02 Novembre 2016, 07.53
Odolo
Comuni di Valsabbia

«Aggregazioni? Meglio un unico Comune»

di Fabio Gafforini

La nostra inchiesta prosegue, continuando ad indagare, dopo aver iniziato settimana scorsa con Giorgio Bontempi, Sindaco di Agnosine, l’interessante filone sulla Conca d’Oro. Ed eccoci a Odolo

 
 Abbiamo incontrato Fausto Cassetti, Sindaco di Odolo, nella sua residenza municipale, ricordandosi della ricchezza sulla quale poteva il suo comune contare quando ha iniziato il mandato e di una moglie fin troppo attenta nella raccolta differenziata.
In lui abbiamo trovato anche il primo scettico, se non quasi contrario, alle aggregazioni.
 
Sindaco Cassetti, su quali basi economiche può sostenersi oggi il Comune di Odolo?

CASSETTI: Vengo eletto sindaco nel 2007. Arrivo e chiedo alla mia ragioniera “Silvia, quanto posso spendere?” e lei mi dice che ho a disposizione un milione e 200mila euro.

Con questi soldi negli anni abbiamo rifatto le scuole, la casa di riposo, mantenuto le strade. Succede che il Governo Monti ha fatto diventare statale l’IMU che noi percepivamo sui capannoni, e via molti soldi al comune, poi l’altra entrata cospicua veniva dalla discarica comunale: crisi strutturale dell’industria e scorie che nè più vengono prodotte nè smaltite, quindi altri fondi spariti.
A ragione ci dicevano che eravamo un comune ricco, ma gli scenari fanno presto a mutare.
 
Unioni o Aggregazioni: Quale opinione al merito?

CASSETTI: Partiamo dalle aggregazioni, che Comunità Montana sta gestendo e che dobbiamo dire non sono spontanee.
È stato lo Stato Centrale a spingere in questa direzione, non sono i comuni che hanno deciso di farlo: lo Stato ha risotto talmente tanto i trasferimenti agli enti locali da rendere necessaria l’aggregazione, con l’intento ulteriore di risparmiare.

Ma, attualmente, il dato dopo qualche anno di aggregazione è che non si risparmia. Forse si lavora meno, ma non si risparmia.
Questo perché fanno leggi senza conoscere quelle che sono le necessità di un comune. 

Oggi è doveroso dire che ci si è aggregati, mi conceda l’eufemismo, con il fucile puntato: non è stata una cosa voluta e sentita.
Spero però che le aggregazioni, come le sta portando avanti Comunità Montana in maniera lodevole, diano dei risultati. Dubbi io ne ho ancora.

Sulle unioni, devo dire che da quando sono stato eletto, sono sempre state un po’ il mio cavallo di battaglia. Odolo, Agnosine, Bione e Preseglie, è basilare che, per tradizione e conformazione territoriale, possano essere le quattro frazioni di un unico grande comune.
L’affermazione su Biosine (cit. Bontempi, ndr) era carina. Tutto ciò vorrebbe dire un ufficio tecnico, una ragioneria, una segreteria. Allora si funzionerebbe: ecco allora la critica alle aggregazioni così come sono fatte, nella loro disomogeneità portano ad aggregarsi comuni che sono agli antipodi.
 
La trovo molto scettico sul tema aggregazioni, ma Odolo fa parte di quasi tutte le aggregazioni che fanno capo alla Comunità Montana. Allora, in quale contesto va inserito il suo comune nel “Modello Valle Sabbia”?

CASSETTI: Abbiamo aderito a quasi tutte le aggregazioni, pur con le perplessità prima descritte. Ma frequentando come Vice-Presidente la Comunità Montana e conoscendo la figura del Presidente Gianmaria Flocchini, che spero presto venga valutato per quello che è, una persona straordinaria per rettitudine morale, so che è gestita bene e il fatto che lui faccia da garante al sistema ci ha indotto ad accettare l’ingresso nelle aggregazioni.

Devo dire che quello che stiamo facendo è importante: abbiamo raggiunto, e ne faccio un vanto, una maggioranza di 21 su 25 sindaci da quando in Comunità ci siamo noi.
Qualcosa vorrá dire.
Anche su una partita spinosa come quella dei rifiuti.
 
