01 Marzo 2011, 08.00
Agnosine
Mountain bike

Luca Signori sul terzo gradino del podio

di red.

All’appuntamento d’apertura del calendario nazionale Xc il portacolori dell’Mtb Agnosine sale sul terzo gradino del podio nella categoria Elitesport.

Arriva direttamente dal capoluogo toscano, in tarda mattinata, la comunicazione telefonica che annuncia il primo risultato importante per il neo acquisto del team valsabbino dell’MTB Agnosine, il bergamasco Luca Signori. Al Campionato Italiano d’Inverno 2011 che si svolge nell’affascinante cornice della Maremma Cup, il main evento d’inizio stagione che con dieci giorni di sport, spettacolo e mountainbike sarà anche sede della prima prova degli internazionali d’Italia il prossimo week end, ci sono tutti i nomi che contano e che saranno sicuri protagonisti nel corso della stagione.

Un ricco programma di gare che propone, in attesa delle gare dei Pro della domenica, le competizioni delle categorie amatoriali tutte nella mattinata di sabato. Non poteva mancare tra le file degli Elitesport il biker portacolori dell’MTB Agnosine Luca Signori, il neo acquisto del team valsabbino che già nelle prime apparizioni provinciali ha saputo lasciare il segno nonostante la stagione sia ancora agli inizi. Una lunga trasferta, di circa 500 km, che da Brescia ha portato Luca fino a Massa Marittima scortato dal vice Presidente Enrico Andrini nell’inedita veste di Team Manager, un’accoppiata che, risultati alla mano, è stata sicuramente vincente.

Percorso insidioso, tecnico e molto divertente quello che in soli 4,2 Km metteva alla prova le doti atletiche e di guida dei bikers in gara. Un tracciato che con soli 140 mt di dislivello a giro non permetteva un attimo di respiro se non nel transito nelle zone designate per il rifornimento e l’assistenza meccanica. Un anello di gara che concedeva pochi spazi per sorpassi, un lungo single track tra alberi, radici, sassi e guadi che era fondamentale affrontare a viso aperto ma soprattutto nelle prime posizioni di testa per non rischiare nulla. Detto, fatto!

Luca Signori ci mette circa 150 mt per prendere la testa del gruppo dei 41 bikers appartenenti alla categoria Elitesport. E’ lui a fare l’andatura per tutto il giro di lancio e a lanciarsi per primo all’interno dell’ubriacante toboga che da inizio alle 5 tornate previste. Dopo il primo giro il gruppo è allungatissimo ma Luca guarda da vicino la testa della corsa con l’ex professionista Cellini e Ricci a fare l’andatura. Due giri combattuti e portati a termine abbassando continuamente i tempi di percorrenza. I pretendenti alla vittoria si studiano e prendono confidenza con il percorso sperimentando le traiettorie più efficaci.

Al termine della terza tornata Cellini è in fuga solitaria, un’azione di potenza che gli permette di prendere margine e guadagnare secondi su Ricci che lo insegue a vista. Ma poco dietro ecco il terzetto composto da Luca Signori, l’amico Alessandro Scotti e Ricardo Panizza. I tre si studiano e non rischiano nulla. All’inizio del quinto ed ultimo giro i primi due sono ormai imprendibili ma la dietro sono sempre in tre a contendersi il terzo gradino del podio. A giocare un ruolo fondamentale nelle schermaglie sono gli atleti doppiati che in finale di gara diventano così un ostacolo in più per gli atleti di testa.

Signori trova l’attimo giusto per avvantaggiarsi sugli avversari appena il sentiero si inerpica subito dopo il primo guado del tracciato. Scotti e Panizza esitano in un doppiaggio e per Signori è un invito a nozze: “E’stato un attimo – ci racconta Luca Signori – eravamo in uno dei punti più insidiosi del percorso e dopo un doppiaggio estremo mi sono accorto che Ale e Riccardo avevano perso il momento giusto. Mancavano circa 3 Km all’arrivo e dopo tre quarti di gara in cui non ho voluto esagerare ho pensato che fosse il momento giusto per dare e rischiare tutto.”

Ai meno 300 mt. al traguardo passa la moto apripista, passano Cellini e Ricci più staccato ma il pubblico è in attesa di vedere chi dei tre all’inseguimento sbucherà per primo dalla temuta pineta del parco di Poggio. E’ la maglia bianco verde dell’MTB Agnosine, è Luca Signori che a testa bassa e denti stretti precede di circa 15” Panizza in disperato tentativo di rimonta. Sono 300 mt interminabili. L’ultimo insidioso toboga all’interno del Parco alto, curve e controcurve, salti e rilanci, pietre e radici e quindi il rettilineo finale. Lo speaker annuncia al pubblico l’arrivo dell’atleta che salirà il terzo gradino del podio. Luca Signori taglia il traguardo solo sulla ruota posteriore. Impenna e da spettacolo, emulando i suoi idoli della mountain bike, e l’applauso del pubblico dice tutto da se!

E’ un risultato importante – conclude Luca – che saprà darmi un’ulteriore stimolo per l’intera stagione. E’ un risultato che dedico tutto al mio nuovo team, composto da persone fantastiche, al Presidente Stefano Cucchi, che ha creduto in me, e allo sponsor Cicli Piton che mi ha messo a disposizione un mezzo tecnico, come la mia MMX 2011 - 26”, altamente performante ed affidabile.

Fonte Comunicato stampa by aesportnews

in foto Luca Signori sul podio (il secondo da destra) e in azione alla Maremma Mtb Cup



Aggiungi commento:
Vedi anche
18/03/2011 08:15:00

Luca Signori secondo agli Internazionali di Sirmione Dopo una gara sempre in testa un errore ai 500 mt dal traguardo costa caro al portacolori dell’Agnosine che si deve accontentare del secondo gradino del podio.

02/05/2011 10:00:00

Alessandro Trenti vice campione italiano marathon 2011 Nella trasferta tricolore alla marathon San Pellegrino il portacolori dell’Mtb Agnosine sale sul secondo gradino del podio tra i master 3 e porta a casa il primo importante risultato stagionale.

14/07/2011 13:00:00

Emanuele Marchi sul tetto d’Italia MM35 Il portacolori dell’Atletica Gavardo 90 ha conquistato il terzo gradino del podio di categoria ai Campionati italiani master di corsa in montagna.

11/10/2011 09:00:00

Tutto all’ultima prova Cristina Dusina si aggiudica in un colpo solo la vittoria finale della classifica generale e quella si specialità con la classifica a tempo per le gare “granfondo” assieme al già leader Alessandro Trenti. Luca Signori torna sul gradino più alto del podio tra gli elitesport 2.

04/10/2011 08:30:00

Andrea Giupponi fa sua la D’Annunzio Bike La gara corsa domenica a Gardone Riviera, con 250 bikers al via, ha visto sul primo gradino del podio il portacolori della Axevo Semperlux.



Altre da Agnosine
05/07/2020

Le 7 candeline di Riccardo

Tantissimi auguri al piccolo Riccardo di Agnosine che proprio oggi, domenica 5 luglio, compie i suoi primi 7 anni

28/06/2020

Caduto da fermo

E’ finito in ospedale con codice giallo, un 58 enne di Agnosine caduto a terra mentre aspettava che si alzasse la saracinesca del garage

22/06/2020

Fabio Lozito capogruppo dell'anno

È stato assegnato al capogruppo di Agnosine il premio “Milesi” per il 2019. Premiato anche un alpino di Moniga e il gruppo di Valvestino

11/06/2020

L'urto poi le fiamme

Sequenza terribile per un frontale avvenuto sotto la prima delle gallerie che da Agnosine portano al Passo del Cavallo. Le due persone coinvolte sono state salvate dai primi ad accorrere

10/06/2020

Di Roberto vive ancora il sorriso

Saranno celebrati questo venerdì a Prevalle i funerali di Roberto Taroli, il 21enne travolto e ucciso dalla sua stessa auto lunedì scorso a Binzago di Agnosine

09/06/2020

Muore travolto dalla sua stessa auto

L’incidente è avvenuto a Binzago, frazione di Agnosine. La vittima è un 21enne di Prevalle che si trovava in compagnia della fidanzata

09/06/2020

«No, non si può morire così, a 21 anni»

Roberto Taroli aveva frequentato l'Itis Castelli a Brescia e da un pao d'anni lavorava nel reparto tecnico dell'Ivar di Prevalle

31/05/2020

Per Mario sono 66

Tantissimi auguri a Mario di Agnosine che proprio oggi, domenica 31 maggio, festeggia il suo 66° compleanno

28/05/2020

Il bianco del Carfio/2

Abbiamo chiesto ai responsabili della IRO, l’unica acciaieria rimasta fra quelle che negli anni ’80 hanno utilizzato le tre discariche dismesse, di offrirci il loro punto di vista

28/05/2020

Il bianco del Carfio

Tre imponenti discariche di rifiuti d’acciaieria situate nel Comune di Agnosine sono state sottoposte a sequestro dai Carabinieri Forestali di Vobarno. Nei guai quattro imprenditori

boxlat.inc.html
Agnosine, il paese la sua gente

Il Santuario della Madonna di Calchere

14/04/2020

Il nuovo municipio di Agnosine è stato inaugurato nel 2006. Lo stabile, 340 metri quadri di nuovi uffici sistemati assieme ad un vasto complesso abitativo che ospita negozi ed appartamenti

14/04/2020

E’ stata l’azienda che per più di 50 anni, fino alla fine degli anni ’70 del secolo scorso, più di altre ha tracciato la storia italiana del mobile multiuso (2)

14/04/2020

E' la chiesa parrocchiale di Agnosine, tempio dalle antiche origini, già citata in un documento del 1037.
L’edificio attuale risale al 1771


14/04/2020

Col suo campanile domina la valle.
L’attuale costruzione risale al 1674 ed è stata eretta su una struttura precedente