Skin ADV
Sabato 21 Aprile 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



 

Golfo di Salò

Golfo di Salò

by Luigi



19.04.2018 Barghe

19.04.2018 Bagolino Salò

20.04.2018 Valsabbia

19.04.2018 Roè Volciano

19.04.2018 Pertica Bassa

20.04.2018

20.04.2018 Valtenesi

19.04.2018 Valsabbia Provincia

19.04.2018 Vobarno Valsabbia

20.04.2018 Valsabbia






07 Novembre 2017, 10.07
Bagolino
Ricorrenze

Il IV Novembre, una giornata che cambia identità

di Marisa Viviani
Si è tenuta anche quest'anno a Bagolino la "Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate" che si celebra il 4 novembre, organizzata dagli Alpini e dai Fanti dei rispettivi gruppi locali

Festeggiata in passato come "Anniversario della Vittoria" della Prima Guerra Mondiale, la giornata del "4 Novembre" va considerata oggi più opportunamente come la fine di un sanguinosissimo conflitto che portò al massacro milioni di soldati e di civili in tutta Europa e in altri stati extraeuropei.

Inneggiare al "4 Novembre 1918" come festa di una vittoria sarebbe, come del resto fu dal 1922 al 1949, un oltraggio alle vittime, sacrificate alla logica della ragion di stato, che coltiva più la cultura della guerra che non la cultura della pace e della convivenza pacifica tra i popoli.

"Semina la pace e un uomo nuovo nascerà": la voce dei bambini che riflettono sul tema della guerra, porta oggi il segno di una sensibilità che è fortunatamente cambiata nel corso di questi 99 anni che ci separano dalla fine del primo conflitto mondiale (1914-1918).

Nella Chiesa di San Giorgio il tema della pace ha pervaso infatti la funzione religiosa in ricordo dei caduti in guerra e delle vittime di tutti i conflitti; i pensieri dei bambini e ragazzi delle scuole, le voci delle giovani "Cantorine" hanno rappresentato la prova di una diversa visione della vita nel segno della gioia e della pace.

Come ha testimoniato Giulio Pelizzari, l'anziano presidente dei Combattenti e Reduci, pronunciando la preghiera per i morti e dispersi in guerra, che invocano la pace per i popoli. Come ha fatto appello il parroco don Paolo, richiamando tutti ad agire per il bene del prossimo, a fare e donare agli altri.

E come ha ribadito anche il sindaco di Bagolino Gianluca Dagani, ricordando il grande tributo pagato da questo paese alla logica della guerra: 72 caduti nel primo grande conflitto mondiale.

La giornata commemorativa era iniziata con un ritrovo presso la Chiesa di Adamino, presso la quale negli anni scorsi era stato allestito un luogo della memoria in ricordo dei caduti della Prima Guerra Mondiale. Dopo l'alzabandiera e la deposizione di una corona d'alloro nel piccolo sacrario che porta i nomi dei soldati caduti, il corteo dei partecipanti alla commemorazione si è diretto al monumento dedicato alle vittime di tutti i conflitti, dove è stata deposta un'altra corona d'alloro. La "Fanfarina Nastro Azzurro di Brescia" ha accompagnato con la sua musica il corteo e i momenti salienti della celebrazione e della funzione religiosa.

Oltre agli Alpini di Bagolino con il capogruppo Elia Bordiga e i Fanti di Bagolino con il loro presidente Roberto Dionisi, erano presenti anche i rappresentanti e le delegazioni di altre armi: Dino Maffessoli (per la Sez. Alpini Monte Suello); Artiglieri di Ponte Caffaro con il presidente Alberto Bordiga; alpini di Ponte Caffaro con il capogruppo Aurelio Bolandini; Maurizio Palazzini per i Marinai di Idro; Carabinieri in congedo e in servizio attivo con il Maresciallo Giovanni Costanzo, Comandante sostituto della Stazione Carabinieri di Bagolino. Presenti moralmente anche i reduci Attilio Fusi e Cherubino Melzani, rappresentati da Giulio Pelizzari, presidente Combattenti e Reduci di Bagolino.

Tra il pubblico presente alla cerimonia anche i parenti di nove soldati deportati, deceduti in campi di prigionia durante la Seconda Guerra Mondiale, insigniti alla memoria di una Medaglia d'Onore al Merito, consegnata dal Prefetto di Brescia Annunziato Vardè al Sindaco d Bagolino e ai rappresentanti degli Alpini, dei Fanti e dei parenti nell'analoga cerimonia tenutasi a Brescia in P.zza Loggia sabato 4 novembre.

Nel corso della celebrazione, che a Bagolino si è tenuta domenica 5 novembre, tali medaglie sono state poi consegnate al termine della funzione religiosa ai parenti dei deportati. Ne ricordiamo i nomi, nella doverosa testimonianza della nostra opposizione ad ogni forma di sopruso, prevaricazione, violenza perpetrati contro l'umanità.

Che il 4 Novembre
rappresenti il dovuto ricordo e rispetto per chi ha perso la vita nelle guerre e un impegno per far crescere sempre più tra noi la cultura della pace.

 ELENCO DEI COMBATTENTI DI BAGOLINO MORTI IN PRIGIONIA DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE (1940/1945)

1) Carè Italo Stefano (Artiglieria, deceduto a Buchenwald, anni 30) – ritira il figlio Caré Italo

2) Foglio Rocco (Fanteria, deceduto a Baumfelder, anni 28) – ritira il figlio Foglio Gaetano

3) Foglio Serafino (Fanteria, deceduto a Dortmond, anni 23) – ritira il nipote Lombardi Serafino

4) Salvadori Bortolo (Art. Montagna, deceduto a Eichendorf, anni 21) – ritira il nipote Melzani Adriano

5) Fusi Daniele (Art. Montagna, deceduto in Campo in Germania, anni 23) – ritira il nipote Fusi Giovita

6) Pelizzari Giuseppe (Art. Montagna, deceduto in Campo in Germania, anni 33) – ritirano i nipoti Pelizzari Aldo e Bordiga Fabiola

7) Zanetti Antonio (Art. Montagna, deceduto in Campo in Germania, anni 30) – ritira la nipote Zanetti Marinella

8) Lombardi Pietro (Genio Alpino, deceduto in Campo in Germania, anni 25) - ritira il nipote Lombardi Danilo

9) Pelizzari Luigi (Fanteria, deceduto in Campo in Germania, anni 28) – ritira il nipote Pelizzari Mario

(Le medaglie assegnate dal Prefetto di Brescia sono state otto, la nona è stata assegnata dal Prefetto di Trento)


Fotogallery

Nelle foto di Luciano Saia alcuni momenti della cerimonia


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/11/2016 08:54:00
IV Novembre sotto la pioggia Anche a Nozza di Vestone domenica 6 novembre è stata commemorata la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate nell’anniversario della fine della Prima guerra mondiale.

05/11/2013 07:00:00
IV Novembre a Ponte Caffaro Domenica una partecipata cerimonia organizzata dal locale gruppo degli alpini e dalle altre associazioni combattentistiche e d'arma per commemorare la Festa dell'Unità nazionale e delle Forze armate

05/11/2016 09:39:00
Ponte Caffaro celebra il 4 Novembre Si è svolta ieri sera nella frazione a lago di Bagolino, per iniziativa delle associazioni d’arma, la cerimonia commemorativa della Festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate

09/11/2015 09:38:00
4 Novembre in Valle del Chiese Cerimonie di commemorazione dei Caduti di tutte le guerre si sono svolte ieri mattina a Bondo, Daone, Cimego, Condino, Darzo e la sera prima a Brione e Baitoni.

20/05/2015 10:35:00
Cent'anni della Grande Guerra a Ponte Caffaro Nel paese dell’antico confine sabato e domenica prossima un evento per commemorare l’anniversario dell’entrata in guerra dell’Italia con un confronto storico e un cerimonia presso il ponte



Altre da Bagolino
21/04/2018

Riaperta la strada del Gaver

Visto l’andamento meteo, dovrebbe essere la volta buona per la riapertura definitiva della viabilità dopo la temporanea apertura di una settimana fa

20/04/2018

Bagolino festeggia il patrono

L’intera comunità coinvolta per festeggiare San Giorgio nella ricorrenza patronale a cui Bagolino ha dedicato la splendida chiesa definita “la cattedrale della montagna”

19/04/2018

Dopo la paura, il ritorno vittorioso alle competizioni

Caduta all’indietro mentre preparava l’albero di Natale, col rischio di rimanere paralizzata, Annamaria si è ripresa e col marito ha ripreso a ballare (1)


15/04/2018

Riaperto il Gaver

Dopo quasi 4 settimane di chiusura, riapre questa domenica mattina la strada per il Gaver (2)

14/04/2018

Due metri sotto la neve

E’ stato elitrasportato fino al Papa Giovanni di Bergamo, in gravi condizioni, il giovane di Bienno sorpreso da una valanga nei pressi del lago di Laveno. Poi è morto



13/04/2018

Travolto da un tronco

Scivola lungo un pendio e si porta dietro un tronco che lo schiaccia. Sessantanovenne di Bagolino finisce in ospedale con l’eliambulanza

12/04/2018

Gilmozzi: «L'escursione del lago non andrà oltre il metro e mezzo»

Chiara la presa di posizione della Provincia Autonoma di Trento su come dovrà essere regolato in futuro del lago d'Idro. L'intervento in occasione di un incontro con gli Amici della Terra
(6)

11/04/2018

103 candeline per nonna Rita

Tantissimi auguri a Rita Fusi di Ponte Caffaro che proprio oggi, mercoledì 11 aprile, compie la bellezza di 103 anni (1)

10/04/2018

Lettera a don Lorenzo Milani

Come rispondere a “Lettera a una professoressa”, se non con una “Lettera a don Milani”? Così devono aver pensato Quelli del Teatro di Gavardo, allestendo uno spettacolo in ricordo e onore di don Lorenzo Milani a 51 anni dalla morte


08/04/2018

«In dieci anni perse due stagioni»

Forse la Sp 669 nel tratto che da Valle Dorizzo porta al Gaver, riaprirà questo lunedì. Forse, dopo tre fine settimana consecutivi di blocco completo. Si teme ci voglia un altro anno per il nuovo paravalanghe
(3)



Eventi

<<Aprile 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia