15 Ottobre 2019, 08.48
Bagolino
Eventi

La Transumanza, uno sguardo alla tradizione

di Marisa Viviani

La decima edizione de él sanmärtì déi mälghìs ha richiamato non solo a Bagolino, ma nell'intera Valle del Caffaro migliaia di visitatori intenzionati a vedere, o rivedere, luoghi, tradizioni, interpreti di una storia che ha attraversato secoli per parlare alle genti del tempo presente di lavoro, impegno, volontà, passione: di comunità. VIDEO


Sì, la gente venuta da fuori paese per questa manifestazione ha assistito alla rappresentazione di ciò che è stata, ed è, la comunità di Bagolino, e ciò che ha saputo conservare di ambiente, tradizione agro-silvo-pastorale e casearia, artigianato, costume, arte, storia, socialità.

Centinaia sono stati i protagonisti diretti della manifestazione. Innanzitutto gli allevatori senza i quali él sanmärtì déi mälghìs non esisterebbe, ma continua invece a ripetersi secondo un rito secolare, mantenendo in questa vallata un’altissima presenza di aziende zootecnico-casearie.

Poi i figuranti adulti e bambini nei costumi tradizionali per la rappresentazione dei lavori agricoli, artigianali, domestici, che hanno ancora nel presente una forte continuità di applicazioni e usi. Quindi i gruppi musicali e vocali con decine di coristi e strumenti musicali popolari, che hanno coinvolto il pubblico con canti tipici di vari paesi, facendo cantare e partecipare i presenti secondo la tradizione del canto nelle strade, nelle osterie, nelle sagre, nelle feste famigliari, nei lavori agricoli.

E poi centinaia di volontari che da ogni associazione hanno contribuito ad allestire, cucinare, pulire, sorvegliare, informare, guidare, accompagnare; e organizzare, con al centro la Pro Loco di Bagolino.

L'entusiasmo e la soddisfazione per il successo della festa per ora suggerisce soltanto questo breve flash di considerazioni, ma di questo gigantesco sforzo organizzativo, reso possibile da una rete associativa e da un tessuto sociale ancora coeso e disponibile a prestarsi per mantenere vitale la propria identità, si dovrà parlare prossimamente, a lungo.

Nelle foto di Luciano Saia: Momenti della manifestazione "La Transumanza 2019" a Bagolino

Questo video di Armando Ponchiadi e altri, con maggior risoluzione, su VallesabbianewsTV





Commenti:
ID82140 - 15/10/2019 09:08:51 - (Giacomino) - Il centro abitato di un paese gremito di spettatori

non è il percorso al quale questi fedeli animali sono abituati, ma procedono sicuri se davanti c'è il "loro" mandriano. Non è solo spettacolo.

Aggiungi commento:
Vedi anche
06/10/2019 08:00

Transumanza o sanmärtì? Nel dialetto di Bagolino il termine transumanza non esiste; lo spostamento delle mandrie dalle stalle di fondovalle agli alpeggi, e viceversa, è chiamato sanmärtì, come il classico trasloco da una casa all'altra...

08/10/2015 06:56

Sfilano le «signore» del Bagòss Puntuale come ogni anno ecco che Bagolino fra sabato 10 e domenica 11 ottobre accoglie il rito della transumanza

12/10/2019 07:46

Transumanza, a Bagolino anche uno Showcooking Rito antichissimo e ogni anno molto atteso, la transumanza farà per la prima volta da cornice ad uno Showcooking che celebra il Bagòss. L'appuntamento è per questa domenica, 13 ottobre, nella bella Bagolino

18/10/2017 09:20

Canti e Transumanza, un'accoppiata vincente È stato veramente un successo. L'accoppiata di Canti di Osteria e Transumanza funziona, come ha ben dimostrato il fine settimana bagosso all'insegna dell'integrazione tra le due riuscitissime manifestazioni.

04/10/2018 09:00

La Transumanza, 9ª edizione per la Valle del Caffaro Domenica a Bagolino la grande festa del rientro del bestiame dagli alpeggi, una tradizione della cultura rurale di montagna che si perpetua da secoli



Altre da Bagolino
07/08/2020

Arte e cultura a San Giacomo

Domenica pomeriggio presso la chiesetta e il borgo di Ponte Caffaro una mostra d’arte di pittura, scultura e fotografica e momenti dedicati alla storia locale

06/08/2020

Sul lago il Covid sta lasciando il segno

Non mancano le proposte per un turismo consapevole sul lago d'Idro e in Valle Sabbia. Mancano però un bel po' di turisti

04/08/2020

Una ciclopedonale per l'Eridio

Un tracciato sicuro per ciclisti e pedoni per girare attorno al lago. Un progetto ormai storico e futuristico insieme, che con gran fatica comincia a prendere corpo

03/08/2020

Comuni di confine, «riparto dei fondi non equilibrato»

Quattro milioni a testa per quattro anni ai due Comuni di confine della Valtellina e solo 700mila euro ciascuno all'anno per gli undici Municipi bresciani, tra cui i valsabbini Bagolino e Idro. La polemica

03/08/2020

Chitarra, violino e anche una viola per San Rocco in Musica

Strepitoso anche il concerto del Duo Piercarlo Sacco e Andrea Dieci andato in scena sabato a Bagolino, terzo appuntamento della rassegna estiva

02/08/2020

La prova della prova per il coro di Bagolino

Dopo il lungo periodo di astinenza canora, il Coro di Bagolino si è ritrovato per le prove di canto nella Chiesa di San Rocco, ma solo dopo aver effettuato una prova della prova vera all'aperto, per verificare quanto i cinque mesi di sospensione dell'attività corale avessero inciso sulla padronanza della voce
•VIDEO


30/07/2020

Piercarlo Sacco e Andrea Dieci interpretano Piazzolla

Questo sabato sera nella chiesa parrocchiale di Bagolino il terzo concerto di San Rocco in Musica con i classici del grande musicista argentino e l’ultima produzione tanguera influenzata dalla musica contemporanea

29/07/2020

Alla scoperta della Valle Sabbia

Per iniziativa dell’Agenzia territoriale per il turismo della Valle Sabbia e del Lago d’Idro, sono state effettuate la scorsa settimana le riprese di Cremona1 Tv per quattro nuove puntate dedicate alla nostra valle

27/07/2020

A solo, col basso e con un violino fuori programma

La presenza di Paolo Bonomini a "San Rocco in Musica" attribuisce alla rassegna musicale di Bagolino un notevole credito qualitativo, ponendola tra le proposte musicali più interessanti della provincia

27/07/2020

Solo la celebrazione religiosa per San Giacomo

La ricorrenza del santo protettore di viandanti e pellegrini, a cui è dedicata la chiesetta vista lago di Ponte Caffaro, ha visto solo la celebrazione della messa e non la tradizionale sagra