Skin ADV
Lunedì 22 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








20.07.2019 Vestone Valsabbia

21.07.2019 Bagolino

21.07.2019 Valsabbia

22.07.2019 Treviso Bs

20.07.2019 Serle

20.07.2019 Barghe

22.07.2019 Bagolino

20.07.2019 Gavardo

21.07.2019 Gavardo

21.07.2019 Valtenesi Provincia






19 Aprile 2019, 09.25
Bagolino
Amministrazioni

Bagolino onora Peter Brack

di Marisa Viviani
L'amministrazione comunale di Bagolino conferirà la cittadinanza onoraria al prof. Peter Brack, scopritore del Sito Geologico del Chiodo d'Oro di Romanterra. Venerdì 26 aprile la cerimonia in municipio

Venerdì 26 aprile, alle ore 21,00,
presso la Sala Consiliare del Comune di Bagolino verrà conferita la Cittadinanza Onoraria al Prof. Peter Brack, scopritore del Sito Geologico del Chiodo d'Oro di Romanterra. Tale riconoscimento fa seguito alla proposta inoltrata dall'Associazione Culturale Habitar in sta terra e dal Club Alpino Italiano (CAI) di Bagolino (Delibera n° 11 del 12/2/2019). *

L'istituto della cittadinanza onoraria è riservato a persone non iscritte negli elenchi dell'anagrafe del comune, distintesi per alti meriti a favore della comunità in campo sociale, umanitario, culturale, conferendo alla stessa prestigio ed onore in virtù dei loro studi e ricerche, dell'attaccamento al paese e alla sua valorizzazione attraverso il loro operato. Nel caso specifico, l'alto merito di Peter Brack consiste nell'aver portato il nome di Bagolino nel consesso internazionale della scienza, attraverso la scoperta di un sito geologico di rilevanza mondiale, il Sito Geologico di Romanterra riconosciuto con l'attribuzione del Chiodo d'Oro.

Fin dal lontano 1981 il geologo svizzero Peter Brack, studiando le rocce della Valle del Caffaro, aveva ipotizzato che questo territorio fosse interessato da fenomeni geologici estremamente significativi, tanto da giustificare la presenza di un punto di passaggio da un'età geologica ad un'altra, un fatto di straordinario interesse scientifico. Dopo oltre vent'anni di studi e ricerche, nel 2005 la Commissione Internazionale di Stratigrafia ne riconobbe l'esattezza, assegnando al Sito Geologico di Romanterra, il prestigiosissimo riconoscimento di area geologica di interesse mondiale con il Chiodo d'Oro, che individua il punto esatto del limite tra due età geologiche, che nel caso specifico sono l'Anisico e il Ladinico del Triassico Medio.

Il Chiodo d'Oro del Sito Geologico di Romanterra è così conficcato oggi tra le rocce affioranti nel letto del fiume Caffaro, ad identificare quel punto dell'antichissima storia della Terra in cui si sono verificati rivolgimenti geologici straordinari, che soltanto l'occhio esperto e lo studio approfondito di Peter Brack hanno saputo cogliere e comprendere. Il Chiodo d'Oro del Sito Geologico di Romanterra a Bagolino è tra gli 8 presenti in Italia e tra i 64 presenti in tutto il mondo!

Un altro grande merito del nostro Peter è stato inoltre quello di legare il nome di Bagolino ad un'altra importante scoperta. Le rocce presenti nella vallata dimostrano che questo territorio era situato vicino all'equatore; tali rocce si formarono infatti in un ambiente tropicale, in un mare caldo poco profondo, in cui vivevano animali marini i cui resti fossili sono incastonati e visibili oggi nelle antiche pietre. Un mollusco fossile in particolare, un'ammonite che si diversifica tra le altre per caratteristiche sue proprie, è stato identificato da Peter Brack come autoctono di quest'area e denominato pertanto Kellnerites bagolinensis, aggiungendo onore su onore a questa comunità.

Peter Brack, professore presso il Politecnico dell'Università di Zurigo, è da decenni un cittadinio acquisito di Bagolino e del territorio della Valle del Caffaro e dintorni "conosce anche le pietre", modo di dire quanto mai pertinente in questo caso. È anche socio dell'associazione culturale Habitar in sta terra, confermando con questa sua adesione un'affezione convinta alla storia e cultura del paese, di cui condivide con piacere, durante i suoi soggiorni in valle, le tradizioni e la socialità.

Il conferimento della cittadinanza onoraria a Peter Brack è quindi un doveroso riconoscimento ad un'alta personalità della cultura scientifica mondiale, che onora innanzitutto la comunità di Bagolino. La cerimonia è aperta al pubblico e la popolazione è caldamente invitata a presenziare.

 

Titoli del prof. Peter Brack dalla relazione del sindaco G. Dagani (Delibera n. 11 del 12/2/2019)

Dr. Peter Brack, geologo. Docente presso il Dipartimento di Scienze della Terra del Politecnico di Zurigo (ETH Zurigo). È membro della Commissione scientifica transnazionale (Svizzera – Italia) del sito UNESCO del Monte San Giorgio. È stato direttore di rilevamento per le cartine geologiche comprendenti il Foglio "Monte Adamello" (2008) e il foglio "Bagolino" (2016) del Progetto CARG (Cartografia Geologica) curate dall' ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ed ha pubblicato numerosi libri e saggi di carattere scientifico. Scopritore e promotore del riconoscimento del Chiodo d' Oro. Nel 2005, la Commissione Internazionale di Stratigrafia riconobbe gli studi del prof. Peter Brack ed assegnò al Sito Geologico di Romanterra, Valle del Caffaro, Bagolino, il prestigiosissimo riconoscimento di area geologica di interesse mondiale con il Chiodo D'Oro, che individua il punto esatto del limite tra due età geologiche, che nel caso specifico sono l'Anisico e il Ladinico del Triassico Medio. Il Chiodo d'Oro del Sito Geologico di Romanterra a Bagolino è tra gli 8 presenti in Italia e tra i 64 presenti in tutto il mondo, grazie alle intuizioni, agli studi, alla determinazione del signor Peter Brack che ne ha saputo sostenere la certificazione internazionale" .

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID80391 - 19/04/2019 16:19:58 (liberissimo) Conplimenti
Ottima iniziativa ..... bravi così si fa.


ID80393 - 19/04/2019 21:16:03 (somma)
Oltre a Peter andrebbe onorato il sito con pulizia ed ordine.


ID80396 - 20/04/2019 09:31:24 (Bagosso)
Grazie Peter per la tua passione, professionalit e grande modestia.Peccato che anche il sito geologico stia facendo la stessa fine delle ciclopedonali realizzate e poi abbandonate.


ID80432 - 26/04/2019 19:42:00 (Ci)
Certo..., tutti laureati, vogliono promuovere la storia e la cultura e non sanno che "IL CHIODO D'ORO " è un sito GEOLOGICO del triassico e NON un sito ARCHEOLOGICO come afferma la lista INSIEME PER CRESCERE Bagolino Ponte Caffaro, nel loro programma.


ID80443 - 28/04/2019 08:50:21 (axste) axste
interessante anche se c'era una certa partecipazione dei soliti noti gia attivi nel tessuto sociale del paese...(cai volontariato etc..) ..meritava piu attenzione da parte dei piu giovani (chiamamola quella popolare ...quelli che preferiscono passare la sera al bar piu che ..altro ) credo che sia stata per loro una occasione persa ..di conoscere il paese ed e starno che i piu giovani bagossi cosi attaccati al territorio e alle tradizioni abbiano perso una occasione del genere... che non e da tutti i giorni.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/04/2019 08:31:00
Peter Brack cittadino onorario di Bagolino Sala consiliare gremita venerdì scorso a Bagolino per la cerimonia di assegnazione della cittadinanza onoraria al geologo svizzero, scopritore del Sito Geologico del Chiodo d'Oro di Romanterra

30/08/2014 06:43:00
Se in testa hai un chiodo d'oro Era il 1981 quando il geologo svizzero Peter Brack cominciò ad approfondire un'idea che gli era venuta indagando le rocce della Valle del Caffaro

11/07/2017 07:14:00
Il caso dei massi spariti a Romanterra Venerdì erano regolarmente presenti nel sito geologico bagosso, domenica no. Dove possano essere finiti e l’utilizzo per cui sono stati portati via di lì, è per ora un mistero

23/07/2009 06:00:00
Il Gssp di Romanterra E' stato presentato al pubblico il Gssp di Romanterra. Un sito geologico che individua a livello mondiale il passaggio fra il piano Ladinico e quello Anisico

25/03/2018 12:00:00
Vandali «armati» di moto da cross È l’epiteto che un nostro lettore ha affibbiato a chi ieri ha scorrazzato lungo il sentiero che porta al sito geologico di Romanterra, a Bagolino, provocando ingenti danni



Altre da Bagolino
22/07/2019

Bagolino Alpin Run, primi Simukeka e Ana Nanu

Lo straripante Jean Baptiste Simukeka e la confermatissima Ana Nanu si sono aggiudicati la stellare decima edizione della corsa, disputata domenica a Bagolino. Sul podio anche il campione del mondo lunghe distanze valsabbino Alessandro Rambaldini  

22/07/2019

In fondo al tunnel... la neve

Il costruendo paravalanghe lungo la Provinciale 669, parola di Gervasoni partron della Sat, porterà in dote già dal prossimo inverno la riapertura degli impianti sciistici del Gaver
(2)

21/07/2019

In difesa dell'orso M49

Un’azione di protesta questa domenica a Ponte Caffaro contro la Provincia Autonoma di Trento accusata di voler uccidere l’orso bruno fuggito dal recinto (7)

19/07/2019

Nel Caffaro una trota da record

A catturarla Giorgio Cimarolli, pescatore di Bondone in trasferta sul torrente bagosso (8)

19/07/2019

Famiglie al Museo

Da Odolo a Bagolino, da Pertica Alta a Sabbio Chiese, una serie di iniziative organizzate dal Sistema Museale valsabbino per avvicinare adulti e bambini – e perché no, anche i turisti – al patrimonio culturale della Valle Sabbia


19/07/2019

Grandi nomi per la 10ª Bagolino Alpin Run

Nomi di spicco del panorama nazionale e internazionale per la gara di domenica organizzata da SSD Bagolino e Avis Bagolino, quinta tappa del Grand Prix di corsa in montagna Valle Sabbia

17/07/2019

Se di chitarra sei amante

Questo venerdì sera a Bagolino la presentazione della ricostruzione moderna della Chitarra Battente di Gio. Pietro Mora del 1777, l'originale della quale è conservata presso i Musei Civici di Brescia

16/07/2019

Successo per la Bandalpina

Un tuffo nella musica tradizionale delle Alpi e Prealpi lombarde quella proposta con successo sabato sera a Bagolino dal gruppo bergamasco

12/07/2019

I suoni delle Prealpi lombarde

Questo sabato 13 luglio, alle ore 21, tutti in piazza Marconi a Bagolino per lo straordinario concerto della Bandalpina, organizzato da Pro loco

11/07/2019

(Mes)saggio musicale

Le manifestazioni musicali che stanno caratterizzando l'estate di Bagolino si sono arricchite nei giorni scorsi di un imprevisto concerto, che ha fortemente entusiasmato il pubblico perché gli orchestrali erano bambini e ragazzi di età compresa tra i sette e i sedici anni

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia