06 Aprile 2017, 09.53
Roè Volciano Valsabbia
Richiedenti asilo

La «clausola di salvaguardia» funziona

di Val.

Almeno per Roè Volciano, uno dei pochi paesi valsabbini che ha accettato di costituire un Sprar per l'accoglienza dei profughi secondo i dettami della Prefettura

 
A Roè Volciano c'è un albergo, dismesso da qualche anno, disposto ad accogliere anche 80 richiedenti asilo organizzando la sua struttura con un "Cas", ma la Prefettura ha detto no.

Il diniego è arrivato in virtù della "clausola di salvaguardia" prevista dal prefetto per quei Comuni che hanno formalmente accettato di costituire uno Sprar per l'accoglienza, vale a dire un progetto che veda l'ente pubblico protagonistra nella gestione di queste persone.

La conferma arriva dal sindaco di Roè Volciano, Katia Vezzola:
«Vero, lo stesso albergatore è venuto anche in municipio, chiedendo come si poteva fare per sbloccare la situazione. Quanto allo Sprar penso che riusciremo ad aderire al bando di settembre, vedremo per allora con quali altri Comuni valsabbini».

Al momento sul territorio di Roè Volciano ci sono 9 richiedenti asilo, gestiti dalla "Società Medica", la stessa che se ne occupa a Serle. 
«Sappiamo che ne devono arrivare altri tre, portando così a 12 il numero delle presenze nel nostro Comune, che è la quota prevista dalla suddivisione ipotizzata dalla Prevettura» aggiunge Katia Vezzola. 

Per il momento si tratta di un Cas (Centro di accoglienza straordinaria).
Il progetto prefettizio prevede di trasformare questa modalità in Sprar (sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).
Questa seconda modalità, che non ha il carattere della temporaneità emergenziale, prevede il coinvolgimento diretto degli enti pubblici, ne abbiamo già ampiamente scritto.

In Valle Sabbia, i Comuni si stato misurando su questa proposta per capire cosa fare: Roè Volciano ha già scelto per il "sì" ed è per questo che è scattata la "clausola di salvaguardia".

Hanno già detto di "no", decidendo addirittura di non confrontarsi nemmeno col Prefetto sue questa proposta, i Comuni governati da un sindaco leghista: Agnosine, Gavardo, Vallio Terme, Pertica Alta e Vestone.




Commenti:
ID71667 - 07/04/2017 00:43:02 - (piedemerda) - ma ....

Non capisco come il comune non chieda ai propri cittadini, visto che dopotutto pagano lo stipendio al sindaco, se siano daccordo oppure no. prima bisognerebbe sistemare i problemi che il comune ha non pensare a dare anche il c..o ai profughi, telecamere ai semafori, verde da sistemere, DEBITI DA PAGARE, e altre cose che i cittadini si meritano ma non ottengono perchè sono più importanti i profughi dei cittadini regolari e ITALIANI.

ID71677 - 07/04/2017 23:57:50 - (ric) -

"decidendo addirittura di non confrontarsi nemmeno col Prefetto sue questa proposta, i Comuni governati da un sindaco leghista: Agnosine, Gavardo, Vallio Terme, Pertica Alta e Vestone." sono stati eletti anche perch hanno certe idee ed giusto che perseverino seguendo questa strada della NON ACCOGLIENZA,altro che addirittura, mi sembra il minimo non confrontarsi con chi ti vuol imporre l'accoglienza

Aggiungi commento:
Vedi anche
04/03/2017 17:37:00

Perché è opportuno un progetto comune In merito alla proposta del prefetto di Brescia di istituire in Valle Sabbia un "Sprar" per l'accoglienza dei richiedenti asilo, sulla quale i sindaci hanno cominciato a confrontarsi, interviene Ernesto Cadenelli

02/03/2017 07:07:00

Lo Sprar divide i sindaci valsabbini Questo mercoledì, per la prima volta, i sindaci valsabbini si sono riuniti nella Casa della Valle per parlare di accoglienza dei richiedenti asilo. Con loro il prefetto. VIDEO

18/03/2018 08:26:00

No allo Sprar: l’accoglienza a Salò L’accoglienza è da anni un argomento spinoso in Italia e non solo, che divide politici e cittadini in un dibattito sempiterno

31/12/2017 08:00:00

Finanziamento per progetto Sprar C’è anche il Comune di Serle fra i beneficiari dei contributi assegnati dal ministero dell’Interno per i progetti di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati presentati nell’ambito della rete Sprar

27/03/2017 17:03:00

Richiedenti asilo in Valle Sabbia, la posizione del Pd Sul tema della gestione dell’accoglienza di richiedenti asilo nei Comuni valsabbini prende posizione il coordinatore di zona del Valle Sabbia Mariano Agostini



Altre da Roè Volciano
03/07/2020

Dopo il coronavirus donazioni per le famiglie in difficoltà

Il Comune di Roè Volciano ha aperto un conto corrente per raccogliere donazioni destinate a far fronte alle esigenze dei cittadini in gravi difficoltà economiche dopo l'emergenza coronavirus

01/07/2020

Smottamenti e allagamenti

Problemi alla viabilità come conseguenza del violento temporale che si è abbattuto nella tarda mattinata di oggi. Ripercussioni sulla 45 bis e sulla provinciale a Roè Volciano

25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia

22/06/2020

I 100 anni di Giulia Colotti

Anche gli auguri da parte del sindaco di Roè Volciano per signora Giulia che ieri, 21 giugno, ha festeggiato il secolo di vita

18/06/2020

Mauro arriva ai 60

Tantissimi auguri a Mauro di Roè Volciano che proprio oggi, giovedì 18 giugno, compie 60 anni

17/06/2020

Riflessioni in RSA a Roè Volciano

Caso raro fra le Rsa lombarde, quello che riguarda la Fondazione Casa di Riposo di Roè Volciano, dove il Covid-19 non è riuscito ad entrare

15/06/2020

La Cordata Chiama, il municipio risponde

800 mascherine per anziani e disabili. Sono quelle consegnate dl sindaco Mario Apollonio alla cooperativa la Cordata di Roè Volciano, che ringrazia

10/06/2020

Dalle invernali alle estive

Il coronavirus ha “sballato” tutte le consuetudini, compreso il cambio gomme, dalle invernali alle estive, che non è obbligatorio, se il codice velocità lo permette, ma è consigliato. Ne abbiamo parlato con Stefano di Scalo Gomme

27/05/2020

Tre comuni coinvolti nell'indagine sierologica nazionale

Ci sono anche tre comuni valsabbini fra quelli selezionati per individuare il campione di cittadini da sottoporre al test per l’indagine sierologica nazionale firmata ministero della Salute e Istat, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana. Ma ci sono già alcuni intoppi

27/05/2020

Per Armando sono 63

Tanti auguri ad Armando Ponchiardi, di Roè Volciano, che oggi, 27 maggio, raggiunge le 63 primavere