Skin ADV
Mercoledì 26 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Gallipoli

Gallipoli

di Beatrice Folini



24.06.2019 Valsabbia Provincia

25.06.2019 Pertica Bassa Bione Bagolino Pertica Alta

26.06.2019 Gavardo Valsabbia

26.06.2019 Gavardo

25.06.2019 Gavardo

24.06.2019 Val del Chiese

24.06.2019

24.06.2019 Roè Volciano

24.06.2019 Gavardo Valtenesi

25.06.2019 Salò Garda



26 Dicembre 2018, 08.00
Bagolino
Teatro

Dietro le quinte

di Marisa Viviani
Fervono i preparativi in vista del debutto di sabato prossimo della nuova commedia dialettale della compagnia I Maläòä presso il teatro dell’oratorio di Bagolino

Questa sera si va a teatro. Vedremo una commedia brillante, e ci divertiremo molto, perché la Compagnia Teatrale I Maläòä di Bagolino è ormai collaudata da 25 anni di successi, e il solo nominarla mette di buonumore chi già ne abbia potuto apprezzare la capacità di animare la scena con un senso dell'umorismo tipicamente bagosso. - E allora buon divertimento.

Ma questo avverrà soltanto da sabato 29, perché ancora fervono gli ultimi preparativi di scena e si stanno tenendo le prove; ed è di queste fasi dell'allestimento della rappresentazione che si parlerà, cioè di quanto avviene dietro le quinte per consentire agli spettatori di godersi lo spettacolo.

E dietro le quinte, fisiche o ideali esse siano, ci sono impegni di partecipazione, lavoro, collaborazione che si protraggono per mesi e che coinvolgono un gran numero di persone.

Si inizia dal copione della commedia, che va individuato leggendo sia testi nuovi che testi già rappresentati, in questo caso attualizzandoli, il che significa spesso doverli quasi riscrivere completamente, ma sempre e comunque traducendoli nel dialetto di Bagolino, che è ostico assai, sia per la struttura grammatico-lessicale, che per la puntigliosa ortografia; basti vedere il semplice esempio del titolo: Per mèret déle fté rö́ze séräm dré ä nà 'n roìnä.

Prima della sua dipartita, era il compianto Fiorino Bazzani ad avere il compito di tradurre i testi teatrali in dialetto, onere che spetta oggi agli stessi Maläòä, che già dalla primavera si ritrovano a tradurre, rileggere, rivedere, ricorreggere, per presentare infine un copione ben strutturato e ineccepibile linguisticamente (in dialetto), e mai dizionario fu più consultato come in queste circostanze, fino alla consunzione delle pagine e della rilegatura. Quello della traduzione è un impegno veramente gravoso, che porta comunque ad una compartecipazione di tutti gli attori e ad una vera condivisione del testo, appartenente così di fatto a tutta la Compagnia Teatrale.

Dal mese di settembre iniziano poi le prove, ed è in questi momenti che si instaura la vera atmosfera da commedia, con esilaranti battute fuori testo, ingarbugliamenti comicissimi di parole, vuoti di memoria e afasie improvvise, entusiasmi e cedimenti d'umore, su cui prevale sempre però lo spiccato senso dell'umorismo che caratterizza lo stile di questa comunità, che tende a spianare le punte aguzze delle difficoltà.

Insomma, la vera commedia brillante si svolge proprio a platea deserta, quando comunque è assente la consueta tensione della prima, che può sfociare anche nel classico panico da palcoscenico. Se prescindiamo dall'impegno continuativo bisettimanale, che nel tempo può diventare pesante, si può affermare che il confronto tra idee e personalità molto diverse rappresenti una palestra molto positiva della vita sociale, in questo caso anche grazie al saldo positivo delle risate.

L'allestimento della scena comporta poi un lavoro essenzialmente manuale, come ridipingere i fondali, trasportare i mobili e gli arredi adatti a creare l'ambientazione migliore, curando elementi che evidenzino alcuni particolari della vicenda; si tratta pertanto di trovare chi gentilmente presta ciò che occorre per la rappresentazione, chi aiuta nel trasporto, chi esegue piccole o grandi manutenzioni, insomma uno stuolo di indispensabili e insostituibili collaboratori.

Curata la scenografia, si deve pensare quindi ai costumi di scena, individuati nel guardaroba della Compagnia o integrati da abiti personali o presi in prestito per l'occasione; ecco allora che va tutto provato, rilavato, stirato, così come a fine delle repliche della stagione teatrale quando tutti i costumi vanno riposti negli armadi. Per non parlare delle parrucche, che le mani esperte di parrucchiere professioniste tingono e pettinano per l'occasione.

A questo punto dovrebbe essere chiaro come dietro le quinte della divertente commedia a cui si assiste, c'è un lungo e impegnativo lavoro di costruzione, retto non solo dalla Compagnia Teatrale I Maläòä , ma anche da un gruppo consistente di collaboratori, che prestano, trasportano, montano e smontano, dipingono, aggiustano, cuciono, pettinano, truccano, registrano, fotografano, vendono i biglietti, presentano: tutti volontari che prestano la loro opera gratuitamente. Senza dimenticare che gli introiti dello spettacolo vanno a coprire le spese di allestimento, di manutenzione del teatro e delle varie apparecchiature, oltre a finanziare attività solidali.

Ecco, dietro le quinte c'è un mondo che si impegna per far divertire la comunità, ricordandole anche che la sua lingua originaria, il suo dialetto, per continuare ad essere vitale deve essere parlato nella quotidianità, iniziando dall'età infantile.

Nell'incontro di presentazione dell'Atlante Lessicale dei Dialetti Bresciani, svoltosi a Vestone lo scorso 13 dicembre, il prof. Alfredo Bonomi a questo proposito si è così espresso: " Il dialetto sta morendo perché non viene parlato dai giovani, che oggi parlano una lingua ibrida influenzata dal gergo televisivo/massmediatico, con qualche influenza colta indotta dalla scuola, e con l'introduzione di alcune parole/frasi dialettali." Si evince quindi che se il dialetto non è legato al vissuto, non diventerà patrimonio linguistico della persona, ma sarà destinato ad una trasformazione irreversibile, forse anche all'estinzione, quanto meno ad essere relegato tra i reperti museali alla stregua di un'anfora antica o di una moneta fuori corso.

È ben vero che nel mondo tutto scorre e si trasforma; lo stesso dialetto di Bagolino è il risultato di cambiamenti intercorsi nel tempo, e ben lo sanno coloro che, emigrati in altri Paesi, ritornando al paese di origine trovano un dialetto che stentano a riconoscere, mentre essi stessi ne hanno saputo coltivare il ricordo e l'uso antico. Forse la spiegazione è da ricercarsi nel legame con la propria terra e con la propria identità, che quando viene meno e non è più parte del vissuto, perde il suo significato profondo e la funzione modellatrice di un'identità.

Se non ci riconosciamo in una storia, in un ambiente, in una comunità e nei suoi valori, rivolgiamo altrove i nostri interessi e le nostre ambizioni, spesso per scelta inconsapevole, o indotta da modelli esistenziali estranei alla nostra cultura, e non necessariamente migliori. Sta capitando anche alla nostra lingua nazionale, l'italiano, sempre più impoverito e infiltrato da termini anglosassoni in prevalenza assoluta rispetto ad altre lingue straniere, usati senza alcuna necessità di significato e con l'aggravante di una pessima pronuncia.

Le commedie che la Compagnia Teatrale I Maläòä mette in scena ogni anno nel dialetto di Bagolino, ha così il pregio, oltre che di divertire il suo pubblico, di far riflettere sulla storia del proprio paese, che è anche storia personale e delle proprie famiglie, da cui è nato ciò che siamo e ciò che diventeremo in futuro. Ecco, dietro le quinte c'è anche questo, perché ciò che vediamo rappresentata in teatro "Non è soltanto una commedia".

La Compagnia Teatrale I Maläòä di Bagolino presenta la commedia dialettale "Per mèret déle fté rö́ze séräm dré ä nà 'n roìnä" , presso il Cinema Teatro dell'Oratorio: 29 dicembre, 30 dicembre, 4 gennaio, 5 gennaio alle ore 20,30; 13 gennaio alle ore 15.
Prenotazione obbligatoria presso Carè Claudia Abbigliamento, cell. 339/6874025
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID78914 - 26/12/2018 17:53:48 (Bagosso)
Bravo Maläòä, la costanza vi premia, il pubblico vi aspetta!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/01/2019 09:31:00
«I Maläòä», 25 anni di divertimento Si è conclusa con un notevole successo di pubblico la stagione teatrale della compagnia teatrale di Bagolino che quest'anno taglia il traguardo del primo quarto di secolo di vita

06/01/2019 09:12:00
In scena i «Maläòä» di Bagolino Visto il grande successo della loro commedia dialettale la Compagnia teatrale bagossa concederà un’ulteriore replica oltre a quella già prevista per domenica prossima, 13 gennaio 

23/01/2019 09:00:00
La Signora Maria conquista anche Bagolino È una piazza teatrale tosta quella di Bagolino, che fa lo strapieno per la Compagnia di casa, ma disdegna, con rare eccezioni, le rappresentazioni forestiere. Ci voleva quindi un pezzo da novanta come La Signora Maria per entusiasmare i tiepidi bagossi verso il teatro privo del marchio della Valle del Caffaro

02/01/2015 10:18:00
Debutta al nuova commedia del Fil de Fer La compagnia teatrale villanovese presenta da questo sabato 3 gennaio al teatro Corallo la nuova commedia dialettale intitolata “Se el mort l’è viff”

16/01/2015 10:15:00
«So mia che dit» Debutta questo sabato sera a Muscoline la nuova commedia dialettale in due atti della compagnia teatrale “El paes” che conclude i festeggiamenti per il ventennale del sodalizio



Altre da Bagolino
25/06/2019

Fondi per la messa in sicurezza delle strade

Ci sono anche quattro comuni valsabbini fra i beneficiari del bando regionale per la sistemazione di strade, ponti, incroci e piste ciclopedonali riservato ai piccoli Comuni (2)

23/06/2019

Apertura a singhiozzo per la 669

Inizieranno questo lunedì le operazioni di messa in sicurezza dei versanti bagossi deturpati dalla “tempesta Vaia” dello scorso ottobre. Martedì in assemblea pubblica tutti i particolari (1)

22/06/2019

Polisportiva Caffarese e SSD Bagolino, presente e futuro insieme

Si è concluso sabato 25 maggio a Bagolino il sesto anno del Progetto di avvicinamento allo sport “La Cultura dello Sport per i Nostri giovani” proposto da ASD Polisportiva Caffarese e SSD Bagolino agli alunni dei rispettivi plessi scolastici 

20/06/2019

Si scontra con un'auto, motociclista in ospedale

Per fortuna meno gravi del previsto le ferite riportate da un biker tedesco che si è scontrato con una Panda lungo la strada di Bagolino

20/06/2019

Cento anni e non li dimostra

È stato festeggiato mercoledì 19, presso la Casa di Riposo di Bagolino, il compleanno della signora Pasquina Gagliardi, arrivata all'invidiabile traguardo di cento anni portati magnificamente

19/06/2019

I vent'anni del Maggiolino

Amici e avventori hanno festeggiato con i titolari Elisa e Giacomo il ventennale del bar di Ponte Caffaro

18/06/2019

«No food no event!»

In uno slogan ecco la “filosofia” di Ambra Marca, fondatrice di InScena: azienda bresciana dal "dna" valsabbino, specializzata in organizzazione eventi e catering

17/06/2019

Orchestra «Il plettro» a Bagolino

Il programma di manifestazioni estive organizzate dalla Proloco di Bagolino aveva avuto il suo felice esordio con il Duo Baronio-Arcari (Mandolino e Chitarra), il primo dei sette concerti previsti per "San Rocco in musica". Il secondo si terrà il prossimo 22 giugno 

14/06/2019

In battello sull'Eridio

Questo sabato, 15 giugno, riprendono le corse del battello Idra che permette di navigare sul lago d’Idro facendo tappa nelle località più suggestive. Tre le corse giornaliere previste, che a breve diventeranno quattro 

13/06/2019

Bagolino Alpin Run e Tor des Geants assieme per un grande evento

Sabato una giornata dedicata alla corsa in montagna con grandi campioni di questo sport e la presentazione del famoso ultra trail valdostano e della gara della Società Sportiva e dell’Avis Bagolino

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia