Skin ADV
Venerdì 24 Marzo 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

Poesie, modi di dire, curiosità e immagini dal mondo...

Don Claudio Vezzoli è il parroco di San Benedetto, la parrocchia del quartiere I° Maggio in città,
ed è anche consigliere provinciale e regionale della Coldiretti.
Ci farà compagnia ogni settimana.
 

MAGAZINE


LANDSCAPE



02 Novembre 2016, 09.43

Blog - L'angolo di don Claudio

La storia di Jerry

di don Claudio Vezzoli
Oggi don Claudio Vezzoli ci regala questa storia, raccolta qualche anno fa, ma sempre attuale
 
Jerry era il tipo di persona che si ama e si odia. Era sempre di buon umore ed aveva sempre qualcosa di positivo da dire.
Quando qualcuno gli domandava come stava, rispondeva: "Se stessi meglio, scoppierei!". 

Era un manager unico, con un gruppo di camerieri che lo seguivano ogni volta che prendeva la gestione di un nuovo ristorante. Il motivo per cui i camerieri lo seguivano era che Jerry aveva un grande atteggiamento positivo. Era un motivatore naturale, se un dipendente aveva la luna storta, Jerry era lì a spiegargli come guardare al lato positivo della situazione. 

Trovavo il suo stile molto strano e quindi un giorno gli dissi "Adesso basta! Spiegami come fai ad essere sempre così positivo , qualunque cosa succeda?". 
"Oggi hai una scelta da fare: puoi decidere di essere di buon umore o di cattivo umore, e scelgo di essere di buon umore. Tutti i giorni mi capita qualcosa di spiacevole, posso fare la vittima oppure imparare qualcosa dai problemi, io scelgo di imparare. Ogni giorno qualcuno viene da me a lamentarsi, io posso scegliere di subire passivamente le sue lamentele o di trovare il lato positivo della cosa, beh, io scelgo sempre il lato positivo della vita". 

"Si, vabbé, dissi io, "ma non è sempre cosi facile!". 
"Sì invece," disse Jerry, "la vita è tutta fatta di scelte. A parte le necessità più o meno fisiologiche in ogni situazione c'è una scelta da fare. 
Sei tu a scegliere come reagire in tutte le situazioni, a decidere come la gente può influire sul tuo umore. 
Sei tu che scegli se essere di buon umore o di cattivo umore, e quindi in definitiva come vivere la tua vita". 

Per molto tempo dopo quell'incontro, ripensai a quello che Jerry aveva detto, poi un giorno lasciai il business della ristorazione e mi dedicai ad un'altra attività in proprio; persi di vista Jerry ma spesso ripensai a lui quando mi trovavo nella situazione di scegliere nella vita invece che subirla. 

Diversi anni dopo, venni a sapere che Jerry aveva commesso un errore imperdonabile per un gestore di ristorante: aveva lasciato la porta posteriore del ristorante aperta una mattina, ed era stato attaccato da tre rapinatori armati; mentre cercava di aprire la cassaforte, le sue mani sudate e tremanti dalla paura non riuscivano a trovare la combinazione ed i rapinatori, presi dal panico, gli avevano sparato ferendolo gravemente.

Fortunatamente Jerry era stato soccorso rapidamente
e portato immediatamente al pronto soccorso.
Dopo 18 ore di intervento chirurgico ed alcune settimane di osservazione, Jerry era stato dimesso dall'ospedale con frammenti di pallottole ancora nel suo corpo. 

Incontrai Jerry circa sei mesi dopo l'incidente, quando gli chiesi come andava mi disse: "Se stessi meglio, scoppierei. Vuoi dare un'occhiata alle cicatrici?".
Declinai l'invito, ma gli chiesi che cosa gli era passato per la testa durante la terribile esperienza.
"La prima cosa che pensai fu che avrei dovuto chiudere la porta posteriore del ristorante" mi disse Jerry, "poi, quando ero già stato colpito e mi trovavo per terra, mi ricordai che avevo due scelte: potevo scegliere di vivere o di morire". 

"Ma non avevi paura. Non sei svenuto?". 
Jerry continuò: "Gli infermieri furono bravissimi. Continuavano a dirmi che andava tutto bene.
Ma fu quando mi portarono sulla barella in sala operatoria e vidi le espressioni sulle faccie dei dottori e degli assistenti, che mi spaventai veramente, potevo leggere nei loro occhi 'quest'uomo è già morto!'... dovevo assolutamente fare qualcosa". 

"E cosa hai fatto?" gli domandai. 
"C'era questa infermiera veramente grassa che continuava a farmi domande, e mi chiese se ero allergico a qualche cosa. 'Sì!, io risposi, a quel punto tutti dottori e le assistenti si fermarono ad aspettare che finissi la mia risposta... Io presi un respiro profondo e con tutte le mie forze gli gridai 'Sono allergico alle pallottole!'...
Mentre ancora ridevano aggiunsi: 'Sto scegliendo di vivere. Operatemi come se fossi un vivo, non come fossi già morto'". 

Jerry è sopravvissuto grazie alle capacità dei chirurghi, ma anche grazie al suo atteggiamento positivo. 
Ho imparato da lui che tutti i giorni abbiamo la scelta di vivere pienamente. 
Un atteggiamento positivo, alla fine, vale più di tutto il resto. 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/06/2015 13:46:00
«Silenzio» Poesie, modi di dire, curiosità e immagini dal mondo... Inizia oggi una collaborazione con don Claudio Vezzoli, parroco di San Benedetto, la parrocchia del quartiere I° Maggio in città, e consigliere provinciale e regionale della Coldiretti


27/09/2016 14:23:00
Essere cristiani
Consigliere ecclesiastico in seno alla Coldiretti regionale, don Claudio Vezzoli si chiede quale senso abbia, al giorno d'oggi, testimoniare la propria cristianità all'interno delle associazioni, ad esempio durante la giornata del Ringraziamento


30/06/2015 16:34:00
La storia del cerino Ho trovato questo racconto e lo dono ai lettori affinchè possa essere una bella occasione di riflessione in questa pausa estiva...

02/11/2015 11:21:00
Democrazia, dignità umana e emancipazione sociale Oggi assistiamo alla crisi del diritto...

05/08/2015 09:08:00
Le parole dell’estate La parola e le parole sono un ottimo spunto per vivere l’estate, una estate di “qualità” ovvero non un tempo solo per divertirsi e riposare, ma occasione per scoprire alcune parole-chiave che riguardano la nostra esistenza



Altre da Don Claudio
04/10/2016

Dio Esiste?

La fede e la scienza, due sorelline che si tengono per mano (52)

27/09/2016

Essere cristiani

Consigliere ecclesiastico in seno alla Coldiretti regionale, don Claudio Vezzoli si chiede quale senso abbia, al giorno d'oggi, testimoniare la propria cristianità all'interno delle associazioni, ad esempio durante la giornata del Ringraziamento


31/08/2016

Pensieri per l'estate

L’estate è un tempo che ci dona la natura, ma può essere un tempo propizio dell’anima, quando rifiorisce il deserto là dove la nostra vita ha bisogno di nuovo di vitalità

05/05/2016

Democrazia, dignità umana ed emancipazione sociale

Oggi assistiamo alla crisi del diritto: ce ne rendiamo conto quando si compiono degli atti legislativi, quando un tribunale emette una sentenza, assistiamo al difficile rapporto tra magistratura e potere esecutivo. È un problema che riguarda non solo il mondo giudiziario ma anche la chiesa (13)

17/02/2016

Il lavoro agricolo

Interessante questo intervento di don Claudio rivolto agli agricoltori della Coldiretti, in un incontro di preparazione alla Pasqua

15/12/2015

I regali nello sgabuzzino

Ho trovato questo racconto e le dono a voi. Ci ricorda il vero significato del Santo Natale

02/11/2015

Democrazia, dignità umana e emancipazione sociale

Oggi assistiamo alla crisi del diritto...

01/09/2015

Il ponte

Ho trovato questo racconto e lo dono a voi. Un contadino e il suo bambino erano in cammino verso un paese vicino, per la fiera annuale. La strada passava sopra un ponticello di pietra sgretolato e traballante per il fiume in piena... (1)

05/08/2015

Le parole dell'estate

La parola e le parole sono un ottimo spunto per vivere l’estate, una estate di “qualità” ovvero non un tempo solo per divertirsi e riposare, ma occasione per scoprire alcune parole-chiave che riguardano la nostra esistenza

24/07/2015

«Tu non ti preoccupare, pedala»

In una calda sera di fine estate, un giovane si recò da un vecchio saggio: "Maestro, come posso essere sicuro che sto spendendo bene la mia vita? Come posso essere sicuro che tutto ciò che faccio è quello che Dio mi chiede di fare?"

Eventi

<<Marzo 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia