Pulizia e risparmio, tutti coinvolti a Barghe
di val.

Si è concluso con la consegna porta a porta di lampadine a basso consumo da parte dei ragazzini, accompagnati dai volontari locali della Protezione civile, il “Progetto ambiente” che ha coinvolto quest’anno le elementari di Barghe.

Si è concluso con la consegna porta a porta di lampadine a basso consumo da parte dei ragazzini, accompagnati dai volontari locali della Protezione civile, il “Progetto ambiente” che ha coinvolto quest’anno le elementari di Barghe.
Attività che ha registrato la collaborazione, oltre che dei volontari, anche dell’Amministrazione comunale e della società di servizi a2a.

Raccolta differenziata, risparmio energetico, pulizia degli spazi collettivi... ecco alcune delle “parole d’ordine” che hanno accompagnato le iniziative.
Nel corso dell’anno scolastico, gli alunni sono stati invitati ad esplorare il territorio e a “fotografare” quello che c’è di migliorabile, soprattutto dal punto di vista ecologico.
A finire sui cartelloni e negli scritti scolastici, ecco allora i muri lordi e scarabocchiati, le “minidiscariche” negli angoli remoti di alcune vie, i rifiuti che fanno bella mostra di sé impigliati nella vegetazione accanto al fiume di casa, il Chiese.

Con l’aiuto della ventina di uomini della Protezione civile operativi a Barghe, i ragazzini hanno avuto modo di intervenire attivamente nella sistemazione di tali “storture” e di documentare la differenza fra il “prima” e il “dopo”.
Per ultimo la distribuzione nelle case del centro del paese dell’ecokit per il risparmio energetico e idrico (tre lampade a basso consumo e tre rompigetto aerati) che a2a ha offerto gratuitamente a tutte le famiglie.
Così anche l’iniziativa della società di servizi è diventato ulteriore motivo di coinvolgimento dei ragazzi in materia di salvaguardia ecologia.
0609Barghe005.jpg