Skin ADV
Sabato 07 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






[Varie]


05.12.2019 Salò

05.12.2019 Gavardo Villanuova s/C

07.12.2019 Barghe

06.12.2019 Muscoline

05.12.2019 Paitone Prevalle

07.12.2019 Bione Odolo Preseglie Valsabbia

05.12.2019 Gavardo Provincia

06.12.2019 Mura Valtrompia Provincia

06.12.2019 Sabbio Chiese

05.12.2019 Gavardo






11 Agosto 2019, 10.20
Bagolino
Spettacoli

«Amodonos», grande musica in valle

di Redazione
Una platea ammaliata dalla magica atmosfera creata dalle parole e dalla musica ha seguito in un silenzio irreale il concerto della band a Bagolino

Una platea ammaliata dalla magica atmosfera creata dalle parole e dalla musica ha seguito in un silenzio irreale il concerto "Amodonos", tenuto a Bagolino da Paolo Bianchi (pianoforte), Marcello Rota (clarinetto e sax alto), Riccardo Orsi (batteria e percussioni), Vittorio Marchetta (voce e chitarra). È stata una manifestazione di grandissimo livello tecnico-espressivo, perché, come aveva anticipato il comune collega e amico M° Stefano Bordiga, "questi musicisti rappresentano oggi il meglio della nostra valle".

Non è facile rendere la bellezza e l'emozione creata da questo spettacolo, spiegabile solo immergendosi nella suggestiva dimensione di parole e musica; qualche spunto, inadeguato alla grandezza del messaggio proposto, parlerà della serata, invogliando chi legge a non perdere l' occasione per (ri)vederlo.

Incontri casuali, amicizie ritrovate, gioie e dolori della vita, e la musica che nelle sue forme diverse lega i percorsi degli autori e diviene, essa stessa, colonna sonora delle loro esistenze; e anche delle nostre. Dipanando il filo della memoria ecco allora fluire, placido o tumultuoso, un fiume di emozioni e di musica, di musica e di emozioni: Amodonos è un viaggio per attraversare il tempo perduto e ritrovare il tempo della nostra vita.

Vittorio Marchetta, è la voce narrante che accompagna con stile e leggerezza in questo viaggio intimo, ma anche collettivo di una generazione, sollevando via via l'onda dei ricordi con la forza tenera e ferma delle parole; e dalle parole inizia il viaggio nel tempo della vita con "la musica che crea ricordi e ricordi che evocano musica".

"Amori, amicizie, dolori lancinanti: non cambierei nulla, neanche gli errori". Così il primo bacio, gli esami di maturità, la prima auto comperata, la morte di un amico, un amore sbagliato, un amore perduto, i film del momento, le grandi canzoni, le avventure, i pensieri, le assenze, e tutto intorno la musica, il filo conduttore delle nostre storie. Il clarinetto di Marcello Rota dà avvio al viaggio nel tempo e nella musica con le note solenni e struggenti di "C'era una volta il West", e da quel momento il pubblico viene stregato dalla malìa della musica e delle parole che l'hanno evocata.

Venti brani di grande musica e di grande interpretazione si sono susseguiti in un silenzio quasi irreale, non un colpo di tosse, uno scricchiolìo di poltrona, impensabile interrompere la magica atmosfera creatasi in sala, dove Paolo Bianchi, al centro della scena e semicoperto da un grande spartito, concentratissimo, liberava le sette note del suo pianoforte "non come una mera successione di suoni ma come l'infinita vastità dell'anima".

Vedrai, vedrai; Lullabye of birdland; So in love; Io che amo solo te; Along came Betty; I remember Clifford; Amapola; Caro amore; Imagine; Por una cabeza; What a wonderful word; My funny Valentine; Samba di Orfeo; ecc., per generi e stili musicali diversi, ma sempre grandissimi.

La platea quasi non respirava; solo una volta, irrefrenabile, un applauso ha interrotto il silenzio dovuto agli interpreti, quando Riccardo Orsi ha frantumato con uno strepitoso assolo l'autocontrollo del pubblico; ma si sa, la batteria è indisciplinata e difficilmente contenibile nei suoi effetti. Subito ricompostosi, il pubblico ha completato poi il viaggio musicale con un'attenzione assoluta e grata, come confermeranno gli applausi entusiastici del finale.

Un sax, alternato al clarinetto, ha sottolineato con grande incisività espressiva i passaggi più significativi dei brani proposti, confermando Marcello Rota come un grande interprete solista e di complesso, con una splendida vena swing e jazz capace di creare l'atmosfera di riflessione intima e intensa che la musica sa suscitare. Bravissimi tutti i musicisti, singolarmente e d'insieme, dimostrando come "Amodonos" sia l'esemplificazione della differenza tra suonare per lavoro e suonare per passione.

Nato da un progetto ideale di Paolo Bianchi, questo viaggio musicale si conclude con una metafora: i ricordi sono come scampoli, possono essere di scarso valore o di pregio, morbidi o ruvidi, suscitare frammenti di vita teneri o drammatici, o strazianti. Sono stati il filo conduttore della proposta di "Amodonos", legati dalle parole e dalla musica che si chiudono a cerchio sul motivo iniziale, con la chitarra lieve di Vittorio Marchetta; le toccanti note del celebre motivo di Ennio Morricone, ci ricordano che "una volta" c'era il West, ed ora "bisogna farsene una ragione". Non sarà facile, ma forse la musica ci darà una mano.

Non perdetevi la prossima uscita del gruppo di "Amodonos".


Nelle foto, di Luciano Saia: I musicisti di "Amodonos": (da sx) Vittorio Marchetta, Marcello Rota, Paolo Bianchi, Riccardo Orsi - Vittorio Marchetta alla chitarra - Marcello Rota al sax - Riccardo Orsi alla batteria.


Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/12/2014 12:00:00
Concerto per il nuovo anno Martedì sera nella chiesa parrocchiale di San Giorgio a Bagolino, il concerto del Duo "Uht", con Daniele Richiedei al violino e Pierangelo Taboni all’organo

31/07/2018 08:40:00
La chiesa di San Rocco esalta i cori Il grande concerto corale dello scorso sabato ha visto esibirsi, valorizzati da un’acustica perfetta, il Coro di Bagolino e il Coro Le Rocce Roche di Brescia 

03/07/2009 16:30:00
Concerto di voci bianche La splendida chiesa parrocchiale di Bagolino farà da cornice sabato sera al concerto “Una preghiera in musica”. Ospite d’onore padre Egidio Melzani che festeggia la messa d’oro.

17/06/2019 09:44:00
Orchestra «Il plettro» a Bagolino Il programma di manifestazioni estive organizzate dalla Proloco di Bagolino aveva avuto il suo felice esordio con il Duo Baronio-Arcari (Mandolino e Chitarra), il primo dei sette concerti previsti per "San Rocco in musica". Il secondo si terrà il prossimo 22 giugno 

14/10/2015 08:00:00
La Faita in concerto Concerto corale sabato prossimo nella chiesa di San Rocco a Bagolino, dove ospite del coro locale si esibiranno i cantori del coro La Faita di Gavardo



Altre da Bagolino
06/12/2019

Melzani e Sanzeni in mostra a Vestone

Sabato 7 dicembre alle ore 18 si terrà l'inaugurazione della mostra “Tra metafisica e spiritualità” presso la galleria “Via Glisenti 43”, protagoniste le chine di Paolo Melzani e le sculture di Lino Sanzeni

04/12/2019

«Dottore, mi manca il respiro»

Con questo motto, che richiama l'attenzione su un problema di salute da non sottovalutare, la Fondazione Beata Lucia Versa Dalumi Onlus, che gestisce la Casa di Riposo San Giuseppe di Bagolino, organizza un incontro con alcuni specialisti


03/12/2019

Leonardo, questo (s)conosciuto

Il grande genio del Rinascimento italiano, secondo quanto documentato nel Codice I, avrebbe viaggiato attraverso le valli bresciane raggiungendo anche Collio, Bagolino, Lodrone, il Lago d'Idro e Anfo


01/12/2019

Il riscaldamento globale esiste, parola di esperto

Su iniziativa di Parrocchia di Bagolino e Acli di Brescia, giovedì 28 novembre si è tenuto un Incontro Adolescenti e Giovani sul tema "Un clima che cambia, un pianeta che soffre, e noi che cosa possiamo fare?".

28/11/2019

Sala consiliare, Bagolino la raddoppia

Il nuovo edificio comunale realizzato nella frazione di Ponte Caffaro, infatti, martedì sera ha ospitato una seduta del Consiglio

27/11/2019

Dottoressa Anna

Congratulazioni a Anna Schivalocchi, di Bagolino, che si è brillantemente laureata in Ostetricia presso l'Università degli studi di Brescia

27/11/2019

A proposito di ponti

La “rotonda quadrata” di Ponte Caffaro, da tempo ferma al palo, è stata oggetto nei giorni scorsi di una nuova interrogazione alla Provincia Autonoma di Trento. Il punto col consigliere Alex Marini

27/11/2019

Agente di polizia locale cercasi

L’amministrazione comunale di Bagolino ha pubblicato un bando per assumere un nuovo Agente di Polizia Locale. Il concorso a febbraio 2020

26/11/2019

Gente di Vallesabbia racconta «Storie da suonatori»

L'ultimo incontro della rassegna promossa a Ponte Caffaro dall'Associazione Artistico Culturale Eridio è stato dedicato a un tema che tocca l'identità storica e culturale della gente di Bagolino e Ponte Caffaro, il loro carnevale e in specifico la loro musica

26/11/2019

Di nuovo raggiungibile il Gaver

In occasione del suo ultimo sopralluogo il nivologo della Provincia ha potuto osservare che i canaloni della Misa avevano scaricato il loro pernicioso carico di neve

Eventi

<<Dicembre 2019>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia