26 Marzo 2016, 09.30
Vestone
Terrorismo

Filo rosso con Vestone

di val.

Una delle piste degli inquirenti riguarda un marocchino 28 enne vecchia conoscenza dei carabinieri di Vestone. Mohamed Lahlaoui era agli arresti domiciliari in casa della madre fino al 2014. Per diversi reati era poi stato espulso


Mohamed Lahlaoui è stato fermato nei giorni scorsi dalla polizia tedesca e durante un controllo gli agenti si sono accorti che dal suo cellulare erano partiti un paio di messaggi inquietanti: uno contenneva il nome di Khalid El Bakraoui, uno dei due fratelli kamicaze degli attentato di Bruxelles.

Mohamed, che si trovava agli arresti domiciliari, era stato arrestato a Vestone dagli uomini del maresciallo Frisullo, ora in pensione, per evasione, porto abusivo di armi e tentato omicidio.
Insieme ad altri due marocchini della zona, aveva aggredito un connazionale per rubargli il portafogli.

Era finito a Canton Mombello, poi era stato espulto e di lui in Valsabbia e a Vestone non si era più saputo nulla.
Ora sappiamo che era finito in Germania, dove aveva ricominciato a delinquere.
All'epoca della sua permanenza a Vestone non era certo un personaggio vicino alla religione che professano i suoi fratelli mussulmani valsabbini.

Era invece un delinquente abituale.



Commenti:
ID65119 - 26/03/2016 10:52:50 - (punto) - e bhe........

Adesso avrei molto piacere di leggere i commenti di tutti quei buonisti che nel 2013 difendevano Anas (Vobarno) e accusavano di razzismo ed estremismo certi commentatori......(Leggete pure pag 2 GDB).....forza Armandoillias esprimi le tue ragioni,io ero dalla parte Razzista estremista........

ID65121 - 26/03/2016 11:24:42 - (bob63) - inutile piangere sul latte versato

Resto del parere che ce ne sono molti di questi personaggi, e sempre comunque coperti da omerta' dei loro connazionali e buonismo a tutti i costi dei nostri, in questi giorni leggiamo che Brescia, in particolare la zona del Carmine il 60% sono extra comunitari, ma va!!! e di questi quanti Anas-Mohamed sono mischiati nella folla, allo scuro, chi si ricorda le serrate dei negozianti razzisti e squadristi in zona stazione? chi si ricorda dei comitati che denunciavano spaccio e malvivenza al Carmine, invitati dall'allora sindaco Corsini a venire allo scoperto in maniera stizzita, ha ragione Renzi, inutile chiudere le frontiere, sono gia qua, vero ma vorrei ricordargli che se sono qua e' grazie alla gente come lui, avanti tutti c'e' posto, (a che costo?) propinandoci che ci servono, che portano ricchezza, che ci pagheranno le pensioni, che risolvono il problema dell'invecchiamento della nostra povera Italia, io invece vedo solo il loro odio, soluzione.. legge anti radicalizzazione, bhohhh

ID65133 - 26/03/2016 11:59:14 - (armandoilias) - per punto

la risposta la trovi nei commenti del'articolo impostato oggi titolo ( Vobarno, il sermone del venerdì )

ID65134 - 26/03/2016 13:04:52 - (bernardofreddi) -

Niente di nuovo sotto il sole: il solito derby tra i "prendiamoli tutti, sono tutti buoni" e i "cacciamoli via tutti, sono tutti cattivi".

ID65136 - 26/03/2016 14:17:13 - (ALDORESEGA) -

vogliamo parlare pure del marocchino di Vobarno? il 21enne arrestato dalla DIGOS dopo una serie di pedinamenti e prontamente scarcerato dal GIP ???sto delinquente assassino poi tronfio e strafottente si fece pure la pagina facebook con foto e Kalashnikov in bella vista.....and in Siria....queste "risorse" vanno TERMOVALORIZZATE.

ID65137 - 26/03/2016 14:29:00 - (ubaldo) - x aldoresega

Vogliamo dire anche che il 21enne di Vobarno quando stato arrestato dalla Digos e poi rilasciato di anni ne aveva 18 e fino ad allora aveva solo giocherellato sui siti balordi col computer? No, perch tu parli di un assassino, ma se ha ammazzato qualcuno, quando entrato a far parte dell'Isis, oltre che s stesso visto che morto, l'ha fatto dopo. Insomma: se qualcosa vogliamo aggiungere a ci che c' gi scritto sull'articolo facciamolo almeno nel modo corretto, senza inventare nulla. Grazie.

ID65140 - 27/03/2016 01:08:43 - (snaf) -

beh direi che da tutti questi personaggi si può dedurre almeno una delle due cose: o l'isis è dapperututto, o quasi tutti i delinquentelli musulmani e qlc anche dei non delinquenti, gira che ti rigira, sono dell'isis. tutti buoni motivi per rispedirli al loro paese senza andare per il sottile

ID65147 - 27/03/2016 09:22:36 - (armandoilias) - Per snaf

Dubito se ci la fai di andare avanti da solo.

ID65158 - 27/03/2016 15:20:46 - (ALDORESEGA) -

Ubaldo....quindi sostieni che la DIGOS abbia perso tempo giocherellando inseguendo il "ragazzo" che giocherellava....sui siti.Ecco questo perbenismo fa male...cerchi sempre la giustificazione...e qui poi ci scappa il morto...non importa dove...ma ci scappa. Lui morto? molto bene un terrorista in meno.Predicate sempre "la giustificazione"...poi quando capiter a voi vedremo....18 anni o 21 non importa...era una "mina vagante" e la DIGOS EVIDENTEMENTE NON SBAGLIO' COSA INVECE CHE FECE SUBITO DOPO IL GIP con la scarcerazione.

ID65159 - 27/03/2016 15:24:35 - (ALDORESEGA) -

SNAF.....HAI RAGIONE.Ma finche ci sono "giornalisti" radical schic che giustificano sempre....nel nome di chiss quale motivo....non verremo mai fuori dal pantano ed anzi rischieremo sempre di pi...questi stessi....giornalisti faziosi si arrogano il titolo di giornalisti...ma spetterebbe loro di pi l'appellativo di opinionisti....visto che fanno informazione faziosa...schierata e quindi opinione e NON cronaca.

ID65165 - 27/03/2016 19:51:59 - (snaf) -

oh bene, aldoresega, allora non sembra solo a me un sito di opionini più che un servizio di news...alla faccia del giornalismo degno del suo nome

ID65178 - 28/03/2016 01:03:14 - (ubaldo) - x aldoresega

A parte che è meglio esprimere opinioni che fesserie, ed io ho solo richiamato quelli che erano i fatti giudiziari che hanno riguardato Anas, lei provi ancora una volta a sostenere che il sottoscritto è "un giornalista fazioso che si arroga il titolo di giornalista" e io le chiederò di ripeterlo davanti ad un giudice.

ID65179 - 28/03/2016 01:05:01 - (ubaldo) - x snaf

Guardi che non è obbligato a leggere vallesabbianews. E sarebbe meglio se tenesse conto del fatto che commentare le è consentito, non è un suo diritto.

ID65208 - 29/03/2016 10:26:51 - (snaf) -

leggo perchè notizie a raggio corto magari non si trovano altrove, commento quando ne ho voglia e a volte penso pure che sarebbe meglio se i commenti fossero disabilitati per tutti, quindi sono perfettamente consapevole che non è un diritto, anche perchè mi risulta che ci sia sempre facoltà di censura da parte della redazione..

Aggiungi commento:
Vedi anche
27/03/2016 08:38

Ecco chi è, un delinquente A Vestone sulle tracce di Mohamed Lahlaloui. Chi lo ricorda lo descrive come un delinquente abituale. Altri non sanno chi fosse e ci dicono «se ci fosse una foto, magari...». Eccola

30/03/2016 07:33

Depistaggi ed illazioni Tanto scalpore mediatico per poco o niente. Gli investigatori tedeschi hanno abbandonato la pista terroristica per Mohammed Lalhaoui, il 28enne marocchino già residente a Vestone, arrestato mercoledì scorso nella città di Giessen

15/11/2015 10:34

Fiaccolata contro il terrorismo Come successe a gennaio dopo la strage di Charlie Hebdo, l’amministrazione comunale di Gavardo invita per martedì 17 novembre le forze vive della società a una fiaccolata per dire no senza mezzi termini alle logiche del terrorismo internazionale

13/06/2013 07:00

Giudizio sospeso Increduli i vobarnesi che conoscono la famiglia del giovane marocchino accusato di terrorismo. Una famiglia regolare, dignitosa, ben inserita nel tessuto sociale

26/07/2016 10:16

Preghiera per le vittime delle stragi Si terrà questo mercoledì sera nella chiesa parrocchiale di Gavardo un momento di preghiera per le vittime del terrorismo organizzato dalle parrocchie dell’Unità pastorale e dalle Amministrazioni comunali



Altre da Vestone
10/08/2020

Il Motoclub Tre Laghi lascia il segno al Campionato Italiano

Ottimi risultati per i piloti del Motoclub Tre Laghi Due, lo scorso fine settimana, alla prima tappa del Campionato Italiano Minienduro in Abruzzo

08/08/2020

Un nuovo corso per Oss a prezzo agevolato

Il prossimo 24 agosto al via il nuovo corso di formazione per Operatori socio sanitari promosso da CMVS, Valle Sabbia Solidale, Solco Brescia e Consorzio Laghi presso l'ex centrale di Barghe, un’iniziativa a sostegno della ripartenza occupazionale post Covid-19

05/08/2020

Escursione a Cima Terre Fredde

Per la terza uscita di quest’anno abbiamo scelto un'altra facile vetta delle montagne di casa, ossia Cima Terre Fredde (Mt. 2645 slm), posta sopra la sponda ovest del Lago della Vacca, più o meno a metà tra i più noti “Cornone del Blumone” e “monte Frerone”

02/08/2020

Quelli dell'Illustre Teatro

Adesso che ho finalmente ripreso a girare con gli spettacoli della Signora Maria, l’acclamata Paola Rizzi, vorrei raccontarvi dell’Illustre Teatro di Vestone

29/07/2020

Alla scoperta della Valle Sabbia

Per iniziativa dell’Agenzia territoriale per il turismo della Valle Sabbia e del Lago d’Idro, sono state effettuate la scorsa settimana le riprese di Cremona1 Tv per quattro nuove puntate dedicate alla nostra valle

27/07/2020

Scontro auto-moto, feriti padre e figlio

L’incidente è avvenuto a Vestone, lungo la 237 del Caffaro, ed ha provocato lunghe code sulla strada del rientro domenicale

23/07/2020

Produzione, ambiente ed energia

952,6 milioni di euro. E’ il fatturato del Gruppo Silmar nel 2019. Bene anche la ripresa nel “dopocovid”. In tre anni investiti dal Gruppo più di 200 milioni di euro

23/07/2020

La caserma chiude per ristrutturazione

Da oggi la caserma dei Carabinieri di Vestone sarà chiusa al pubblico causa lavori. Sarà garantito un presidio mobile in via Mocenigo, mentre il personale farà base momentaneamente a Idro

23/07/2020

Travolta dal camion

Il camion era fermo quando la donna ha cominciato ad attraversare, proprio sotto il muso, dove l'autista non poteva vederla. Poi la coda si è mossa. Ecco come è avvenuto l'investimento a Nozza

22/07/2020

I ragazzi del Cai Vestone salgono di quota

Per la seconda uscita estiva i gruppo dei ragazzi si è diretto in val Breguzzo, mentre l’Alpinismo giovanile al Passo del Frate e alla cima Uzza