19 Giugno 2020, 08.00
Valsabbia
Blog - Glocal

L'opera delle Confraternite

di Valerio Corradi

In molte chiese della Valle Sabbia sono ancora oggi visibili dipinti, sculture, cappelle realizzate dalle Confraternite religiose. Gruppi di fedeli che hanno contrassegnato la storia delle nostre comunità


Le Confraternite erano costituite da laici appartenenti alla Chiesa che si riunivano per promuovere opere di carità e di pietà, per incrementare il culto e l’educazione religiosa oltre che per contribuire alla realizzazione di specifiche cerimonie liturgiche (processioni, devozione verso i santi, ecc.). Nella loro attività erano previsti interventi a sostegno della parte più povera della comunità e di coloro che erano in situazione di vulnerabilità (orfani, vedove, malati, infermi, anziani, ecc.).

L’appartenenza si traduceva nella partecipazione a momenti di preghiera che venivano condotti all’interno di specifiche chiese, cappelle o piccoli spazi per il culto (oratori). Aspetto importante era il sostegno spirituale e materiale nei momenti della malattia e nell’accompagnamento dei moribondi verso la “buona morte”, mediante la costante preghiera per la loro conversione e in suffragio della loro anima.

I membri di queste aggregazioni sentivano l’esigenza di associarsi e di aiutarsi reciprocamente per affrontare situazioni di necessità non altrimenti gestibili che caratterizzavano la vita di molte persone. Per questo si dotavano di un’attenta organizzazione. Come ebbe a scrivere il sociologo della religione Gabriel Le Bras (1941), ciascuna confraternita “aveva le proprie assemblee, i propri statuti, i propri funzionari, il proprio bilancio, una struttura, insomma, che evocava, ad un tempo, i gruppi religiosi, le corporazioni professionali e il modello di tutti i governi, la città. In verità, il suo tratto distintivo e dominante era d’essere una fratellanza, una fratellanza soprannaturale e non, come le altre, artificiale, perché tutti i suoi membri erano uniti nel Cristo e dal Cristo: la dottrina del Corpo mistico esprime quest’unità profonda”.

Le Confraternite, esistenti fin dai primi secoli dell’era cristiana, conobbero una notevole diffusione nel basso medioevo e nel periodo della Controriforma, tanto da essere presenti sia nelle grandi città, sia nei piccoli centri di provincia. La loro costituzione richiedeva (e richiede) di essere riconosciuta e approvata dall’autorità ecclesiale e sottoposta a una specifica disciplina del diritto canonico.

Durante il periodo napoleonico (1796-1814) furono soppresse, con poche eccezioni come, ad esempio, per le Confraternite del Santissimo Sacramento collegate alla festa del Corpus Domini e al culto pubblico dell’eucaristia fuori dalla Messa. Tra Ottocento  e Novecento vi fu una ripresa delle attività delle Confraternite (spesso collegate alla pietà popolare) anche se non raggiunsero i livelli di diffusione e di adesione del periodo pre-napoleonico.

A Brescia le Confraternite più note, e ancora esistenti, sono quelle dei Santi Faustino e Giovita, dell'Immacolata adoratrice del SS. Sacramento e di Santa Maria delle Consolazioni.

Questi sodalizi hanno rappresentato forme embrionali dell’odierno associazionismo laicale ma anche organizzazioni anticipatrici delle moderne società di mutuo soccorso. Un segno visibile della loro importanza è dato dal lascito artistico. Le Confraternite contribuirono alla costruzione di edifici di culto, commissionando la realizzazione di decorazioni, sculture, dipinti molto spesso incentrati sul tema della passione e morte di Cristo che ancora oggi si possono ammirare anche in molte chiese della Valle Sabbia.

in foto:
. S. Rocco portato in processione dalla Confraternita del SS. Sacramento,Polpenazze primi anni '50
. “Deposizione dalla Croce” (1580), dipinto conservato nella Chiesa dell'Ascensione di Volciano presso l’Altare dell’antica Confraternita del Santissimo Sacramento



Vedi anche
24/09/2016 15:29

Il lascito delle Confraternite In molte chiese valsabbine sono visibili ancora oggi cappelle ed opere realizzate da confraternite laicali, segni tangibili dell’importanza avuta in passato all’interno delle singole parrocchie

19/06/2016 08:50

I numeri del Non Profit valsabbino Anche per il territorio della Valle Sabbia appare evidente il fondamentale ruolo svolto dal settore Non Profit, il cui peso economico ed occupazionale è in aumento

09/05/2018 09:20

Coltivare tartufi La coltivazione di tartufi può essere un fattore di sviluppo delle aree interne? La Valle Sabbia è un territorio favorevole alla tartuficoltura? 

14/05/2018 07:00

Come si vive in montagna? Come si vive oggi nei territori montani? Quali sono i vincoli e i fattori d’innovazione? Un convegno offre l’occasione per confrontare la Valle Sabbia con altre aree 

17/11/2018 08:00

Il genio ingegneristico di Angelo Omodeo La geniale figura dell’Ing. Angelo Omodeo e la sua attività tra Garda e Valle Sabbia



Altre da Glocal
14/05/2020

Il turismo ciclistico per andare oltre la crisi

Per risollevare il settore turistico molti guardano con interesse alle vacanze in bicicletta. Perché non rilanciare l’idea di una Green Way tra Valle Sabbia e Garda?

09/05/2020

Se la società del rischio dipende da noi

Nella Fase 2 siamo costretti a convivere col rischio sanitario e ciò sta cambiando le aziende, la scuola, il mondo del commercio, i servizi pubblici, le attività del tempo libero. Ogni contesto di vita è chiamato a ripensarsi

06/03/2020

Coronavirus e gli errori di comunicazione

Il Coronavirus sta mettendo in ginocchio l’Italia. Quali errori sono stati commessi nella comunicazione dell’emergenza? E perché oggi il nostro Paese è all’angolo e a rischio recessione?

12/01/2020

Parlare bene l'inglese conviene

C’era una volta la scuola delle 3 “i” (informatica, impresa, inglese). Molte le riforme tentate, poche le risorse investite. Che fine ha fatto la “i” dell’inglese?

03/01/2020

Famiglie di una sola persona

Istat conferma i profondi cambiamenti della famiglia registrati negli ultimi decenni. In Italia una famiglia su tre è composta da una sola persona

27/12/2019

A bordo di un gioiello

Perché per molti è emozionante spostarsi su una Rolls Royce dorata o su una Limousine nero splendente? È solo ostentazione o anche psicologia?

20/12/2019

Il bello dell'Oro

L’Oro è simbolo di potere, prosperità, bellezza e di sicurezza. Perché oggi c’è una nuova corsa all’Oro? A quanto ammontano le riserve auree dell’Italia?

17/12/2019

Personal Shopper per clienti del lusso

L’aumento dei super-ricchi genera ricadute economiche per il turismo e fa nascere nuove professioni come il consulente per gli acquisti per turisti luxury

28/11/2019

I viaggiatori del lusso

In Italia e anche sul Garda sono in aumento i turisti del lusso. È un fenomeno sempre più consistente che presenta anche elementi di novità

23/11/2019

I dilemmi di blockchain

Da alcuni anni si sta riflettendo su modelli decisionali non gerarchici e sul potenziale delle monete digitali. Uno degli schemi più citati è blockchain