino

Prendono il via questa sera a Bagolino gli incontri per spiegare alla popolazione le modalità operative della raccolta differenziata (10)



04/02/2019

Salta la fiaccolata, ma la pace resta nel cuore

Era iniziata fin dal 26 gennaio la lunga settimana della pace, che si era estesa poi fino al 2 febbraio con varie iniziative, concludendosi con una Fiaccolata per la Pace. Fiaccolata che non si è però svolta a causa del maltempo


03/02/2019

Impegno e sacrificio

Del successo di Sara Scalvini al programma Cuochi d’Italia, abbiamo parlato col professor Stefano Pirrone. Che è stato uno dei suoi insegnanti all’Alberghiero Perlasca di Idro


02/02/2019

Sara Scalvini, orgoglio della Valle

Non ce n'è stato per nessuno. La cuoca valsabbina ha fatto sua anche la finale. Una vittoria della sua abilità, ma anche del territorio che ha saputo così ben rappresentare
(10)

01/02/2019

Sara Scalvini agguanta la finale

A colpi di tradizione e simpatia la chef bagossa convince la giuria e vola alla finale del programma culinario di Alessandro Borghese su TV8 (3)

01/02/2019

Il giro dell'oca

E’ quello che bisogna percorrere per entrare nella via centrale di Bagolino e in piazza Marconi, a tre mesi dalla buriana che ha devastato boschi e viabilità (4)

31/01/2019

Sara Scalvini, stasera la semifinale

Questa sera a partire dalle 19.30, lo chef valsabbino Sara Scalvini si gioca l’accesso alla finale del programma culinario Cuochi d’Italia sul canale televisivo TV8

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia