Skin ADV
Sabato 16 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

Poesie, modi di dire, curiosità e immagini dal mondo...

Don Claudio Vezzoli è il parroco di San Benedetto, la parrocchia del quartiere I° Maggio in città,
ed è anche consigliere provinciale e regionale della Coldiretti.
Ci farà compagnia ogni settimana.
 

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE






28 Gennaio 2019, 08.07

L'angolo di don Claudio

Sotto la neve... pane

di don Claudio Vezzoli
Quella invernale è la stagione del freddo, del buio e del riposo della natura. Eppure la stagione invernale è anche quella del seme nascosto nella profondità della terra
 
Il tema della stagione invernale, del freddo, gelo e  della neve, sono presenti nel mondo biblico e ci aiutano a vedere la creazione non solo dal lato scientifico ma con l’occhio contemplativo.
Ci sono molti riferimenti nella bibbia legati alla stagionalità, mi limito a citarne alcuni.

Vorrei partire dal salmo 147 dove si parla di Gerusalemme riedificata dopo l’esilio.
Oltre a benedire materialmente gli abitanti della città santa la Parola di Dio non solo è luce per le persone ma anche creatrice.
Da questa Parola viene il freddo, scende la neve, la grandine e la brina, ma segue però il caldo, lo scioglimento delle nevi, fa scorrere le acque dai nevai.

In pratica il salmo ci viene a dire che la natura non è lasciata a sé stessa, ma è guidata da Dio a favore dell’uomo, come leggiamo anche nel libro degli Atti degli Apostoli 14,17: ” .. ma non ha cessato di dar prova di sé beneficando, concedendovi dal cielo piogge e stagioni ricche di frutti, fornendovi il cibo e riempiendo di letizia i vostri cuori".

E’ un tema che certamente va approfondito, mi limito a citare l’Apocalisse:
“All'angelo della Chiesa di Laodicèa scrivi: Così parla l'Amen, il Testimone fedele e verace, il Principio della creazione di Dio: Conosco le tue opere: tu non sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca".
Parole forti e impegnative!

Una chiesa tiepida è una contro indicazione alla fede e al vivere da cristiani.
 
Ci sono molti cristiani tiepidi in quanto c’è stato un raffreddamento dell’amore di Dio, c’è stato un trascurare la vita cristiana nei doveri e nella vita spirituale, si diventa accidiosi si è perso il fervore e l’entusiasmo della vita cristiana.

Occorre reagire al freddo che abbiamo creato in noi ed attorno a noi col riprendere in mano seriamente una vita tale da dirsi a tutti gli effetti “vita cristiana”.
Anche il vangelo parla di operai dell’ultima ora, cerca di riprendere in mano il tempo che ti è stato donato! E’ l’ammonimento dell’angelo alla chiesa di Loadicea.

Negli stessi vangeli
possiamo trovare spunti per un buon camino spirituale legato al ciclo delle stagioni, lo stesso Gesù prende a prestito alcune immagini nelle sue parabole che esprimono la natura ed i frutti della terra ai tempi della sua predicazione.

Le parole delle stagioni: gelo, freddo, caldo ecc. passano dall’aspetto fisico a quello spirituale per farci assaporare il gusto del nostro rapporto con Dio e ci stimolano a guadare la vita, il mondo e la storia con occhi diversi.

Può essere lo spunto per ognuno di noi per cercare nella bibbia i vari riferimenti invernali o stagionali che sono disseminati e farne oggetto di riflessione per capire il mondo biblico, il suo linguaggio e per  evidenziare come la bibbia sia molto legata alla agricoltura e alle stagioni della natura viste non lo sguardo asettico, ma con gli occhi di chi sa vedere oltre la fisicità delle cose.

E così siamo ritornati all’inizio dell’articolo: lo sguardo contemplativo è il guardare a lungo con stupore ed ammirazione la vita, il mondo e la storia  visti da Dio, poiché guardando il cielo si capisce di più la terra.
E’ una luce interiore frutto della presenza dello Spirito Santo che si dà solo nella fede in quanto non è frutto solo del nostro impegno ma viene da Dio.

Forse nella nostra società abbiamo bisogno proprio di questo: una capacità di conoscenza nella fede, dove le ragioni dell’intelligenza non vengono eliminate ma oltrepassate.
La persona si avvicina a Dio usando la ragione e la fede.

Mi piace concludere con s. Anselmo d’Aosta il quale seppe unire queste due realtà, ragione e fede, già  novecento anni fa.
Ebbe questa intuizione dicendo: ”Che io Ti cerchi desiderandoti, che io Ti desideri cercandoti, che io Ti trovi amandoti, che io Ti ami trovandoti”.

Sono passato dal parlare della stagione invernale alla vetta della vita cristiana che per un credente è la contemplazione.
Forse ho volato troppo in alto?

Don Claudio

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/06/2015 18:07:00
Expo 2015 Il tema del cibo e del nutrimento è di estrema attualità in tutta quanta la bibbia. L’expo 2015 ci dà l’occasione per parlarne

02/11/2015 11:21:00
Democrazia, dignità umana e emancipazione sociale Oggi assistiamo alla crisi del diritto...

17/02/2016 11:46:00
Il lavoro agricolo Interessante questo intervento di don Claudio rivolto agli agricoltori della Coldiretti, in un incontro di preparazione alla Pasqua

30/06/2015 16:34:00
La storia del cerino Ho trovato questo racconto e lo dono ai lettori affinchè possa essere una bella occasione di riflessione in questa pausa estiva...

01/09/2015 08:35:00
Il ponte Ho trovato questo racconto e lo dono a voi. Un contadino e il suo bambino erano in cammino verso un paese vicino, per la fiera annuale. La strada passava sopra un ponticello di pietra sgretolato e traballante per il fiume in piena...



Altre da Don Claudio
23/11/2018

Avvento, tempo di attesa

Inizia con l’Avvento l’anno liturgico della chiesa. Un tempo dove durante l’anno veniamo a contatto con il Signore mediante la Parola di Dio. La parola “attesa” è l’atteggiamento al quale ci spinge questo tempo

03/11/2018

I Santi ed i morti

La solennità dei Santi e la commemorazione dei fedeli defunti hanno in comune lo sguardo verso il cielo, un guardare oltre per il credente, vivendo con la nostalgia della patria celeste

02/10/2018

L'arte del vivere

Il mese di ottobre ci ricorda che ormai è già iniziato l’autunno con le giornate limpide che ci avvolgono con una luce tenue e, nello stesso tempo, è il mese dove la stagione ci fa godere i frutti della terra

14/05/2018

Il germoglio

Siamo in una stagione in cui possiamo vedere qua e là dei germogli. Sono germogli della natura, ma quelli dell’uomo sono davvero evidenti, oppure dobbiamo andare in profondità per capire ed intuire?

01/04/2018

La Pasqua dono del Risorto

La Pasqua è la solennità più importante per noi cristiani, centro di tutto l’anno liturgico e della nostra vita spirituale

21/02/2018

«Collocazione provvisoria»

C’è un aneddoto della vita pastorale di don Tonino Bello, vescovo di Molfetta ormai entrato nella casa del Padre, che è particolarmente significativo in questo tempo dell’anno liturgico.

06/12/2017

Andiamo fino a Betlemme

Andiamo fino a Betlem. L’importante è muoversi. L’Avvento ci ha invitato, sull’esempio del Battista, a percorrere le vie della conversione ed ad annunciarla a tutti

17/08/2017

Estate è viaggiare... e non solo

Oggi le persone viaggiano molto. La tecnologia ci ha dato delle macchine che in poco tempo ci portano da un luogo all’altro

12/04/2017

La Pasqua, dono del risorto

La Pasqua è la solennità più importante per noi cristiani, centro di tutto l’anno liturgico e della nostra vita spirituale

02/11/2016

La storia di Jerry

Oggi don Claudio Vezzoli ci regala questa storia, raccolta qualche anno fa, ma sempre attuale

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia