Skin ADV
Mercoledì 18 Ottobre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



 





26 Febbraio 2017, 08.00
Bagolino
Carnevale di Bagolino

Balarì, tradizione di famiglia

di Cesare Fumana
Saranno 120 quest’anno i ballerini in maschera con il loro tipico vestito e colorato cappello impegnati a danzare nelle due giornate conclusive del Carnevale di Bagolino. Ecco qualche curiosità raccolta da uno dei capi del gruppo

Carnevale di Bagolino: che le danze abbiano inizio. La grande attesa sta per terminare: all’alba di questo lunedì, finalmente, i Balarì scenderanno per le strade acciottolate dell’antico borgo montano valsabbino.

Sono loro, con il vestito e le scarpe della festa, lo scialle, la fascia, la maschera e il tipico cappello con i nastri colorati adornato di ori, la parte più tipica e pittoresca di questo Carnevale, fra i più singolari e belli d’Italia.

Abbiamo sentito Giovita Fusi, uno dei due capi, con Gian Antonio Fusi, della compagnia dei Balarì, per coglierne l'essenza e qualche curiosità.

“Quest’anno saremo 120 – ci dice Giovita –: sempre in numero pari, perché i balli si eseguono a coppie. Pensate che nel 1980, quanto ho iniziato a fare il capo, eravamo solo una trentina”.

Come si diventa ballerini? “È una tradizione di famiglia: si inizia da piccoli nel gruppo dei ballerini piccoli, nel quale ci sono sia bambini che bambine, e poi dopo le medie si può cominciare a ballare nella compagnia dei grandi. Solo i ragazzi, però: i ballerini sono solo uomini. Anch’io ho iniziato da bambino, poi seguendo le orme di mio papà e di mio zio ho proseguito ininterrottamente a danzare. Anche mio papà è stato capo dei ballerini”.

Proprio una tradizione di famiglia. “Sì, ci teniamo molto al nostro Carnevale. Anche quest’anno ci saranno i miei due fratelli e anche mio figlio. Anni fa c’era gente di Bagolino emigrata in Francia che ritornava apposta per ballare a Carnevale”.

Ad accompagnare nelle danze i Balarì c’è il gruppo dei suonatori, i Sonadùr, con una quindicina di strumenti: 8 violini, 2 bassi e le chitarre. Sono 26 le diverse suonate che eseguono e 26 anche le danze. “Per chi viene da fuori e sente per la prima volta le musiche del Carnevale sembra che siano tutte uguali, invece sono diverse e noi le riconosciamo bene”.

Già dopo l’Epifania, il lunedì e il giovedì,
i suonatori si ritrovano nelle osterie per suonare le musiche del carnevale e sempre in questi due giorni anche i mascher, l’altra faccia del Carnevale bagosso, entrano in scena. “Non ce ne sono più molte, ma capita che ci siano dai ragazzi che si ritrovano per una mascherata”.

Nelle due domeniche precedenti
si fanno le prove presso l’oratorio, l’unico locale che può accogliere così tante persone: “È questa l’occasione per sapere quanti saremo, giusto per regolarci”.

Ovviamente, nell’arco dei due giorni, i ballerini si alternano nelle danze; poche volte si possono esibire tutti insieme, un po’ per ragioni di spazio (le strada e le piazze di Bagolino non sono proprio ampie), un po’ per questione di stanchezza. Infatti, durante il giro del paese, i ballerini si fermano nelle case per far festa.

“Ballare con la maschera è faticoso: si suda molto sotto la maschera e i ballerini ballano solo con la maschera. Sono noi capi non la portiamo: non potremmo impartire gli ordini altrimenti”.

Come detto, i balli vengono eseguiti con i ballerini disposti su due file, e si balla a copie, con due ruoli distinti: capo e figura.

Solo un ballo viene eseguito in cerchio
tutti insieme: l’ariosa. “Negli anni 80 l’ariosa veniva ballata anche 3 o 4 volte durante il Carnevale; adesso per ragioni di spazio la eseguiamo solo alla sera del martedì, come ultimo ballo, in piazza Marconi, la piazza più grande del paese”.

Un’ultima curiosità: quanti anni ha il ballerino più anziano e quello più giovane?
“Quest’anno il più anziano ha 65 anni e quello più giovane 15”.

E allora: buon Carnevale!

