Skin ADV
Giovedì 09 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Purple

Purple

by Belvedere



08.04.2020 Gavardo

08.04.2020 Bione Valsabbia

07.04.2020 Agnosine

07.04.2020 Valsabbia Provincia

09.04.2020 Agnosine

07.04.2020 Agnosine

08.04.2020 Valsabbia Provincia

08.04.2020 Idro Valsabbia

07.04.2020 Mura

07.04.2020 Odolo Valsabbia



08 Aprile 2020, 08.00

Blog - Genitori e figli

Coronavirus e genitori separati

di Giuliana Beghini Franchini
C’è fatica che si aggiunge a fatica di questi tempi. È quella delle famiglie separate, che si ritrovano a gestire i rapporti con i figli al tempo dell’isolamento sociale e del distanziamento

Va da sé che in questo periodo la maggiore preoccupazione sia la salute fisica, ma non vi è dubbio che genera ansia anche quella psicologica. in particolare quelli separati. Fare i genitori in questo momento è molto complesso. Per i genitori separati lo è ancora di più, perché devono contenere la paura e l’angoscia, e cercare di mantenere un equilibrio emotivo che si rifletta beneficamente sui figli.

Non è la cosa più facile ora mantenere certezze e fiducia, speranza e capacità di guardare al futuro, ma è necessario sforzarsi. I bambini ci guardano sempre, ma adesso,la forzata convivenza in casa li porta ad osservare di più come si comportano gli adulti. Con le loro potentissime “antenne” sanno intercettare immediatamente le reazioni della mamma o del papà.

In parte sono consapevoli di cosa stia accadendo, ma i più piccoli faticano a capire perché si debba stare a casa e non essere in vacanza, non poter andare al parco e non stare con i loro amici. In questo tempo sentono le pareti domestiche più significative ed importanti di prima. E' allora necessario che i genitori separati sappiano contenere le incomprensioni e i litigi, i loro conflitti e le vecchie o laceranti rivendicazioni.

La priorità nelle famiglie separate va data all’equilibrio affettivo ed emotivo. Questo dovrebbe spingere i genitori a cercare prima di tutto accordi utili alla loro crescita in un periodo problematico come quello che stiamo vivendo. Più di ieri è necessario fare in modo che sentano la casa dove abitano come luogo rassicurante in cui ci sono persone che li amano e garantiscono sicurezza e tranquillità.

Sperimentare una vicinanza fisica 24 ore su 24 è decisamente una novità per tutti. Proprio per questo ai genitori separati serve una buona dose di creatività. Il benessere dei figli passa attraverso una continuità affettiva che deve essere garantita.

Ricordiamoci che non esiste un divieto di spostamento per il diritto alla bigenitorialità. Per cui, fatta salva la sicurezza dei bambini in modo da non esporli a rischi, si potrebbe ad esempio allungare il periodo che i bambini passano a casa di uno o dell’altro genitore, per non costringerli a un andirivieni continuo o alla mancanza di contatto fisico con il genitore con cui vivono di meno.

Di certo si possono sfruttare adeguatamente le risorse tecnologiche disponibili come il contatto con la cam del telefonino che, almeno, consente continuità della comunicazione con il genitore distante. Dal momento che i piccoli hanno bisogno di ritmi precisi e invariati, adesso è ancora più importante mantenere, sia a casa con la mamma che con il papà, le solite abitudini come l’andare a letto e risvegliarsi sempre alla stessa ora.

Aiuta molto il creare dei rituali, come quello di mandare un regolare messaggio al mattino del genitore distante e una videochiamata al pomeriggio. Non farlo regolarmente può favorire la fantasia che il genitore che non si fa sentire non esiste più.

Aiuta molto passare un tempo quotidiano a guardare insieme le fotografie dei luoghi dove si è stati in vacanza e raccontare del passato. Ma anche fare progetti, come dire dove si potrà andare una volta che l’emergenza sarà finita. È un modo per lasciare che i bambini costruiscano un ponte tra il prima, quello che ci sta succedendo adesso e il dopo.

Queste cose servono per aiutare i bambini a sanare la “frattura” del tempo che si è generata d’un colpo con il coronavirus. Di certo, a noi come a loro, adesso non servono continue visioni catastrofiche e negative della vita e del futuro, quanto immagini di fiducia e di speranza.
In tutti noi esistono le paure di non farcela, di morire o di andare incontro alla miseria. Ma i grandi hanno il compito di tenerle sotto controllo. La sfida per i genitori è quella di riuscire a stare con se stessi in modo creativo.
Invia a un amico Visualizza per la stampa








Vedi anche
29/07/2019 10:10:00
Genitori separati e vacanze coi figli Se le vacanze con i figli vanno sempre preparate, quelle dei genitori separati soprattutto i non affidatari, hanno ancora di più la necessità di essere pensate e organizzate con attenzione

20/01/2020 10:00:00
Padri e figli “I figli invecchiano. Ma non invecchiano loro. Invecchiano te”. Inizia così il denso monologo di Mattia Torre, drammaturgo e regista da poco scomparso e di cui, tra qualche giorno, uscirà postumo, il suo ultimo film

18/11/2018 08:00:00
Madri che uccidono Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

07/10/2018 08:00:00
Genitori separati e affido dei figli. Ma quale riforma?
Ci siamo abituati, negli anni scorsi, ai bambini con la valigia sempre pronta, usata non per fare vacanza quanto, piuttosto, per andare da casa della mamma a quella del papà e viceversa


22/07/2019 09:30:00
In vacanza con i figli
Andare in vacanza è sempre piacevole, ma oggi andarci con i figli richiede un’attenzione e una programmazione particolare, se non si vuole che l’agognata vacanza si trasformi in stress




Altre da Genitori e Figli
01/04/2020

Lettera aperta ai genitori

Cari genitori, il tempo lungo e pesante che stiamo vivendo è un momento difficile per tutti. Facciamo esperienze emotive intense e inattese che dureranno ancora per diverso tempo.

15/03/2020

Cosa fare con i bambini

Molti possono essere impauriti e allo stesso tempo disorientati. Assorbono e fanno loro l’angoscia degli adulti, ma anche faticano a comprendere quello che accade

02/03/2020

Una filastrocca contro il virus

In questo momento non c’è solo il Coronavirus da fronteggiare. C’è piuttosto la paura, che per certi versi contagia molto di più


29/02/2020

Le sfide estreme. Quando manca la percezione del rischio

Le sfide non finiscono mai… di sorprendere e terrorizzare. Se ne inventano di tutti i tipi

10/02/2020

Per un'educazione digitale

Il Safe Internet Day (SID) che si celebra quest’anno punta ancora alla sicurezza in Rete con lo slogan “Connessi e sicuri”


27/01/2020

La paura del diverso che alimenta il razzismo

Il razzismo, per la verità, dovremmo chiamarlo xenofobia, che in greco è “paura del diverso”. Ci aiuterebbe di più a capire, non a giustificare, un comportamento in crescita e un disturbo psicologico che può essere devastante. E il Giorno della Memoria, tristemente ce lo ricorda!

20/01/2020

Padri e figli

“I figli invecchiano. Ma non invecchiano loro. Invecchiano te”. Inizia così il denso monologo di Mattia Torre, drammaturgo e regista da poco scomparso e di cui, tra qualche giorno, uscirà postumo, il suo ultimo film

14/01/2020

Le avventure di Pinocchio. Attualità di una storia

Le narrazioni fantastiche resistono al tempo perché sono metafore. Pinocchio è una di queste che, a giudicare dalla popolarità, è una storia continuamente letta, raccontata e riscritta, come dimostrano le tante versioni cinematografiche e i libri che si pubblicano


05/01/2020

Regali o doni?

Il tempo delle feste è solitamente quello dei doni che il prevalere delle società dei consumi ha denominato “regali”. Ma le parole “regali” e “doni” non sono equivalenti


28/12/2019

Un'altra strage del sabato sera! Riflettiamo genitori

La tragedia di Roma nella zona di Ponte Milvio, dove Pietro, vent’anni e appena patentato, ha travolto con la sua macchina Camilla e Gaia, due sedicenni, non può che annichilirci.

Eventi

<<Aprile 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia