05 Aprile 2020, 11.12
Covid-19

Servono dispositivi di protezione individuale

di red.

Dalla Passerini di Nozza i ringraziamenti per quanti hanno già fatto molto ed un nuovo grido d’allarme


«Questa infezione da Coronavirus sta mettendo a dura prova tutti quanti, ma la situazione è ancor più difficile negli ospedali e nella case di riposo.
La Fondazione A. Passerini, nell’ ottica di tutelare la salute sia dei dipendenti, sia dei propri ospiti, dal 22 Febbraio, quando ancora l’emergenza non si era fatta sentire in maniera insistente, ha dotato i lavoratori di tutti i  DPI disponibili per scongiurare il diffondersi dell’infezione all’ interno della struttura».

Così si legge in una nota con la quale l'Amministrazione intende ringraziare quanti hanno già dato il loro contributo in fondi o in materiali per affrontare l'emergenza.
E allo stesso tempo segnala ulteriori difficoltà.

«Purtroppo abbiamo scoperto ben presto che gli ordini per il rifornimento di questi DPI avrebbero subito ritardi imbarazzanti. Ci siamo allora adoperati nell’interpellare altre ditte, altri fornitori, altri canali: per noi il problema maggiore era, e rimane, reperire mascherine FFP2 e tute monouso. Ad oggi, abbiamo ordini bloccati alle dogane e nessuno ci sa dire quando verranno sbloccati.

Non potendo sottoporre i dipendenti asintomatici a tampone e, sino al 2 Aprile, nemmeno gli ospiti sintomatici, ci siamo trovati a dover tutelare più di un centinaio di lavoratori e un centinaio di ospiti, utilizzando quotidianamente un numero elevatissimo di DPI ad alta protezione (mascherine FFP2, tute e camici monouso, ecc…). Il magazzino si sta svuotato velocemente.

Abbiamo chiesto aiuto a delle ditte locali, nella speranza che avendo la produzione bloccata o limitata potessero avere dei DPI da poter destinare alla nostra struttura. Parecchie sono state le realtà che hanno accolto il nostro grido di aiuto. A queste realtà si sono aggiunti anche alcuni famigliari degli ospiti della struttura, amici, conoscenti… abbiamo intrapreso ogni possibile strada e il risultato è stato confortante.

L’emergenza non è ancora finita, continuiamo la nostra ricerca per approntare le scorte, ma ci sembra doveroso ringraziare chi ci ha aiutato fin qui:
•    Ditta Valsir e Gruppo Silmar
•    Ditta Securgm
•    Ditta Europolish srl
•    Ditta Reguitti
•    #aiutiAMObrescia
•    Fondazione Comunità Bresciana
•    Famiglia Bacchetti Attilio
•    Azienda agricola Teotti Garden
•    Gruppo Alpini Provaglio
•    Onorevole Zambelli Stefania
•    Sig. Michele Piantanida
•    Sig. Enrico Perini
•    Sig.ra Francesca Butturini

ATS e la Protezione civile stanno distribuendo DPI utili, ma si tratta di piccoli quantitativi e quasi esclusivamente di mascherine chirurgiche.
Noi abbiamo bisogno di dispositivi con più alto grado di protezione. Pertanto chiediamo a tutti coloro che ne sono in possesso, la disponibilità a fornire alla Fondazione A.Passerini di Nozza, i DPI che non stanno utilizzando, in via di estrema urgenza.

Cerchiamo soprattutto mascherine tipo FFP2, FFP3,
tute monouso con cappuccio e zip, camici monouso, di III categoria (tipo 3-4-5-6) con certificazione di rischio chimico e infettivo.
Intendiamo ringraziare a nome della direzione e, soprattutto, a nome di tutto il nostro personale tutti coloro che ci hanno aiutato e che vorranno aiutarci.

Attualmente la Fondazione A.Passerini sta lavorando sotto organico.
Purtroppo sono tanti gli operatori malati, anche a causa di questo subdolo virus. Pertanto gli operatori rimasti stanno compiendo un enorme sforzo collettivo, sia fisico, sia psicologico, ricoprendo turni massacranti per il bene di tutti i nostri ospiti.

Cogliamo l’occasione per ringraziare anche tutti i cittadini
che hanno appoggiato le nostre iniziative per cercare di mantenere fra gli ospiti un clima sereno e di normalità. Quindi ringraziamo tutti i genitori e i bambini che quotidianamente tengono compagnia ai nostri nonni scrivendo lettere, racconti, facendo bellissimi disegni, e i cittadini che hanno messo a disposizione della struttura le 27 radio per poter far ascoltare la messa di Don Bernardo.

Lasciamo di seguito i nostri riferimenti per eventuali donazioni o informazioni: tel. 0365-81151, segreteria@fondazioneangelopasserini.it».

Ad oggi qualche cosa sembra cambiata nella possibilità di effettuare tamponi anche a persone che non presentano sintomi, almeno relativamente alle strutture come la Passerini: ospiti e personale.
Questo certamente permetterà di organizzare meglio la gestone dell'emergenza.




Vedi anche
11/12/2015 14:16:00

Auguri coi nonni alla Passerini Questo sabato le imminenti festività natalizie saranno festeggiate a tavola alla Fondazione A. Passerini di Nozza di Vestone

20/10/2016 07:25:00

Nuova cucina alla Passerini Ci sono voluti tre mesi, ma alla fine la Fondazione Passerini di Nozza ha potuto sfoggiare una cucina nuova in locali resi idonei, garantendo così insieme al meglio delle nuove tecnologie anche sicurezza, risparmio, igiene e confort

04/12/2018 14:09:00

Cercasi amante del verde La Fondazione A. Passerini di Nozza di Vestone è alla ricerca di un volontario per la cura di piante e fiori

05/10/2009 17:00:00

Casa di riposo? No, degli artisti La Rsa «Passerini» di Nozza continua a fare tendenza. Ha ospitato un nuovo concorso di pittura ricevendo in regalo le tele risultate vincitrici

02/09/2018 08:00:00

Un grazie alla Casa di riposo di Nozza Una lettera di ringraziamento a tutto il personale della Rsa “Passerini” di Nozza di Vestone quella indirizzata dai nipoti di Margherita Freddi, ospite per 12 anni della struttura. La pubblichiamo volentieri



Altre da Politica e Territorio
09/07/2020

Anziani e disabili soli, l'appello: «Permettete ai parenti le visite»

Il gruppo “Connettere Salute” lancia un appello tramite lettera aperta indirizzata ai vertici della Regione Lombardia per chiedere l'immediata revisione della delibera di giunta che tuttora impedisce ai familiari di fare visita agli ospiti delle strutture

09/07/2020

Comitato Gaia, una petizione online per fermare il progetto

Lanciata su Change.org all'inizio della settimana, la petizione del Comitato ambientalista di Gavardo ha già raccolto diverse centinaia di firme per bloccare il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni

08/07/2020

Consorzio Medio Chiese contrario al depuratore

Sollecitati dal sindaco di Montichiari Marco Togni, i responsabili del Consorzio hanno affermato di non aver mai condiviso il progetto, ma di aver solo fornito i dati idrogeologici richiesti. Acque Bresciane: “Un equivoco lessicale”

08/07/2020

Sanità, Girelli: «Un voto che vale una sfiducia a Gallera»

Approvata in consiglio regionale una mozione del Pd con primo firmatario il consigliere regionale valsabbino del Pd che chiede trasparenza sui fondi pubblici dati ai privati

07/07/2020

50 anni di Regione Lombardia

Il consigliere valsabbino della Lega Floriano Massardi: “Cinquantesimo sia la festa di tutti lombardi, nella certezza assoluta che ci rialzeremo più forti di prima”

07/07/2020

Derivazioni idroelettriche, in arrivo fondi per le aree montane

Anche Rsa, scuole ed enti pubblici di 11 Comuni valsabbini beneficeranno della monetizzazione dei fondi che le società idroelettriche devono alle aree interessate per lo sfruttamento delle acque

07/07/2020

Finanziamenti regionali per un piano «a prova di emergenza»

Gli ospedali bresciani, inclusi quelli afferenti all'Asst del Garda, utilizzeranno i fondi per farsi trovare adeguatamente preparati in caso di nuove crisi sanitarie. Previsto, in primis, il potenziamento delle terapie intensive e semi intensive

06/07/2020

Una federazione per la tutela del Chiese e del lago d'Idro

Le 17 associazione del “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro” hanno dato vita a una federazione per meglio incidere sulle questioni ambientali del territorio: priorità il no al maxi depuratore a Gavardo e Montichiari

06/07/2020

Paitone, in servizio il nuovo medico di base

Da oggi – lunedì 6 luglio – a Paitone il dottor Antonio Milano va ad affiancare la dottoressa Merita Cerga nell'assistenza sanitaria