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID71213 - 26/02/2017 18:31:41 (Iva) BELLO
DAVVERO BELLO IL CARNEVALE DI BAGOLINO ED UNA STRANEZZA DA SEMPRE CHE I BALLERINI CHE BALLANO SONO SOLO UOMINI E NON DONNE BISOGNEREBBE APPROFONDIRE!!!



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/02/2016 12:04:00
Musica e danze con i balarì e i mini balarì Questa domenica a Bagolino e a Ponte Caffaro, tempo permettendo, aprono in anticipo le danze i gruppi dei ballerini piccoli, mentre i grandi entrano in scena lunedì dopo la messa dell’alba nella parrocchiale

13/02/2015 16:00:00
I mini ballerini aprono del danze del Carnevale Il carnevale bagosso si perpetua anche a Ponte Caffaro dove la tradizione ha seguito i bagossi scesi a colonizzare il Pian d’Oneda

24/02/2017 10:38:00
I mini ballerini aprono il Carnevale A Ponte Caffaro saranno i ballerini piccoli ad aprire questa domenica le danze del tradizionale Carnevale bagosso, che proseguirà poi nelle giornate di lunedì e martedì

07/02/2008 00:00:00
Bagolino regno di balarì e mascher Con la cornice di un bel sole i ballerini hanno potuto danzare liberamente fino a tarda sera. L’ultimo giorno di carnevale di Bagolino è stato accompagnato da un cielo completamente sereno: alle le otto il via alle danze, come vuole la tradizione.

06/02/2013 08:15:00
Mascher e Balarì Considerato manifestazione spontanea, il Carnevale di Bagolino osserva ritmi stabiliti nel corso dei secoli e non "digerisce" rigidi vincoli a programmi prestabiliti



Altre da Bagolino
16/10/2017

Acqua Maniva per i bambini di Morrumbene

Grazie al sostegno dell’azienda di acque minerali di Bagolino, è stata inaugurata la scuola materna Escolinha Seridò in Mozambico


16/10/2017

Voci d'osteria e Transumanza, gran festa a Bagolino

La Città di montagna, invasa fra sabato e domenica dalla tradizione, ha fatto il pieno di turisti e di curiosi. VIDEO


12/10/2017

Fine settimana a Bagolino fra canti e Transumanza

Un doppio appuntamento terrà banco nel weekend nel paese montano valsabbino: la 2ª Rassegna dei Canti di Osteria e la festa dedicata al mondo rurale e al rientro delle mandrie dall'alpeggio


10/10/2017

Una tantum profeta in patria: Antonio Stagnoli

L'Arte in ogni sua forma, si avvale di molteplici linguaggi espressivi e reca in sé la capacità di trasportarci in mondi, spesso molto differenti, ma accomunati da un unico scopo: quello di "sentire"

09/10/2017

Ambulanza Valle Sabbia, il gruppo di Bagolino

Continua il nostro viaggio all’interno dei gruppi di soccorso valsabbini. Questa settimana abbiamo parlato con Ivo Fusi, responsabile del gruppo di Bagolino

05/10/2017

Il Coro di Bagolino trova casa

Nel 15° anniversario della sua fondazione, il sodalizio musicale bagosso ha inaugurato la nuova sede nei locali del palazzo di via San Giorgio messi a disposizione dall'Amministrazione comunale
(1)

04/10/2017

«Seduzioni e silenzi»

Sarà inaugurata sabato prossimo, 7 ottobre, nello spazio espositivo “Via Glisenti 43” a Vestone la mostra d’arte di Angelo Bordiga (1)

04/10/2017

«La Valle Sabbia rivoluzionaria e napoleonica»

Anticipiamo ai lettori di Vallesabbianews, la parte dell'intervento di Giancarlo Marchesi alla prima serata di “Gente di Vallesabbia”, dedicato all’edificazione della Rocca d’Anfo napoleonica

04/10/2017

Gente di Vallesabbia

Prende il via il questo venerdì sera a Ponte Caffaro la rassegna di incontri culturali promossa per il 12° anno dall’associazione artistica culturale “Eridio”



03/10/2017

669 bloccata per più di un'ora

Per fortuna senza gravi conseguenze l'incidente che è avvenuto lungo la Provinciale 669 che da Sant'Antonio sale verso Bagolino. Non sono mancati però i disagi


Eventi

<<Ottobre 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia