Skin ADV
Lunedì 09 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    





02 Febbraio 2008, 00.00
Valsabbia - C
Allevamenti di suini

Le realtà Valsabbine hanno ottenuto la deroga


Gli allevamenti di suini della Valle Sabbia sono annoverati tra le oltre 500 realtà bresciane che hanno ottenuto la deroga dal Ministero della Salute, in riferimento ai casi di vescicolare.
Gli allevamenti di suini della Valle Sabbia sono annoverati tra le oltre 500 realtà bresciane che hanno ottenuto la deroga dal Ministero della Salute, in riferimento ai casi di vescicolare.

Per questi allevamenti, le organizzazioni del mondo agricolo chiedono la massima accelerazione delle procedure per consentire la tempestiva movimentazione dei suini. Non solo: chiedono soprattutto una fortissima azione politica e tecnica da parte di Ministero e Regione Lombardia per “liberare” dai divieti in essere le zone di protezione e sorveglianza (realtà della pianura bresciana) che rischiano di essere bloccate per altri 60 giorni.

Queste sono le pressanti richieste avanzate oggi da Coldiretti, Upa e Cia Brescia al Ministero della salute e alla regione Lombardia, in vista del Comitato tecnico convocato a Bruxelles per martedì prossimo.

“Le nostre aziende sono al collasso – spiegano Ettore Prandini, Franco Bettoni e Aldo Cipriano, rispettivamente presidenti di Coldiretti, Upa e Cia – ma ci sono oltre 150 aziende che ricadono nelle zone di sorveglianza e protezione che non sono in grado di resistere per altri due mesi non potendo ottenere deroghe alla movimentazione e quindi vendere i suini.

«Per noi c’è invece una via di uscita – dichiarano Prandini, Bettoni e Cipriano - per consentire anche a queste aziende di poter movimentare i suini e abbiamo impegnato Regione e Ministero a mettere in atto tutte le azioni politiche a Bruxelles affinché martedì prossimo si raggiunga questo atteso obiettivo.

Ricordiamo - proseguono i rappresentanti del mondo agricolo - che la normativa prevede che non si possono concedere deroghe per muovere i suini agli allevamenti che negli ultimi 60 giorni siano stati inclusi nelle zone di protezione e sorveglianza a seguito di reali casi di vescicolare. Ebbene ricordiamo che in provincia di Brescia l’ultimo vero focolaio risale al 22 ottobre 2007 e senza il piano di depopolamento precauzionale che ha riguardato 42000 suini sani, tali zone sarebbero state rimosse probabilmente nei primi giorni di dicembre con la conseguenza che nei primi giorni di febbraio anche queste 150 aziende avrebbero ottenuto la deroga e la possibilità di movimentare i suini. Non si dimentichi inoltre che il maggior numero di controlli e di analisi sono stati effettuati propri in queste aziende.

Prandini, Bettoni e Cipriano concludono affermato: «resta del tutto fuori da ogni logica che i nostri allevamenti siano ancora sottoposti a restrizioni (che ne stanno decretando la fine) a oltre 100 giorni di distanza dall’ultimo focolaio».

Fonte: Coldiretti
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/03/2008 00:00:00
La UE decreta la fine dell'emergenza vescicolare Il Comitato per la catena alimentare e la sanità animale dell’Unione Europea ha decretando la fine dell’emergenza sanitaria legata alla malattia vescicolare dei suini per la nostra Provincia.

26/09/2012 07:16:00
Caccia in deroga Quest'anno in Lombardia non sarà possibile cacciare le specie in deroga. Girelli (Pd): «Pdl e Lega hanno tradito le attese del mondo venatorio»

06/11/2009 07:03:00
Finanziamenti per il comparto chimico Ci sono anche due ditte valsabbine fra le 22 bresciane che hanno ottenuto il finanziamento regionale per l’adeguamento alle normative Ue sulla sostanze chimiche

02/10/2010 12:00:00
«Basta con le bugie della Lega» È ancora polemica sulla caccia in deroga L'affossamento della caccia in deroga continua ad infiammare gli animi.

23/07/2009 06:43:00
Gal, avanti tutta fino al 2.013. Il Gal GardaValsabbia ha ottenuto dalla Regione Lombardia il via libera per proseguire nella sua azione di sostegno alle realtà rurali della Terra fra i due laghi



Altre da - C
19/05/2009

Tutta un’altra musica dalla Corea

La Kia si lancia in un settore in cui fino ad ora non era presente: il settore dei crossover compatti, grazie alla Soul, proposta con un 1600 a benzina da 126 cv e un 1600 common rail CRDI da 128 cv, negli allestimenti Active e Cool.

19/05/2009

Il sorriso e la mamma

Un sorriso ad una mamma è un sorriso per tutte quante le mamme. Ci sono quando si nasce, quando si cresce, quando si soffre. Il pensiero va a lei anche quando si muore. Un amore incondizionato il loro: basta un sorriso a ripagarlo.

18/05/2009

Terza parte: speciale cinghiale

Negli ultimi anni nei boschi che circondano la Valle Sabbia sono ricomparsi numerosi i cinghiali. Non di rado scendono fino a fondo valle dove, per nutrirsi, riescono a devastare orti e piantagioni. Necessarie alcune regole sanitarie.

18/05/2009

«In cerca di identità» e i Peripatetici volano

Saranno I Peripatetici a rappresentare Brescia nelle due finali di due festival cabarettistici in Toscana, al termine di un percorso che li ha portati a superare importanti selezioni.

16/05/2009

Aiuti da Distretto 12 e Comunità montana

Arriva dal Distretto sanitario numero 12 e dalla Comunità montana della Valsabbia un nuovo provvedimento di sostegno alle persone più colpite dalla crisi economica: sul tavolo c’è un «buono famiglie» per un ammontare complessivo di 120 mila euro.

15/05/2009

Fondi a sostegno dello sviluppo della montagna

È di 1.961.000 euro il contributo assegnato dalla Giunta regionale lombarda alle Comunità montane della provincia di Brescia per iniziative a sostegno dello sviluppo della montagna. Di questi, 388 mila euro a quella valsabbina.

15/05/2009

Un weekend pieno di cultura

Sono numerose anche in Valle Sabbia le realtà culturali, biblioteche e musei, che proporranno eventi, da venerdì a domenica, in occasione dell’iniziativa regionale “Fai il pieno di cultura”.

15/05/2009

La Cpf80 convoca i propri soci

La Commissionaria popolare familiare 80 (Cpf 80) convocherà il suoi 2610 soci ad approvare il bilancio dell’esercizio 2008, questa sera alle 20.30 presso l’Auditorium comunale di Vestone, via Glisenti 7.

13/05/2009

Bontempi pronto a volare con la Catullo

Giorgio Bontempi, 46 anni, sindaco di Agnosine e commercialista, vicepresidente della Comunità montana di Valle Sabbia, è in pole position per la nomina bresciana nel Consiglio di amministrazione della Catullo Spa. (4)

12/05/2009

Una straordinaria festa di popolo

Va in archivio anche l’82 Adunata nazionale degli alpini che si è svolto nel fine settimana a Latina. Tanti anche dalla Valle Sabbia. Come sempre è stata una straordinaria festa di popolo, con tanta gente per le strade e per le piazze.

Eventi

<<Dicembre 2019>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia