Skin ADV
Venerdì 10 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Crocifisso ligneo

Crocifisso ligneo

opera di Elia Zambelli



08.04.2020 Gavardo

09.04.2020 Agnosine

08.04.2020 Bione Valsabbia

08.04.2020 Idro Valsabbia

08.04.2020 Valsabbia Provincia

08.04.2020 Provincia

09.04.2020 Valsabbia

08.04.2020 Valsabbia Garda Provincia

09.04.2020 Valsabbia Provincia

08.04.2020 Val del Chiese Storo



20 Marzo 2020, 08.53
Valsabbia
Lettere

«Non è mai troppo tardi»... in TV

di Ernesto Cadenelli
Coronavirus e TV. Visto che siamo tutti a casa, perchè non utilizzare il piccolo schermo a scopo didattico, come è avvenuto agli esordi, col maestro Manzi? È la domanda che si è fatto Ernesto Cadenelli. Pubblichiamo volentieri la sua lettera

Sto guardando l’ennesima trasmissione televisiva dedicata al famigerato Covid 19.
Sono preoccupato che questo virus oltre al fisico inizi a intaccare anche la psiche delle persone.

Sono trasmissioni che si susseguono su tutti i canali, ripetitive, a volte contradditorie e non si capisce il perché di tanta indigestione di pareri e contro pareri.
Non sono sicuro che questo bombardamento sia convincente per far restare in casa la gente. Temo una overdose da TV.

Credo che anche l’informazione debba essere più responsabile e selezionare meglio i propri programmi.
In questo preciso momento sto rivedendo, credo per la quinta volta, il corteo dei mezzi militari che trasportano le salme bergamasche ad altri crematori. Non è possibile!!!!

Dopo questo sfogo, ritorno a bomba sulla clausura forzata che stiamo vivendo per evidenziare un aspetto che secondo me potrebbe essere importante e di aiuto ai ragazzi e alle famiglie.
Mi riferisco alla penalizzazione che stanno subendo i ragazzi in merito all’insegnamento scolastico in queste settimane, e che probabilmente si potrarrà ancora nel tempo. Cina docet.

Sono profano in materia, però
una riflessione mi viene in mente e la esterno sperando di trovare qualcuno che mi dia conforto.
E’ importante e lodevole che  singole scuole si stiano attrezzando (a macchia di leopardo purtroppo!) per effettuare un insegnamento a distanza con gli strumenti che la tecnologia oggi offre.

Ovviamentte non tutte sono in grado di realizzare questo progetto e sopratutto non tutte le famiglie dei ragazzi sono attrezzate di computer e quant’altro. Dove ci si riesce, mi risulta sia frutto di un lavoro faticosissimo.

Allora dico: se si parla di tele-lavoro e di tele-scuola perché non usare la TELE?
Negli anni ‘60 un bravissimo e paziente maestro, mi pare si chiamasse Alberto Manzi, teneva una trasmissione quotidiana dal titolo ”NON E’ MAI TROPPO TARDI”, che ogni pomeriggio insegnava i rudimenti della lingua e altro attraverso il video (che aveva solo un canale sic!) alle tante persone che spesso in quegli anni erano analfabete o quasi.

Oggi con la Rai multicanale e tutte le private pure loro multicanale, è davvero impossibile organizzare un ciclo di insegnamento almeno per le elementari e le medie?
Magari ptoponendo le materie più importanti, es. lingua e scrittura e aritmetica, o la lingua straniera.
Sono ovviamente esempi, ripeto non sono afferrato in materia.

Mi parrebbe però un modo intelligente di svolgere il servizio pubblico in tempi di quarantena forzata.
Qualcuno può provare a pensarci?
Questa iniziativa varrebbe molto di più e avrebbe effetto positivo sui ragazzi. Invece continuiamo a invocare il sostegno psicologico…..

Ernesto Cadenelli
Vobarno 20 marzo 2020

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
25/03/2020 15:50:00
Perché in Francia si può? Ernesto Cadenelli, visto che anche la Francia si sta organizzando e che la questione è finita anche nei "fondi" dei quotidiani nazionali, torna a parlare dell'opportunità di fare lezioni dalla TV. Pubblichiamo volentieri


11/03/2020 07:13:00
«Compilatione delli veri et fideli rimedii» A Shanghai in tempo di coronavirus, pensando alla natia Agnosine e al momento difficile che tutti stanno vivendo, rispolverando antichi rimedi che ci riguardano da molto vicino. Andrea Cavagnini ci scrive e pubblichiamo volentieri la sua lettera


02/03/2014 09:02:00
«Dalla lotta all'evasione più fondi al Welfare» Il vobarnese Ernesto Cadenelli, già segretario dal 2007, è stato riconfermato alla guida dello Spi Cgil bresciano


20/03/2019 10:00:00
Strade... di letame Giunge in redazione un piccolo consiglio da parte di una nostra lettrice, corredato da fotografie, che pubblichiamo volentieri

06/02/2020 06:24:00
Assalto alla diligenza Non sembra vero, in questo tempo in cui tutti sembrano lamentarsi di tutti, di ricevere una lettera di ringraziamento per l'impegno di un medico. Un medico giovane per di più. Pubblichiamo quindi molto volentieri




Altre da Libri & Film
21/02/2020

«Paris Noir», giallo tra Milano e Parigi

Per la serie “5 sfumature di giallo”, questo venerdì sera presso la biblioteca di Gavardo sarà ospite la scrittrice Ida Ferrari che presenta il suo ultimo libro

16/02/2020

Ancora sul libro di Dario Collio

Ho letto di Guido Assoni e de Leretico i due articoli appena pubblicati intorno il libro di Collio Dario (mio zio) e ci ho visto da subito un lavoro piuttosto muscolare che intellettuale, nelle critiche esposte...

15/02/2020

Quandoque bonus dormitat Homerus

Una locuzione latina riconducibile ad Orazio per giustificare momenti di distrazione in cui possono incorrere anche gli storici più apprezzati

13/02/2020

Per una storia della Resistenza

Sarà presentato nella sede della Comunità montana di Valle Sabbia il volume che raccoglie le più recenti riflessioni sulla Resistenza in Valle Sabbia. Un impegno assunto da un Centro studi appositamente fondato

12/02/2020

«La culla del terrore. L'odio in nome di Allah diventa stato»

Sabato 15 a Gavardo il giornalista Toni Capuozzo presenterà la sua ultima fatica letteraria. Il primo degli incontri culturali organizzato dal gruppo locale di Fratelli d’Italia

12/02/2020

Paralipomeni di «Quando il pesce andava a fondo»

Leggendo la lettera del 18 ottobre 2019 che il professor Alfredo Bonomi ha scritto a Dario Collio, autore del romanzo “Quando il pesce andava a fondo”...

07/02/2020

Sara ha vinto la sua scommessa

Un grande esempio di forza di volontà e resilienza quello dimostrato dalla giovane ragazza di Roè Volciano, la cui storia è stata raccontata nel libro «Le Storie degli altri» di Carmelo Abbate


31/01/2020

Il movimento dei Gilet Gialli

Questo sabato 1° febbraio a Storo la presentazione dell'opuscolo "On est la, siamo qua!" un anno di Gilet Gialli, una delle prime analisi in italiano sul movimento di protesta francese


13/01/2020

«100 di questi Rodari»

In occasione del centenario della nascita dello scrittore Gianni Rodari, nell’ambito della rassegna “Genitori si cresce” della Casa dei Bambini “Il sassolino” e del Sistema Bibliotecario, questo martedì sera presso la biblioteca di Salò si terrà un incontro con Grazia Gotti esperta di letteratura per l’infanzia

01/01/2020

Mòla mia

Il 19 dicembre Luca Flocchini ha presentato a Bagolino il suo libro “Eh già, sono ancora qua”, la dodicesima presentazione al pubblico della sua storia, un'autobiografia, il racconto di un viaggio nel mondo, nella vita, nella condizione di disabile

Eventi

<<Aprile 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia