30 Giugno 2015, 09.30
Gavardo Valtenesi
Deep Walking

Da Gavardo a Lonato attraversando la verde Valtenesi

di Sonia Piccoli

Lungo percorso di circa 26 chilometri ma di notevole interesse. Entriamo nella bellissima Valtenesi con le sue colline moreniche partendo da Gavardo, passando da Soprazzocco, località Galuzzo, i laghetti di Sovenigo, Soiano del Garda, Padenghe del Garda, Sedena e arrivando a Lonato


Partiamo da Gavardo e prendiamo la direzione Soprazzoco: percorrendo una piccola salita arriviamo in prossimità di un parco pubblico e un barettino; da qui prendiamo a destra raggiungiendo la località Galuzzo dove, appena superata una breve salita, prendiamo a destra per poi proseguire in direzione Laghetti di Sovenigo. Ma prima passo a salutare i miei amici Mauro e Stefania, proprietari con Gianpietro delle Cantine Trevisani. Il percorso da qui è segnato con segnavia del Cai.

I Laghetti di Sovenigo sono tre specchi d'acqua argentata particolarmente suggestivi nella bella stagione, quando i prati circostanti si colorano di verde e dagli specchi d'acqua sorgono fiori di loto e ninfee; in quei momenti il paesaggio dei laghetti diventa unico. Nascosti tra i boschi, inseriti nelle dolci colline, i tre laghetti di Sovenigo rappresentano il miglior esempio di bacino intramorenico del basso Garda. Un ambiente naturale che possiamo godere in tutti i periodi dell’anno, apprezzando i colori che cambiano al passare delle stagioni. Tra luglio e agosto i laghetti di Sovenigo offrono uno spettacolo unico, quando le acque si ricoprono del rosa dei fiori di loto. 
 
Difronte al primo laghetto che incontriamo c'è l'indicazione della pista ciclabile, percorribile anche a piedi, che ci porta verso Lonato. Percorso interessante ben segnalato fino a quasi Sedena. Qui troverete diversi cartelli con indicazioni per Lonato (prendete l'indicazione di destra), incontrando percorsi misti dall'asfalto allo sterrato con bellissimi punti panoramici, dove si vede i Lago di Garda con la Rocca di Manerba in pole position, Sirmione, il  Monte Baldo, la Torre di San Martino della Battaglia.

Ci accompagnano per tutto il percorso tenute di vigneti, uliveti e diversi maneggi dove possiamo incontrare ancora delle persone che lavorano la loro terra e con la voglia di fare due chiacchiere raccontando la loro storia lavorativa e personale. Credo sia bello tutto questo perché nella società in cui viviamo ci obbligano ad avere poco tempo per condividere ed ascoltare.
 
Poco prima di arrivare a Sedena costeggiamo i Campi da Golf di Palazzo Arzaga, per poi proseguire attraversando la strada verso la Cappella Gentilizia, conosciuta anche come la Chiesetta dei Morti della Selva. La chiesa sorge sui resti di un lazzaretto del Quattrocento, contiene numerosi ex-voto e una croce a ricordo di alcune fanciulle che morirono per sfuggire alle insidie dei soldati francesi. Le stesse furono sepolte vive a testa in su e ricoperte con della calce viva fino al collo. Qualche anno fa si poteva vedere ancora la buca e vi garantisco era da brividi. Oggi la chiesetta e il circondario è stata data ad un'associazione della Chiesa Ortodossa.  

Continuando, arriviamo al Castello di Drugolo che è una roccaforte, risalente al X secolo. Antico borgo a nord di Lonato, in provincia di Brescia. L'imponente struttura a merlatura ghibellina, forse di origine longobarda, si erge isolata tra le colline a poca distanza dal lago di Garda.
L'edificio è a pianta quadrata con due torri angolari; sorge su di un alto muro a scarpa ed è circondato da mura perimetrali entro le quali sorge la chiesa di San Michele, del XII secolo.
Fu una proprietà della famiglia Vimercati di Milano sino al 1436 quando passò alla famiglia Averoldi di Brescia e ne tenne la proprietà fino al 1935, quando passò in possesso della famiglia Lanciani Rocca. Ora è di proprietà dei Baroni Lanni della Quara.
 
Ormai manca poco e da qui, con passo lento costeggiando le mura prendiamo prima a sinistra e poco dopo a destra, attraversiamo campi recintati che a seconda della stagione cambiano i colori, con l'accompagnamento di cavalli e mucche ci spostiamo verso il centro per arrivare a Lonato. 
 
Sonia Piccoli - Camminando qua e là
 


Commenti:
ID58860 - 01/07/2015 09:05:31 - (ROBIN) - bello...

grazie x l articolo

ID59038 - 07/07/2015 17:23:24 - (Tc) - ...

Si confermo...bello questo giretto...in questo periodo facciamo anche una bella scorta d'acqua...

Aggiungi commento:
Vedi anche
22/07/2015 06:52

Il Cammino di San Giacomo in Val Pusteria A passi silenziosi.. attraversando un percorso poco conosciuto e alternativo .

16/07/2015 07:40

Un cammino di fede sulle tracce di Santa Giulia Percorso medievale  tra leggende e luoghi meravigliosi, da Livorno a Brescia, lungo uno storico ramo della Via Francigena

 

13/11/2017 16:32

Chi ha visto Toby? Un breton bianco e nero di circa un anno è stato smarrito sabato nella zona dei laghetti di Sovenigo a Puegnago del Garda

29/05/2015 07:25

Stupirsi in casa propria Monte Magno a Monte Ere per arrivare alla Rocca di Bernacco sopra Vallio Terme. Una piacevole passeggiata tra paesaggi, leggende e un po' di  storia

04/06/2015 07:49

Dai fienili di Cima Rest al Tombea  Tra fienili del VII secolo, fortificacazioni e trincee costruite nella roccia a difesa  del vecchio confine italo austro-ungarico.



Altre da Gavardo
17/09/2020

Oggi l'ultimo saluto ad Angelo Ziglioli

Il grande imprenditore gavardese, impegnato per tanti anni anche nello sport, nella cultura e nel sociale, lascia un grande vuoto nella comunità di Gavardo e in quella bresciana. Oggi – giovedì – alle 16 i funerali

17/09/2020

«Spatentato»

Cinquemila euro di multa. Se l’è vista comminare un autoriparatore con patente revocata, che se ne andava in giro con l’auto di un cliente

15/09/2020

Slitta la Cabina di regia

La riunione sul maxi depuratore, indetta in videoconferenza per oggi, è stata rimandata a martedì prossimo. Sindaci del Chiese e Comitati ambientalisti continuano a lottare per avere risposte concrete e per la valutazione di un progetto alternativo

14/09/2020

Rilancio del centro storico

L’amministrazione comunale gavardese ha messo in campo un pacchetto di misure per riqualificare il centro del paese presentato nel corso di un’assemblea pubblica

14/09/2020

Festa «da asporto» per il Borgo del Quadrel

Ai tempi del Covid la festa sociale dell'associazione gavardese diventa una giornata di spiedo da asporto. Appuntamento questa domenica, 20 settembre

13/09/2020

Furto... profumato

Una coppia, un uomo ed una donna di Prevalle di 48 e 43 anni, sono stati denunciati dai carabinieri di Gavardo per furto aggravato commesso all’interno di un negozio gavardese

13/09/2020

Congratulazioni dottor Franco

Congratulazioni a Franco Chiriacò di Gavardo che lo scorso 10 settembre ha brillantemente conseguito la laurea triennale in Ingegneria gestionale presso l'Università degli Studi di Brescia

13/09/2020

Inaugurata la 64ª Fiera di Gavardo e Vallesabbia

Spostato da maggio a settembre, con tutte le modifiche e le precauzioni del caso, l'evento valsabbino dell'anno si tiene anche ai tempi del coronavirus. Ieri mattina il taglio del nastro alla presenza delle autorità

13/09/2020

Taglio del nastro per il campo in sintetico

Con la Fiera di Gavardo e Vallesabbia è stato ufficialmente inaugurato anche il nuovo campo in sintetico del Centro sportivo comunale, finalmente pronto ad accogliere i giocatori dopo mesi di lavori

11/09/2020

Apre la Fiera di Gavardo e Vallesabbia

Oggi alle 14 su il sipario per la 64ª edizione della campionaria valsabbina che rimarrà aperta l’intero fine settimana. Sabato mattina l’inaugurazione ufficiale