15 Gennaio 2020, 10.30
Gavardo
No al depuratore

«Nessuno ce lo Chiese»

di Marisa Viviani

Anche domenica scorsa, a fornire la colonna sonora alla grande manifestazione contro il progetto del depuratore delle fogne dei comuni gardesani a Gavardo c'era l'ironia del collettivo musicale "Musicolinesi" di Muscolin&Ambiente


“Nessuno ce lo Chiese”. Così recita una canzone, composta con l'ironia destinata a sbugiardare i fautori dell'ignominioso progetto del Depuratore del Garda; sempre che fossero dotati del senso del pudore e della vergogna, di cui però pare siano pressoché sforniti, considerando l'intenzione di convogliare gli scarichi fognari dei comuni gardesani nei depuratori di Gavardo e di Montichiari, con oltre 30Km di tubazioni e 150mt di dislivello passando attraverso le colline moreniche fino a Muscoline, per scendere a Gavardo e scaricare i reflui depurati nel fiume Chiese (e questo solo per il primo tratto).

Alla manifestazione NO DEP di domenica scorsa si sono sentite varie canzoni in tema composte con sferzante ironia dal collettivo musicale "Musicolinesi" e pubblicate sulla pagina Facebook Muscolin&Ambiente*: e se “una risata non li seppellirà”, si potrà almeno ridere della loro faccia di bronzo. Ma dopo aver riso, si dovrà riprendere la riflessione sul problema e l'impegno per risolverlo.

Intanto l'opposizione alla realizzazione del Depuratore del Garda (altrimenti detto Deturpatore del Garda), si estende e la grande partecipazione alla manifestazione di domenica ne è stata la dimostrazione: circa duemila partecipanti, un numero imprecisato di associazioni e comitati per la difesa dell'ambiente e della salute, 13 sindaci dell'asta del Chiese presenti (Asola con vicesindaco e due consiglieri, Bedizzole, Calvagese con vicesindaco, Gavardo, Nuvolento, Nuvolera con assessore alla cultura, Montichiari, Muscoline, Paitone, Prevalle, Sabbio Chiese, Vallio Terme, Villanuova).

Sindaci e rappresentanti delle associazioni
ambientaliste e del “Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago d'Idro” hanno dichiarato unanimemente la contrarietà alla costruzione del Depuratore del Garda, chiedendo alle amministrazioni e ai cittadini la coesione necessaria per sostenere la battaglia contro tale progetto, che si profilerà certamente impegnativa, probabilmente con ricorso a vie legali, sicuramente affidando ad un ente terzo uno studio tecnico-scientifico super partes che produca un progetto alternativo.

E se è vero che “Nessuno ce lo Chiese”, perché nessuna rappresentanza dei comuni dell'asta del fiume Chiese e della Valle Sabbia è prevista nel gruppo dei promotori dell'infausto progetto, né è mai stata consultata, sarà il diritto amministrativo a stabilirne la correttezza procedurale, e la Corte dei Conti a giustificarne i costi.

Quanto poi a garantire sulla perfetta depurazione dell'acqua che verrebbe scaricata nel Chiese, sicura per il fiume ma guarda caso non per il lago di Garda, saranno gli stessi capifila del progetto a darcene dimostrazione bevendo un bicchiere di quell'acqua pulita, spillata a fine ciclo dal depuratore: questa la proposta del signor Mario, che ha partecipato alla manifestazione molto deciso a difendere il proprio ambiente e il fiume Chiese dall'oltraggio del demenziale progetto.


Nele foto di Luciano Saia: La manifestazione No Depuratore del Garda con i sindaci partecipanti (12 gennaio 2020)



*IL CHIESE MORMORAVA (su musica della Canzone del Piave)

Il Chiese mormorava calmo e placido al passaggio, dei reflui gardesani il sommo omaggio.

Gli scarichi del Garda, le acque nere e marroncine, scendevano a Gavardo e a Muscoline.

Posar gli immensi tubi è uno sfracello, uno sfregio alla natura a ciò che è bello.

Piazzar su questi prati una tal fogna, voi converrete certo è una vergogna.

Risparmio ogni commento “lusinghiero”, il Chiese disse NO! Ciò non può esser vero!

Il Chiese poveretto, sonnecchiava nel suo letto, ignaro dell'ignobile progetto.

Ma la Aato, l'Ats Garda Ambiente e Acque Bresciane, gli stavan preparando nuove grane.

Si svegliò da un incubo premonitore, dall'argine arrivava un brutto odore.

E immense pompe e giganteschi tubi, colate di cemento a metri cubi.

Risparmio ogni commento “lusinghiero”, il Chiese disse NO! Ciò non sarà mai vero!


Vedi anche
04/03/2019 07:00

«Se il Piave mormorava, il Chiese urla!» e canta A fornire la colonna sonora alla manifestazione le canzoni appositamente composte da Luca Rassu, dell’associazione “Muscolin&Ambiente”, novello menestrello ambientalista
• Video

09/01/2020 12:00

Due cortei per dire No al depuratore a Gavardo Una grande manifestazione quella organizzata per domenica pomeriggio a Gavardo e Prevalle dalle associazioni ambientaliste che invitano la popolazione alla mobilitazione contro il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

10/07/2019 10:15

No depuratore, la protesta si sposta in città Il 26 luglio a Brescia una grande mobilitazione per ribadire il no deciso all’ipotesi di costruire i depuratori per le fogne dei comuni dell’Alto Garda a Gavardo e Montichiari.

28/02/2019 09:30

Insieme per dire «no» al depuratore Il Comitato Gaia organizza per questa domenica, 3 marzo, una camminata per protestare contro la decisione di costruire il mega depuratore del Garda a Gavardo e sul fiume Chiese. Per l’occasione non bandiere, ma… carta igienica 

16/03/2019 08:00

Depuratore del Garda, si comincia da Gavardo Il presidente Alghisi ha convocato in Broletto i sindaci del bacino del Chiese per illustrare loro il progetto definitivo del doppio depuratore. Il primo impianto sorgerà a Gavardo, con grande amarezza da parte dei sindaci e dei comitati ambientalisti, che però non si arrendono 



Altre da Gavardo
03/08/2020

La banda torna a suonare

Prima esibizione dopo il lockdown per il corpo musicale "Viribus Unitis" di Gavardo ieri mattina in piazza De' Medici per augurare buona estate

01/08/2020

«Le risposte è bene che arrivino dal Ministero»

Comitati e associazioni ambientaliste, in un comunicato unificato che riportiamo integralmente, invitano i sindaci dei Comuni dell'asta del Chiese, in merito al Tavolo tecnico sulla depurazione del Garda, a respingere qualsiasi soluzione tecnica non vagliata dalla politica

31/07/2020

Tavolo tecnico rinviato a settembre

È giunta proprio stamattina la lettera del ministero dell’Ambiente che accoglie la richiesta dei sindaci del Chiese di rimandare la riunione conclusiva del tavolo tecnico per il progetto depurazione del Garda

31/07/2020

Infortunio in via Delle Quadre, grave 45enne

Sul posto, in un’azienda che apre dietro alle Fonderie Mora, sono intervenuti ambulanza e medicalizzata, i Vigili del fuoco, i carabinieri e i tecnici dello Psal

31/07/2020

In attesa del doppio incontro a Roma

Questa mattina in teleconferenza la riunione del tavolo tecnico e della cosiddetta “Cabina di regia”. I sindaci del Chiese chiedono un rinvio per replicare alle controdeduzioni

30/07/2020

Poste, il turno allo sportello si prenota con WhatsApp

L'innovativo servizio è già attivo in 40 Uffici Postali della provincia di Brescia, tra questi anche a Gavardo

28/07/2020

Matteo Bussola a Gavardo con «L'invenzione di noi due»

Questo mercoledì, 29 luglio, al Parco Baronchelli lo scrittore presenterà il suo ultimo romanzo, la storia di un amore e della forza che serve per riaccenderlo quando tutto sembra ormai perduto. Ingresso gratuito su prenotazione

26/07/2020

La signora Letizia e piazza Zanardelli

Venerdì ha compiuto 99 anni la signora Letizia Portesi. Figlia di Angelo e di Annetta, ha sempre dato una mano nella gestione della forneria dei genitori, sotto i portici di piazza Zanardelli

25/07/2020

Mamme del Chiese e mamme del Garda

«Uniamoci!» è l'appello che le mamme del Chiese lanciano a quelle del Garda: «Esigiamo insieme un progetto che salvaguardi concretamente il futuro dei nostri figli»

25/07/2020

In bassa Valle tra archeologia e cultura

L'assessore regionale Stefano Bruno Galli ha visitato il Museo archeologico della Valle Sabbia a Gavardo e la sede di Ecomuseo del Botticino a Prevalle. Dopo l'emergenza si parla di ripresa, a partire dalla cultura locale