 


Aggiungi commento:
Vedi anche
23/11/2016 08:34

Conca d'Oro, 3-1 per l'Unione All’interno dell’ampia inchiesta che coinvolgerà tutti i comuni della Valle Sabbia, possiamo ritenere conclusa quella "mini" che ha avuto come oggetto la Conca d’Oro

14/12/2016 06:57

Casto, chi fa per sé ... Prosegue l’inchiesta sui Comuni di Valle Sabbia, alla volta di Casto, piccola realtà del Savallese, che però riesce a fare a meno delle aggregazioni, a differenza della maggior parte dei Comuni simili per popolazione

26/10/2016 08:01

«Cominciamo da Biosine» Anche a Giorgio Bontempi, sindaco di Agnosine, piace il "Modello Valsabbia" che aggregando servizi permette notevoli risparmi. E spezza una lancia sull'unione dei Comuni della Conca d'Oro: «Perchè no, mi piacerebbe sapere come la pensano i cittadini»

21/12/2016 07:39

Sabbio Chiese L'incontro col sindaco Onorio Luscia, ci sorprende: un comune con più di 3mila abitanti che fa parte di pochissime aggregazioni e mantiene i servizi in autonomia «per dare al cittadino risposte migliori». Unione con Barghe e Provaglio? «I tempi sono maturi»

28/10/2014 07:08

Sette vigili per otto Comuni Il Consorzio di Polizia Locale della Valle Sabbia perde Vobarno, chiude e si trasforma. Senza Vobarno, nasce un nuovo Corpo con Fabio Vallini al comando



Altre da Odolo
17/09/2020

Auguri a Gianni e Sara

Tantissimi auguri a Gianni e Sara, padre e figlia che proprio oggi, giovedì 17 settembre, festeggiano entrambi il proprio compleanno

11/09/2020

Due comunità in festa per don Alberto e don Alessio

Questo sabato in piazza Paolo VI a Brescia l’ordinazione dei due novelli sacerdoti valsabbini. Domenica la loro Prima Messa nelle rispettive parrocchie di Odolo e Vestone

06/09/2020

Due nuovi sacerdoti valsabbini

Le comunità di Odolo e di Vestone in festa per l’ordinazione presbiterale di due giovani, don Alberto Comini e don Alessio Torriti, sabato prossimo in piazza Paolo VI a Brescia

01/09/2020

Ore di angoscia per le sorti di Antonella

Il giorno dopo l'incidente il paese intero di Odolo vive col fiato sospeso, in attesa di buone nuove sullo stato di salute della 55enne

31/08/2020

Odolo: il sindaco aderisce a Fratelli d'Italia

C’è anche quello di Odolo, Fausto Cassetti, che è anche vicepresidente della Comunità montana di Valle Sabbia, fra gli otto sindaci bresciani che aderiscono a Fratelli d’Italia

30/08/2020

Vola per 17 metri e finisce nella Vrenda

Gravissima una donna di Odolo finita nel torrente di casa dopo avere sbandato con la sua autovettura sull’asfalto reso viscido dalla pioggia

21/08/2020

L'ultimo saluto a don Paolo Lanzi

Classe 1945, era stato parroco prima a Soprazocco di Gavardo e poi a Odolo. Stasera (venerdì) la veglia, sabato i funerali

31/07/2020

Vrenda rossa e nera

Nessun riferimento calcistico. Nella Vrenda a Odolo, per due distinti e preoccupanti episodi, scattano i controlli ambientali. Individuati i responsabili, si attendono le analisi

30/07/2020

Mascherine, guanti e rifiuti sparsi ai lati della strada

Non è la prima volta che ci giungono segnalazioni di questo genere, anche da Odolo, e cogliamo l’occasione per sensibilizzare tutti al rispetto delle norme e dell’ambiente che ci circonda. Un grazie al nostro lettore odolese. Pubblichiamo volentieri

29/07/2020

Alla scoperta della Valle Sabbia

Per iniziativa dell’Agenzia territoriale per il turismo della Valle Sabbia e del Lago d’Idro, sono state effettuate la scorsa settimana le riprese di Cremona1 Tv per quattro nuove puntate dedicate alla nostra valle

Odolo, il paese la sua gente

La Fucina di Pamparane

14/04/2020

Inaugurato ufficialmente nel 2008 il muncipio di Odolo è ubicato in via Dino Carli al civico numero 62.
Si trova in un fabbricato che tradisce le sue origini settecentesche (1)

14/04/2020

La chiesa parrocchiale che Odolo dedica a S. Zenone fu eretta nel 1667 sullo stesso luogo dove preesisteva una costruzione risalente al XIV secolo

14/04/2020

Si tratta di un “Museo del Ferro” che fa parte del Circuito museale della Valle Sabbia. E’ collocato al civico 2 di via Massimo d'Azeglio. Locali donati dall’imprenditore Dario Leali al Comune di Odolo che si propongono di evocare il sapere dei forgiatori odolesi